Sabato, 12 Agosto 2017 11:10

Pescocostanzo, giornate dedicate ad "aspetti meno romantici e più realistici" della transumanza

di 
Pescocostanzo, giornate dedicate ad "aspetti meno romantici e più realistici" della transumanza archivio Google

L'associazione Ama Trakking e il Comune di Pescocostanzo (L'Aquila) organizzano due giornate dedicate alla transumanza. L'obiettivo della doppia iniziativa è concentrare l'attenzione sull'aspetto meno romantico e più realistico di questa forma di economia integrata con la natura.

L'argomento sarà affrontato domenica 27 agosto a Pescocostanzo all'auditorium di San Nicola, nel corso del convegno dal titolo "Luci e ombre dell'economia tratturale. La sua valorizzazione nell'epoca contemporanea". All'incontro, oltre al sindaco del paese, Roberto Sciullo, interverranno il presidente onorario dell'Accademia della Crusca Francesco Sabatini, l'antropologo culturale Giovani Tavano, l'agronoma Manuela Cozzi e l'imprenditrice della lana Valeria Gallese.  

Un secondo appuntamento è in programma sabato 2 settembre, con una "Giornata particolare in cammino coi pastori", nella quale saranno approfondite e confrontate con l'esperienza concreta le conoscenze e gli strumenti di riflessione appresi nel corso del convegno.

"Si tratta – spiegano gli organizzatori – di una passeggiata con il gregge lungo il tratturo per conoscere e vivere una parte importante del nostro passato. L'appuntamento è alle ore 10:30 al Colle di Santa Maria di Pescocostanzo, da dove partirà la transumanza. Ad attendere la compagnia ci saranno il pastore e il gregge, con i quali, accompagnati da esperte guide, si muoverà verso il tratturello che attraversa il Quarto Grande, meraviglioso pianoro situato a nord-est dell'abitato di Pescocostanzo".

All'appuntamento arriveranno anche i viaggiatori della "Transiberiana d'Italia", il tracciato ferroviario in disuso della Sulmona-Carpinone recentemente riattivato a scopo turistico. Il treno partirà dalla stazione di Sulmona alle ore 8.00. Il percorso sarà allietato da musica, canti e racconti. Una giornata festosa a differenza di chi partiva un tempo, lasciando gli affetti e la propria terra. Così come allora, è prevista una sosta alla Fonte del Campo per una colazione del pastore a base di prodotti del mondo agropastorale.

È previsto per le ore 13:00 l'arrivo all'Eremo di S. Michele che accoglierà la comitiva con i suoi dolci prati e il gregge verrà sistemato nello "mandruà" (stazzo) dal pastore. Qui i più affamati potranno consumare il pranzo a base di tipicità del posto. I visitatori potranno assistere e partecipare a tutte le iniziative messe in campo dall'organizzazione nelle diverse aree tematiche, come il "cerchio del latte", ovvero la trasformazione del latte in formaggi e yogurt; il "cerchio della lana", ovvero la cardatura, la filatura, la colorazione e la tessitura, messe in scena dall'associazione Zoe; il "cerchio degli artigiani", il "cerchio del tempo e della musica", con canti e racconti di vite scandite da partenze, assenze e ritorni.

Ci sarà inoltre la possibilità di osservare, imparare e danzare i balli di un tempo e in particolare la "spallata", danza diffusa lungo i percorsi tratturali; e una dimostrazione di razze bovine presenti sui pascoli: pezzata rossa, pezzata nera e bruna alpina.

È possibile acquistare i biglietti in prevendita, al costo di 20 euro (10 euro per i bambini) presso l'ufficio informazioni del Parco della Majella, situato in piazza Municipio a Pescocostanzo.

Chi arriverà con la Transiberiana d'Italia potrà invece acquistarlo sul treno durante il viaggio. Non sarà possibile portare i cani, per la evidente incompatibilità con i pastori abruzzesi di guardia al gregge: "Vorremmo che questa giornata lasci un qualche segno nella memoria di chi parteciperà e che stimoli delle riflessioni sul rapporto natura-uomo", concludono gli organizzatori.

Ultima modifica il Sabato, 12 Agosto 2017 12:18

Articoli correlati (da tag)

Chiudi