Giovedì, 31 Marzo 2016 11:32

Arte: dal 2 aprile apre "Abbaglio nitido", la personale di Alessia Armeni

di 
Un'opera della mostra Tilt, tenutasi a Roma, lo scorso autunno Un'opera della mostra Tilt, tenutasi a Roma, lo scorso autunno

Il giorno 2 aprile alle 18 Spazio Varco presenta "Abbaglio nitido" di Alessia Armeni. L'artista presenta una riflessione sulla luce, il colore, la denominazione del colore, che si articola in quattro serie di opere che corrispondono a quattro passaggi.

"Il primo - spiegano in una nota i curatori della mostra - è rappresentato dal giorno in cui a L'Aquila è stata realizzata l'opera 24h painting L'aquila 29/08/15 in cui il colore che una parete bianca assumeva per 24 ore consecutive è stato campionato e riprodotto sulla tela. Il secondo passaggio ha coinvolto un quadro della collezione del Museo Nazionale d'Abruzzo, L'Albero della Croce o delle Sette Parole, in quanto opera in cui si integrano parola e pittura".

"Il terzo - aggiungono - è stato dare un nome a sette colori, tra i 24 campionati, scelti a rappresentare ognuna delle parole trascritte nel quadro della collezione. Il quarto passaggio è stato sezionare e rifondere insieme la matrice cromatica originaria dei 24 colori in un ritorno circolare al momento generativo iniziale".

"Abbaglio Nitido - concludono - è il colore che una parete bianca assumeva alle 8 il giorno 29 Agosto 2015 a L'Aquila. E' il colore di Tutto è compiuto". La mostra sarà visitabile fino al 22 aprile.

*Alessia Armeni (Roma, 1975), si diploma in pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Brera nel 1999. Recenti mostre personali sono state Tilt, Spazio Y, Roma (2015), About a Wall, Pescara (2013), Tiempo-Espazio-Luz, la 77, Mexico-city (2011). Tra le esposizioni collettive, sia in Italia che all’estero, si ricordano, I’ll be your Mirror, studio Arianna Giorgi, Milano (2016); Group show, Varco, L'Aquila (2015); Grand Hotel, Riot Studio, Napoli (2015); Displacement, curata da Maria Chiara di Trapani e Ludovica Purini, Alludo Room Gallery, Jochberg, Austria(2015);The Studio Chronicles, RH Contemporary Art, New York (2015); Profil Perdu, curata da Karen Huber, Gallery MC, New-York (2015).

 

Ultima modifica il Giovedì, 31 Marzo 2016 12:12

Articoli correlati (da tag)

Chiudi