Brazuca

Brazuca

Guardate che si avvicinano i mondiali. Ed è ora che vi cominciate ad informare

GIRONE 8: Sulla carta, si tratta del girone più scontato del lotto, assieme a quello di Platini e Blatter. Domenica 22 giugno, alle 18.00 europee, al Maracanà, Belgio e Russia si giocheranno il primo posto, buono per evitare i tedeschi agli ottavi. Per il resto, Algeria e Corea del Sud non dovrebbero creare grossi problemi. L’Algeria è la meno forte tra le africane, alla Corea del Sud, senza l’infernale aiutino di un Byron Moreno di turno, lo sciame psichedelico di…
Il più grande aforisma della storia dell’umanità non l’ha scritto Oscar Wilde, né William Shakespeare, né Mogol. Il più grande aforisma della storia dell’umanità l’ha dettato Gary Lineker: "Il calcio è uno sport semplice. Si gioca undici contro undici e alla fine vincono i tedeschi". Gary Lineker è stato un attaccante inglese tra la fine degli '80 e l’inizio dei '90, benedetto da una certa furbizia in area di rigore, e battuto in semifinale di Italia '90 dai crucchi. L’aforisma…
Non lasciatevi ingannare dai nomi molto evocativi in un’ottica storico-politica ma poco suggestivi calcisticamente (a parte l’Argentina, ovvio). Si tratta di un gironcino niente male, con la matricola Bosnia a contendere il secondo posto – utile – a Nigeria e Iran. Perfino quest’ultimo ha qualche chance, se è vero, come si vocifera, che ha eliminato la Corea del Sud alle qualificazioni. E siccome la Corea ci ha fatto piangere un paio di volte, per la proprietà transitiva l’Iran potrebbe battere…
Francesco Repice è un giornalista di fama nazionale, molto professionale, affermatosi come radiocronista di calcio, fino a diventare una delle voci più popolari di Tutto il calcio minuto per minuto, e ad affiancare Cucchi nelle radiocronache della nazionale. Repice non è uno scemo, e lo dimostra il suo eclettismo, avendo svolto la professione di paroliere per lo Zecchino d’Oro. Inviato dalla Rai per i sorteggi mondiali, quando s’è trattato di assistere all’estrazione del quinto girone, ha un po' sbracato: "…E…
Dal 1970 ad oggi le presenze dell'Italia ai mondiali hanno percorso cicli bioritmici precisissimi, con l'accesso in finale ogni 12 anni. Quindi, finale nel 1970, 1982, 1994 e 2006 e, per il resto, alternanza di partecipazioni belle e generose e tragedie nazionali. L'ultima tragedia, la più recente, nel mondiale sudafricano 2010, in cui non s'è vinta una partita una tra Paraguay, Nuova Zelanda e Slovacchia. La cabala e il buon senso vogliono quindi un'Italia che non sfigurerà ma non arriverà…
Il raggruppamento pare una pubblicità della Benetton, un allegro crocicchio di razze (in particolare indios, neri, gialli e bianchi). Trattasi di un girone piuttosto bizzarro, privo di nazionali di tradizione vincente. Capita quando giochi con la playstation e ti organizzi i mondiali da solo, dimentichi di indicare le teste di serie, e allora succede che in un girone finiscano Colombia, comunque accreditatissima, Giappone, Costa d’Avorio e Grecia, e in un altro Italia, Uruguay e Inghilterra. Capita soprattutto se inviti a…
La Spagna non può, non deve vincere questi mondiali. Tra il 2008 e il 2012 ha spazzolato due europei e un mondiale. L’ultima volta, agli europei del 2012, ci hanno irretiti e tritati in finale, 4-0. O perché gli avversari speriamo abbiano imparato come sopravvivere al Tiki-Taka, o per una questione statistica, escludiamo che la Roja andrà oltre le semifinali. Il tema del girone è semplice, ed è quello classico dei triangoli amorosi. Olanda e Spagna favorite, Cile fastidioso incomodo.…
I mondiali di calcio in Brasile rischiano di diventare una roba scontata, come i mondiali di rugby in Nuova Zelanda, i mondiali di birra a Monaco di Baviera oppure guardare un film porno a casa di Rocco Siffredi. Quindi, molti di noi tiferanno contro il Brasile, perché è naturale tifare contro i più forti, con lo spirito di chi guarda la partenza delle Formula Uno sperando nello schianto, alternativa al tedio domenicale delle macchine ronzanti ordinatamente. Nel 1950 i gufi…
Chiudi