Economia

Secondo i dati  Cresa nel periodo marzo 2014 - febbraio 2015 le famiglie abruzzesi hanno speso in media 2.049,1 €, valore leggermente inferiore a quello rilevato per l'Abruzzo dall'Istat nell'anno 2014 (2.130,30 €) e decisamente più basso di quello medio nazionale (2.488,5 €). Rispetto alla precedente indagine Cresa (2009-2010), la spesa per consumi in regione è diminuita del 10,5% (Istat Abruzzo: -11,9%; Istat Italia: +1,9). Le spese più consistenti riguardano l'abitazione (788,7 €, pari al 38,5% della SMMF), gli alimenti…
Nel 2016, l'occupazione in Abruzzo è salita dell'1,4% rispetto all'anno precedente, dato superiore alla media nazionale (+1,3%), ma inferiore a quella del Mezzogiorno (+1,7%). La regione si colloca alla decima posizione della classifica nazionale, guidata da Campania e Molise (+3,8%) e chiusa da Marche e Umbria (-0,8% e -1,5%). Quattordicesima posizione, invece, per quanto riguarda il tasso di occupazione: è al 42,1%, più basso della media italiana (43,7%) e più alto di quella del Mezzogiorno (33,9%). E' quanto emerge da un…
Un passo avanti per consolidare ancora di più il rapporto formazione-lavoro, che negli ultimi anni ha registrato uno sviluppo senza precedenti, grazie alla costituzione degli Its, gli istituti tecnici superiori. Ora arrivano anche in Abruzzo i Poli Tecnico Professionali, voluti dalla Regione per consolidare le vocazioni produttive dei diversi territori. "La mission dei Ptp - ha spiegato questa mattina a Pescara l'assessore Marinella Sclocco - è soprattutto quella di creare una efficace sinergia tra i percorsi e i diversi soggetti…
L'associazione Lavori@mo per L'Aquila, che rappresenta i 560 dipendenti del contact center Inps i cui posti di lavoro sono a rischio a causa del bando di gara indetto dall'ente previdenziale per il rinnovo della commessa, in una lettera indirizzata, tra gli altri, alle istituzioni locali, ai sindacati, ai parlamentari abruzzesi, al prefetto dell'Aquila Linardi e al sottosegretario alla Giustizia Federica Chiavaroli, denuncia la "perdurante situazione critica" e il silenzio delle istituzioni locali su quello che potrebbe diventare un "dramma sociale"…
Nel 2016 le procedure fallimentari aperte dalle aziende abruzzesi sono state 238, registrando un calo del 37,4% rispetto alle 380 del 2015. Tale andamento pone l'Abruzzo al primo posto tra le regioni italiane (seguito da Friuli-Venezia Giulia: -19,4% e Molise: -18,2%) e risulta molto migliore rispetto alla media nazionale     (-8,7%). E' quanto emerge dalle elaborazioni che il Cresa ha svolto sui dati  Infocamere-Stockview. Il notevole calo regionale è legato alla diminuzione molto rilevante riscontrata nella provincia di Teramo     (-65,3%) che…
Pagina 3 di 118

 

Chiudi