Cultura e Società

Occorre dire basta a chi, con una loquace menzogna sulla bocca, accusa l'Accademia Internazionale dell’Immagine di essere stata un allegro carrozzone dove un enorme sperpero di denaro pubblico e ruberie d’ogni genere sono state la regola, gettando così discredito su un prestigioso presidio dell’eccellenza formativa e produttiva nell’ ambito cinematografico italiano, e non solo, che nei suoi circa venti anni di feconda attività ha dato lustro alla città dell'Aquila ed a tutto il territorio abruzzese, rivelandosi una straordinaria quanto preziosa…
"Praticamente Innocua - Viaggio semiserio nell'Aquila post-sisma" è giunto all'ottavo appuntamento. In questa tappa visiteremo quello che, fino al terremoto, era considerato il "quadrato magico" del commercio aquilano, vale a dire la zona compresa tra Piazza Palazzo e Piazza Duomo. Da non perdere.Teofilo Patini, Pietro Marrelli, Camillo Benso Conte di Cavour. Il primo, pittore ottocentesco, ha lasciato all'Aquila tracce significative del suo passaggio artistico che un po' tutti conosciamo. Il secondo, meno noto alla massa, vanta una biografia incredibile che…
Si è aperta il 14 ottobre la nuova rassegna di spettacoli dedicata alle scuole, di ogni ordine e grado, realizzata dall'Associazione culturale Teatrabile. Gli eventi si terranno presso la Casa del Teatro, a Piazza d'Arti, via Ficara. Fino al 9 novembre andrà in scena "La Ballata del Coraggio, la favola di Celestino V", per raccontare la storia vera e bizzarra del trafugamento delle spoglie di Papa Celestino V, vista dagli occhi del protagonista stesso. Dall'11 novembre al 7 dicembre, invece,…
Dopo la fortunata inaugurazione di sabato scorso, è iniziata ufficialmente la stagione del Be One, la nuova discoteca aquilana che ha aperto i battenti in via Ugo La Malfa, presso il nucleo industriale di Pile. La serata di apertura ha visto la partecipazione di migliaia di persone, soprattutto giovani. Unica nota dolente è stato il traffico: l'alto afflusso di gente ha mandato parzialmente in tilt la viabilità della zona, con decine di macchine parcheggiate selvaggiamente ai lati della strada che,…
Da troppi anni si strumentalizzano Lampedusa e lo “spettacolo” della sua frontiera per alimentare ansie da “invasione”, per raccontare che l’unica soluzione sono il controllo e l’approccio securitario alle migrazioni [...] , per non parlare mai, paradossalmente, delle ragioni e delle storie di quelle migliaia di donne e uomini che migrano fuggendo da quell’ingiustizia sociale e globale che li rende le ultime e gli ultimi della terra. E ancora oggi, mentre dopo la morte di 300 persone si accendono finalmente…
Chiudi