Giovedì, 21 Luglio 2016 13:10

Cantieri dell'Immaginario: nel chiostro di S. Domenico va in scena il "Sogno" di Shakespeare

di 
Edoardo Siravo Edoardo Siravo

Nell’anniversario shakespeariano 2016, che celebra il quarto centenario della morte del grande drammaturgo inglese, l’Istituzione Sinfonica Abruzzese e Teatrozeta presentano, nell’ambito del cartellone del festival I Cantieri dell’Immaginario, sabato 23 e domenica 24 luglio alle ore 21.00 nel chiostro del complesso di San Domenico - che per la prima volta apre le sue porte alla manifestazione dell’estate aquilana - lo spettacolo teatrale e musicale Sogno di una notte di mezza estate: il testo shakespeariano nel nuovo adattamento del regista Livio Galassi, presentato in prima nazionale, accompagnato dall’esecuzione integrale delle musiche di scena composte da Felix Mendelssohn nel 1843 per Federico Guglielmo IV di Prussia.

Si tratta di uno spettacolo che porta in scena 15 attori, un’orchestra sinfonica, voci soliste e cori, per la realizzazione di un grande affresco che raramente viene presentato nella sua interezza e che comporta un grande sforzo produttivo di cui sono rari in Italia gli allestimenti.

Lo spettacolo si giova della cornice architettonica del quattrocentesco chiostro di S. Domenico, unico luogo d’arte del centro storico aquilano rimasto indenne dal sisma del 2009, un luogo simbolico per la città e di straordinaria eleganza e bellezza.

Il pubblico sarà guidato lungo i magici labirinti del “Sogno”, dalla voce di Edoardo Siravo che vestirà i panni di Oberon, il re degli Elfi, e dalla bacchetta del direttore tedesco Ulrich Windfuhr, alla testa dell’Orchestra Sinfonica Abruzzese, di cui è direttore principale.

I protagonisti dell’allestimento

Il regista Livio Galassi, approdato definitivamente alla regia dopo una lunga attività di attore cinematografico e teatrale - ha lavorato tra gli altri con Rossellini, Bellocchio, Ronconi, Polanski, Tarkowskij ed ha collaborato con Zanussi e Bolognini - si è affermato con il successo de Le donne al parlamento di Aristofane, con Paolo Ferrari e Francesca Benedetti, al quale sono seguite decine di titoli che lo hanno visto collaborare con i nomi più affermati del teatro contemporaneo italiano. Ventennale l’attività al Teatro Bellini di Napoli e numerose le regie con la “Compagnia dei giovani” e con l’Accademia del Bellini di cui è stato direttore artistico ed insegnante di recitazione. Autore della versione dei classici da lui diretti, è anche autore di romanzi e liriche. Nell’agosto 2014 gli viene conferito il premio “Naples in the world” – Premio alla Carriera (attribuito, tra gli altri, a Lina Sastri e Toni Servillo).

L’attore e regista, Edoardo Siravo ha recitato nelle compagnie teatrali più rilevanti del panorama nazionale in oltre 120 spettacoli e curato la regia di tutti i recital di cui è protagonista. Ha lavorato, e lavora, anche nel cinema e nella televisione con importanti registi e attori ricevendo premi in Italia che all’estero. Svolge inoltre intensa attività di doppiatore: ha prestato la sua voce, tra gli altri, a G. Depardieu, M. Keaton, P. Fonda, J. Irons e Kevin Costner. Ha al suo attivo anche alcune regie liriche: Macbeth di Giuseppe Verdi – 2003, Rigoletto e Traviata di Verdi e Don Giovanni di Mozart - 2004. Ha inoltre collaborato con l’Orchestra Filarmonica di Torino e dal 2004, con il M° Gabriele Bonolis, come voce recitante in numerosi concerti, tra cui Pierino e il lupo di Prokofiev e Egmund di Beehtoven. Molti gli incarichi ricoperti come manager culturale: già Direttore Artistico del Festival “Il verso, l’afflato e il canto” del Teatro Romano di Volterra, della Compagnia Teatrale Molise Spettacoli e della Fondazione Teatro Savoia di Campobasso. E’ Presidente del “Teatro dei due Mari”, con sede a Tindari e Direttore Artistico della compagnia teatrale “Il Carro dell’Orsa”.

Il Maestro Ulrich Windfuhr, formatosi a Colonia, Vienna e alla Chigiana di Siena, è stato allievo di Franco Ferrara, Carlo Maria Giulini, Gennadi Roshdestvensky e Leonard Bernstein. Nella sua pluridecennale carriera ha diretto numerosi concerti in Germania, Svizzera, Ungheria, Italia, Olanda e Stati Uniti, ed è stato Direttore ospite presso prestigiosi teatri tedeschi. Con la sua incisione di Das Spielwerk und die Prinzessin di Franz Schecker per CPO ha ottenuto il Diapason d’Or e il premio “Choc de la musique”, nonché il premio della critica discografica tedesca. Dal 2013 è titolare della cattedra di Direzione d’Orchestra presso l’Università di Amburgo.

L’allestimento de Sogno di una notte di mezza estate coinvolge anche le giovani forze artistiche, teatrali e musicali della Città: calcheranno la scena gli allievi dei corsi e del workshop dell’Accademia d’arte drammatica dell’Aquila tenuto da Manuele Morgese, Livio Galassi e Massimiliano Cutrera. Soliste le voci dei soprani aquilani Vittoriana De Amicis e Fiammetta Tofoni, due giovani promettenti cantanti premiate in ambito nazionale ed internazionale e già impegnate in importanti progetti concertistici. I cori femminili sono formati da elementi del Conservatorio “A. Casella”, della Schola Cantorum S. Sisto, della Corale 99 e della Corale Gran Sasso - maestri dei cori Rosalinda di Marco, Carmine Colangeli e Ettore Maria Del Romano.

Informazioni

L’ingresso è libero (circa 200 i posti disponibili al Chiostro). In caso di maltempo lo spettacolo si terrà presso l’Auditorium del Parco.

Articoli correlati (da tag)

 

Chiudi