Martedì, 10 Luglio 2018 13:21

Libri: al via all'Aquila "Polarvilliana", tre giorni di incontri e presentazioni

di 
Gianfranco Di Fiore Gianfranco Di Fiore

Inizia oggi, martedì 10 luglio, Polarvilliana, ciclo di presentazioni organizzate dalla libreria Polarville (via Castello 49, L'Aquila – tel. 0862 65657).

Il primo appuntamento è con Gianfranco Di Fiore, che parlerà del suo romanzo Quando sarai nel vento (edizioni 66th and 2nd).

Il secondo incontro, in programma mercoledì 11, è con Giorgia Tribuiani, che presenterà Guasti (Voland), il suo sorprendente romanzo d'esordio.

Il terzo e ultimo appuntamento si terrà venerdì 13, con la presentazione dell’ottavo numero della rivista Effe. Periodico di altre narratività (Flaneri, 2018).

Tutti gli incontri si terranno alle 18:30 e sono a ingresso gratuito.

I libri

Quando sarai nel vento

Abele ha lasciato il Cilento per studiare i venti sulle montagne abruzzesi. Da una stazione meteo in cui le strumentazioni adeguate sembrano non arrivare più, si stende un paesaggio quasi lunare, devastato dal sisma e spopolato tanto di individui quanto di umane speranze. Abele allora occupa il tempo guardando le pendici cangianti del Gran Sasso, auscultando con uno stetoscopio elettronico il brusio sommerso della Terra e scattando fotografie alla sua «mano guasta». Quando scende da quell’eremitaggio accademico, si divide tra la stanza in affitto dagli Hensel – una coppia di vecchi ebrei che usano la crudeltà come moneta di scambio col mondo –, qualche rave in cui l’ecstasy allontana e scolla il rapporto tra percezioni e realtà, e le ore passate a fantasticare di un film sul vento con Marlena, la desolata Beatrice che diventa a poco a poco la regina di quell’universo in attesa. A spezzare quella stagnante bonaccia – interiore ed esteriore – il passato che torna e la necessità di un viaggio che porterà Abele alla ricerca del padre tra l’Argentina, New York e Parigi. Un viaggio intrapreso con Marlena, sotto i cui passi esiste «solo il silenzio della grazia», ma ugualmente composto di solitudine e inerzia: il vento è ormai scomparso e, senza la sua spinta, l’umanità terrigna che accompagna le scoperte di Abele, l’odore acre degli incendi che devastano il Sud del Pianeta, le lotte di ecologisti in tuta bianca e maschera antigas che si ispirano a Walt Whitman, rimangono sospesi, avvolti da sonorità limpide e luci inflessibili, come tante istantanee in lotta contro tutto ciò che passa, si dissolve, si dimentica. Quando sarai nel vento è una sinfonia in quattro movimenti in cui ogni motivo – esposto, sviluppato e ripreso – è un carotaggio delle infinite vibrazioni che agitano noi e il mondo; raramente all’unisono ma sempre in attesa della chiave che le doti di un ordine, di una cadenza che le restituisca all’armonia.

Guasti

Dopo la morte del compagno, fotografo di fama internazionale, Giada ha un insolito luogo dove andare a trovarlo: la sala in cui adesso è esposto il cadavere plastinato dell’uomo, trasformato in opera d’arte dal celebre anatomopatologo Dottor Tulp, come richiesto nelle sue volontà. Un countdown di trenta capitoli accompagna Giada nei trenta giorni di durata della mostra, e mentre i ricordi della vita vissuta all’ombra dell’amato si mischiano agli incontri con giornalisti, critici d’arte e visitatori, il premuroso “vigilante del piano di sotto” cerca di indicarle una via di uscita per quel lutto troppo difficile da elaborare. Quando tutto sembra potersi risolvere, ecco la notizia: un appassionato di arte è intenzionato ad acquistare il fotografo plastinato per la propria collezione privata. Giada è dunque chiamata a prendere una decisione: rischiare di non vedere mai piu l’amato o finalmente agire?

Effe vol. 8

“Disobbedienza” è la parola attorno a cui ruota effe – Periodico di Altre Narratività #8, un numero che torna a guardare al panorama nostrano dopo la parentesi internazionale di effe #7. Tiziano Scarpa, Michele Vaccari, Matteo Meschiari, Giovanni Bitetto, Nicola Muscas, Elia Gonella, Germana Urbani e Jo Lattari: sono questi i nomi degli otto scrittori che si sono cimentati col tema lanciato dalla redazione. Come in ogni numero, i racconti sono affiancati da otto illustrazioni; gli illustratori che trovate su effe #8 sono: Claudia Bernardi, Giulia Conoscenti, Alessandra De Cristofaro, Lisa Gelli, Francesco Levi, Claudia Palmarucci, Resli tale e Antonio Zeoli. Copertina e pattern interno sono a firma di Chiara Allione. In questi anni, sulle pagine di effe sono passati autori emergenti come Luciano Funetta, Elisa Casseri, Cristiano Denanni, Gianni Agostinelli e Elvis Malaj, e scrittori già affermati del calibro di Matteo Nucci, Paolo Zardi, Demetrio Paolin, Vins Gallico, Carla Vasio, Luca Ricci e Paolo Cognetti.

Gli autori

Gianfranco Di Fiore

Gianfranco Di Fiore è nato ad Agropoli nel 1978 in una famiglia di musicisti. Da sempre  affascinato dalle «storie», ha lavorato nel mondo del cinema e della pubblicità, in Italia e all’estero, come sceneggiatore, regista e montatore, collaborando per anni con il Giffoni Film Festival. Dopo l’esordio nel 2011 con il romanzo La notte dei petali bianchi (Laurana Editore), ha pubblicato diversi racconti in varie antologie.

Giorgia Tribuiani

Nata a San Benedetto del Tronto nel 1985, attualmente vive a Bologna e lavora nel campo della comunicazione. Laureata in Editoria e giornalismo presso la facoltà di Lettere e filosofia, per cinque anni è stata responsabile della sezione letteratura per la rivista di arte e cultura “Re-volver”. Da ottobre 2017 collabora con la Bottega di narrazione di Giulio Mozzi. Nel 2008 ha pubblicato la raccolta di racconti Cronache degli artisti e dei commedianti (Tespi). Guasti è il suo primo romanzo.

Chiudi