Venerdì, 29 Giugno 2018 12:48

Di Oliver Onions, Renzi, Scorsese e Senstov

di 
Matteo Renzi e Janet Leigh visti da Federico Cecchin Matteo Renzi e Janet Leigh visti da Federico Cecchin

CINE-POLITICA - ‘…I presidenti americani si dedicano sempre più spesso ad attività legate meno alla politica e più all’intrattenimento’ così Emanuela Grigliè su La Stampa e ricorda che da poco è uscito il romanzo di Bill Clinton Il presidente è scomparso, scritto con James Patterson; il libro ha venduto così bene che ShowTime trarrà un adattamento per la tv. In Italia Matteo Renzi avrebbe iniziato le riprese di un programma tv, riferisce Il fatto quotidiano, a partire da uno speciale su Firenze. Del resto Walter Veltroni regista e scrittore ha fatto scuola o anche Beppe Grillo col percorso inverso. E i volti di spettacolo prestati alle elezioni sono stati molti da Enzo Tortora a Michele Santoro, passando per Iva Zanicchi e Mara Carfagna. Di Obama e Michelle con Netflix avevamo già raccontato qui.

Dopo la tirata di Paolo Virzì (“Non c’era bisogno di Salvini che governa i traffici migratori con i tweet per accertare una cosa che era chiara fin da subito: si tratta di fascismo”), sull’attualità politica interviene anche Enrico Ghezzi in un’intervista a Nicola Mirenzi su Huffington Post, l’inventore di Blob dice “il governo del Movimento 5 stelle e della Lega può davvero arrivare a ridurre lo spazio della libertà. In potenza è un regime, e già ora lo è un po'. La possibilità di esercitare il dubbio è stata compressa. La retorica del parlar chiaro, alla quale sono fin troppo educati, lascia aperte infatti due sole possibilità: dire sì, oppure dire no. È un appello all'adesione. Alla rinuncia alle riserve…".

Andrea Pipino su Internazionale torna sulla vicenda del regista Oleg Sentsov ora ricoverato nell’ospedale del carcere russo di Lefortovo per le conseguenze del suo sciopero della fame. “Il 14 giugno il parlamento europeo ha votato una risoluzione per chiedere che “le autorità russe rilascino immediatamente e senza condizioni Oleg Sentsov e tutti gli altri cittadini ucraini detenuti illegalmente in Russia e nella penisola di Crimea. La risoluzione è passata con 485 voti a favore, 76 contrari e 66 astensioni”. Ci informa Pipino che hanno votato contro cinque eurodeputati della Lega e tre della lista L’altra Europa con Tsipras: Eleonora Forenza, Barbara Spinelli e Curzio Maltese.  

LEZIONE DI CINEMA - “Nella mia carriera ho lavorato con grandi direttori della fotografia, che hanno cercato di farmi capire come si gestisce la luce ma, nonostante questo, la luce per me è sempre stata un problema. Amo molto di più occuparmi del montaggio, chiudermi per ore nella stanza con il montatore e ricompattare il film, dargli la vera vita. Un altro momento che mi piace moltissimo e che vivo con grande slancio è quello di fine scrittura, quando finita la sceneggiatura me ne vado in albergo per dieci giorni e comincio a disegnare, a mettere insieme le idee per girare. Incontro il direttore della fotografia, l’assistente alla regia e comincio a pensare alle sensazioni delle immagini, a come portarle sullo schermo. Poi parallelamente ricerco altri film, brani musicali che possono avere a che fare con il lavoro e li mostro ai miei collaboratori”, così Martin Scorsese a Bologna per la rassegna Il cinema ritrovato; il regista sarà anche alla Festa del cinema di Roma, a ottobre, per un incontro su otto film italiani che lo hanno ispirato, molti altri gli ospiti annunciati dal direttore Antonio Monda.

EVERGREEN - Intervista di Andrea Scarpa agli Oliver Onions, Guido e Maurizio De Angelis, su Il Messaggero. Il primo luglio terranno un concerto a Roma dedicato a Bud Spencer, scomparso il 26 giugno 2016; tra i brani più celebri da loro eseguiti e composti dal duo si ricordano Sandokan e Orzowei, per gli omonimi sceneggiati Rai e Dune Buggy nel film Altrimenti ci arrabbiamo.

Giovanni Minoli su Libero risponde al giornalista Francesco Specchia “oggi la Rai invece di essere in mano a uomini di prodotto, è in pugno a una stratificazione di burocrati invincibili che commissionano i programmi ai soliti esterni. Così 15mila dipendenti restano l’ultima stazione del welfare catto-comunista…al settimo piano di viale Mazzini chi è in grado di fare una scaletta di programmi? Solo Freccero, forse”. Così Minoli cerca spazio per la sua candidatura nel Cda Rai dicendo di essersi già confrontato con Di Maio e con il sottosegretario Giorgetti per la sua ‘raivoluzione’. Questo mentre la tv di stato italiana, in attesa delle nuove decisioni della politica, ha presentato i palinsesti per la nuova stagione autunno – inverno tra serie tv e intrattenimento.

AL CINEMA – Escono tra gli altri: il film premiato a Cannes per la migliore sceneggiatura Il Sacrificio del cervo sacro di Yorgos Lanthimos, Favola di Sebastiano Mauri con Filippo Timi nel ruolo della casalinga Mrs. Fairytale, Papillon è un remake del film di Franklin J. Schaffner, con Steve McQueen e Dustin Hoffman, il catastrofico Hurricane- Allerta Uragano e la commedia Tully di Jason Reitman, con Charlize Theron.

Tratto da Hai letto di… #11 - frankenstein discrezionale di notizie di cinema, 24-29 giugno

Articoli correlati (da tag)

Chiudi