Sabato, 07 Luglio 2018 09:28

Streaming nigeriano, attori cinesi, crepuscoli occidentali

di 

AFRICA, CINA E RUSSIA - iRoko Tv in Nigeria è la ‘Netflix africana’, così la definisce su La Stampa Lorenzo Simoncelli. La società, fondata da Jason Njoku, ha comprato i diritti dei film nigeriani e ora li trasmette on line. L’industria cinematografica locale produce circa mille film l’anno e la Nigeria conta 180 milioni di persone e solo 20 sale cinematografiche, allora meglio un’app ‘i nostri utenti possono assistere anche offline ai contenuti dopo averli scaricati, limitando così l’uso del traffico dati ancora molto costoso in Africa e potendo assistere anche in zone non coperte dalla rete’ dice Njoku.

Intervista a Andrej Konchalovskij su Avvenire; il regista russo, al Festival di Napoli, mette in scena Scene da un matrimonio di Ingmar Bergman. ‘Il dio denaro ha resuscitato l’idea del capitalismo, con una distanza sempre più enorme fra ricchi e poveri. Spero nel rinascimento del socialismo contro gli egoismi e l’avidità umana’, dice a Angela Calvini. Tornando al dio denaro, ancora su La Stampa, Carlo Pizzati spiega come la Cina abbia deciso di imporre un limite ai cachet degli attori, non potranno superare il 40 per cento dei costi di produzione del film o serie tv che sia. Accanto ai compensi ufficiali sono spesso poi altri contratti a aumentare il volume d’affari delle star che possono arrivare fino a 330 milioni di euro l’anno.

LEZIONI DI CINEMA  E DI VITA - ‘Nel mondo c’è una cultura visiva estremamente povera e questo si riflette nel cinema. Ora sono in Italia e voi avete tremila anni di grandissima storia pittorica, ma il grosso del pubblico mondiale non ha nemmeno le chiavi di lettura per avvicinarsi a un dipinto o a un’immagine cinematografica che non sia un semplice e banale supporto della sceneggiatura’, così Peter Greenaway a Oscar Cosulich su Il Mattino. Il regista riceve a Ischia il ‘Film Award’ alla carriera.

Marco Bellocchio a Arianna Finos in una lunga intervista su Repubblica – Robinson parla di famiglia, vita e cinema e conclude così ‘il cinema è davvero la mia vita. Non, come dice qualcuno, per non diventare pazzo. È che ti mette in gioco continuamente con decine di persone, ti obbliga a confrontarti e a lottare. In passato c’era l’ambizione, la rivalità…adesso questo aspetto non c’è più. Ma il sentimento di giocarmi ancora di più la vita’. Il 29 giugno l’Ansa informa che l'attrice premio Oscar Susan Sarandon è stata brevemente arrestata per ‘dimostrazione illegale’ insieme ad oltre 500 donne che hanno partecipato ad una marcia di donne contro la 'tolleranza zero' di Donald Trump sull'immigrazione e la separazione dei bambini dai genitori entrati clandestinamente alla frontiera col Messico. "Sono stata arrestata. Resto forte. Continuo a lottare", ha twittato dopo essere stata rilasciata.

Vari tipi di droghe e dipendenze nelle parole di Alice Cooper, rock star, ma anche, talvolta, attore «Mi sono risparmiato una targa nel club dei 27 e di finire come I Vampiri originali. Nei ’70 a Los Angeles ci incontravamo per bere in una sala del Rainbow Bar and Grill ed era puro spasso. C’erano John Lennon, John Belushi, Keith Moon, una sera vestito da Regina d’Inghilterra un’altra da Hitler. Bevevo con Jim Morrison e Jimi Hendrix, tutti finiti tragicamente. Non conoscevamo il limite fra libertà e autodistruzione. Nessuno aveva un manuale di istruzione per gestire fama e i soldi. La generazione successiva imparò da loro come si fa a non morire. Dagli anni ’80 dipendo solo dalla sobrietà. Divenni discepolo di Cristo e cambiai stile di vita. Lui mi ha creato rockstar e, siccome ci vuole eccellenti e non mediocri, lo faccio al meglio». (a Simona Orlando su Il Messaggero).

PERSONE - John Malkovich si unisce a Jude Law nel cast di The New Pope, la serie diretta da Paolo Sorrentino, le cui riprese partiranno a novembre in Italia, produzione originale Sky-Hbo. The New Pope è prodotta da Lorenzo Mieli e Mario Gianani per Wildside , in co-produzione con Mediapro. Claude Lanzmann, Orso d’oro alla carriera al festival di Berlino 2013, muore a 92 anni. Autore di Shoah nel 1982, documentario di circa dieci ore sullo sterminio nazista degli ebrei. Tra gli ultimi film Napalm (2017) e Le quatre soeurs (2018). A 78 anni muore Robby Muller, direttore della fotografia di Wim Wenders, Jim Jarmusch, Lars Von Trier.

AL CINEMA – In sala troviamo il film di Steven Soderbergh con Unsane, un thriller girato con lo smartphone, costato 1,5 milioni di dollari. La commedia Prendimi! dopo il successo americano arriva in Italia. Estate 1993 di Carla Simon Pipó: Frida, una bambina di sei anni, affronta la prima estate con la sua nuova famiglia adottiva. L'incredibile viaggio del fachiro di Ken Scott, tratto dal best seller "L’incredibile viaggio del fachiro che restò chiuso in un armadio Ikea" di Romain Puèrtolas. Da una storia vera è tratto Stronger di David Gordon Green sull’attentato alla maratona di Boston, mentre La prima notte del giudizio è un altro capitolo dell’omonima saga.

Tratto da Hai letto di… #12  - frankenstein discrezionale di notizie di cinema, 30 giugno-6 luglio.

Articoli correlati (da tag)

  • Cauto MeToo e marilynizzazioni
    RICADUTE E LENTE DISINTOSSICAZIONI – Il movimento #MeToo dopo un anno dal caso miliare del produttore hollywoodiano Harvey Weinstein. Massimo…
  • Le condizioni ideali non esistono più
    NAVIGAZIONE A VISTA – Volete farvi un’idea su un paio di film prima di andare a vederli leggendo recensioni in…
  • Battaglie a cuscinate
    SONO SOLO FILM - ‘Non capisco come voi liberal siate riusciti a farvi fregare da noi rivoluzione populista. Doveva essere…
  • Derive idiote
    Quando stiamo andando su questa Tera?* DUBBI - ‘Il cinema forse vuole sfuggire all’eternità, vuole continuare a cambiare, essere sintonizzato…
  • Mostra del cinema di Venezia: le puntate precedenti
    CINEINDIGESTIONE - In tutto 3200 giornalisti accreditati alla Mostra internazionale d’arte cinematografica; seguendo il diario veneziano sulla stampa i giorni…
Chiudi