Giovedì, 30 Aprile 2015 16:39

La meteora Tiziana Rivale tra Faber e l'uomo perfetto di Battiato

di 
Tiziana Rivale Tiziana Rivale

Quarto appuntamento con Brevinote, la rubrica di Gianluca Racano che ci fa viaggiare attraverso le note e le parole delle canzoni più amate della musica italiana. In questa puntata tre Tiziana Rivale, Fabrizio De André e Franco Battiato. [Leggi le altre puntate di Brevinote]

Sarà quel che sarà / Tiziana Rivale

Alla voce Festival di Sanremo, sottovoce vincitori, sottosottovoce meteore, si trova l'onesta Tiziana Rivale, che supera perfino, nell'astruso regolamento dell'edizione 1983, Vacanze romane dei Matia Bazar. Il testo è di una terrificante banalità, e vede trionfare l'amore, nel suo sviluppo coniugale, anche in contesti catastrofici come il mondo che finisce giù o l'acqua che va, come in una stampa di Escher, all'insù.
Va da sé che sia il mondo che finisce giù, che l'acqua che va all'insù, fanno rima con tu. Autore delle musiche è l'abruzzese di origini Maurizio Fabrizio, tricampeon nel Festival di Sanremo degli anni '80 (Riccardo Fogli '82, Tiziana Rivale '83, Lena Biolcati nelle nuove proposte dell'86). Nel corso degli anni Tiziana Rivale gestirà al meglio la botta di culo, vivendo negli Stati Uniti per una decina d'anni, e macinando ospitate televisive d'ogni sorta.


Via del Campo / Fabrizio De André

Pubblicazione: 1967
Genere: folk / musica d'autore
Etichetta: Bluebell Records (BBLP 39)
Produttori: Gian Piero Reverberi, Andrea Malcotti
Note, arrangiamenti e direzione orchestra di Gian Piero Reverberi

In pieno quartiere a luci rosse di Genova viene dipinto questo elegante quadretto, in cui le prostitute sono così descritte: la prima molto delicatamente e con riferimenti naturalistici (la foglia e la rosa), la seconda fa gridare alla pedofilia (la bambina con le labbra color rugiada), la terza finalmente viene definita puttana, ma in un contesto così addolcito si può perdonare. La canzone si chiude con il celebre dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fior che ha la forza di un aforisma se non addirittura di un proverbio. La musica non è farina del sacco di Faber, ma si tratta di una ballata del XV secolo, rielaborata dal duo Jannacci-Fo con La mia morosa la va alla fonte, e, successivamente, da De Andrè. De Gregori, a tal proposito, non le mandò a dire, dichiarando "Fabrizio è stato un grande organizzatore del lavoro altrui, perché le cose che realmente ha inventato, ha scritto, sono percentualmente molto poche rispetto a quelle che lui ha preso, o firmandole o senza firmarle". Oggi la dichiarazione suonerebbe come una bestemmia, vista la beatificazione laica del Nostro.


La cura / Franco Battiato

Molte donne interpellate a proposito la ritengono la canzone d'amore più bella di sempre. Si tratta di un manifesto di ottime intenzioni maschili, improntate al più stretto assistenzialismo sentimentale. L'uomo perfetto, in pochi versi, promette alla propria sposa di diventarne infallibile psicologo, medico, estetista, avvocato (ti proteggerò dalle ingiustizie e dagli inganni del tuo tempo), amante inesauribile (la bonaccia d'agosto non calmerà i nostri sensi), parrucchiere (tesserò i tuoi capelli come trame di un canto). Nello splendido delirio di onnipotenza l'uomo perfetto si trasforma pure in una specie di Zichichi dell'amore (Conosco le leggi del cosmo e te ne farò dono). Eppure, a questa prospettiva assistenziale preferiamo quella democratica di E ti vengo a cercare, in cui Battiato esprime i propri ascetici bisogni all'amata aspirando a una fusione e non a un (poco credibile) paterno protezionismo. Il testo è attribuibile in buona misura al genio di Manlio Sgalambro, diventato da un certo punto in poi guru e sodale di Battiato. Una domanda rimane inevasa: perché l’uomo perfetto, nello snocciolare le promesse, ad un certo punto si ritrova a vagare per i campi del Tennessee? Essenziale, nella canzone, l'harmonizer che ne accompagna lo sviluppo, dall'inizio alla fine, dandole un marchio indelebile e unico.

Ultima modifica il Giovedì, 30 Aprile 2015 17:00

Articoli correlati (da tag)

Chiudi