Lunedì, 14 Novembre 2016 12:32

L'Aquila, quindicesima edizione del Premio "Laudomia Bonanni": ospite d'onore Joumana Haddad

di 
Joumana Haddad Joumana Haddad

Torna a fine novembre il premio letterario internazionale "L'Aquila - Bper Banca", intitolato alla scrittrice Laudomia Bonanni e giunto alla quindicesima edizione. Diverse le novità del premio per quest'anno, che avrà luogo 25 e 26 novembre prossimi, presentate stamane nel corso di una conferenza stampa nel capoluogo abruzzese.

Sarà una sorta di "edizione ridotta", a causa delle scosse di terremoto che hanno sconvolto l'Appennino Centrale negli ultimi mesi. E' stato infatti deciso di non indire il bando per il premio principale, così come successo sette anni e mezzo fa all'Aquila dopo il sisma del 2009, ma l'attenzione sarà focalizzata al premio dedicato agli studenti e all'ospite d'onore, che quest'anno è la poetessa, scrittrice e giornalista libanese Joumana Haddad.

Quest'ultima incontrerà il pubblico il 25 novembre (ore 17) alla Casa della Cultura di Onna, frazione a est del centro storico. Il giorno successivo, alle ore 10:30 all'Auditorium del Parco, ci sarà invece la cerimonia di premiazione del premio Bonanni, nel corso della quale sarà anche presentato un volume che raccoglie immagini e testi dei quindici ospiti d'onore della storia del premio letterario.

"Abbiamo deciso di avere rispetto per chi ha subito il terremoto - ha affermato Raffaele Marola, presidente del premio - per questo non ci sarà neanche il premio dedicato ai penitenziari. E' tuttavia un'opportunità per sperimentare nuove idee e nuovi percorsi per il premio Bonanni, e cercare nuovi esperimenti anche per i prossimi anni".

Presenti all'incontro con la stampa anche la professoressa universitaria Liliana Biondi, il segretario del premio Giuliano Tomassi, la poetessa aquilana Anna Maria Giancarli - in giuria - l'assessora comunale alla cultura Betty Leone e la senatrice del Pd Stefania Pezzopane, presidente della giuria: "Sarà un onore ospitare all'Aquila Joumana Haddad, soprattutto nella Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, che sarà proprio il 25 novembre. Haddad parla ben sette lingue, tra le quali l'italiano, e potrà portarci la sua esperienza di donna araba attiva nel mondo sociale e culturale", ha affermato la politica aquilana.

Joumana Haddad, nata a Beirut 46 anni fa, è considerata dalla rivista Arabian Business tra le donne arabe più influenti nel mondo (36esima nel 2016) per il suo attivismo culturale e sociale. Vincitrice di numerosi premi letterari internazionali, ha pubblicato dal 1998 diverse raccolte di poesie, tradotte in numerose lingue. Nel luglio 2013 è stata nominata dal sindaco di Napoli Luigi de Magistris ambasciatrice onoraria della cultura e dei diritti umani della città di Napoli nel Mediterraneo. (m. fo.)

Ultima modifica il Lunedì, 14 Novembre 2016 13:25

Articoli correlati (da tag)

Chiudi