Economia

Appunti sparsi sulla manifestazione di ieri, a L’Aquila; appunti sparsi sulla richiesta di restituzione delle agevolazioni fiscali e contributive sospese a seguito del terremoto del 6 aprile 2009. A partire da alcuni dati di fatto: non era affatto scontato che il corteo fosse così partecipato, considerato che siamo a nove anni dal terremoto, che la manifestazione è stata convocata di lunedì mattina, che molti, tra i cittadini, percepiscono come ‘lontana’ da sé la battaglia di imprese e professionisti. E qui,…
Proprio nel giorno della manifestazione contro la restituzione delle tasse, con 5mila aquilani in piazza [qui, la cronaca], è iniziata a serpeggiare tra le 350 'persone giuridiche' - imprese e professionisti - chiamate a restituire le agevolazioni fiscali e contributive sospese a seguito del terremoto dell'aprile 2009, una certa preoccupazione per la mancata pubblicazione del decreto di proroga firmato dal presidente del Consiglio dei Ministri Paolo Gentiloni, che rimanda di 120 giorni l'esecuzione della procedura di recupero prevista in capo…
"Stavolta arriva direttamente da Bruxelles l'allarme sull'inerzia e la negligenza di Regione Abruzzo nella spesa e rendicontazione dei fondi strutturali dell'Unione europea: e rischiamo di perdere milioni di euro; il governo regionale di Luciano D'Alfonso è stato sistematicamente sordo ai miei ripetuti allarmi e, invece di lavorare, sono arrivate le false rassicurazioni del direttore Vincenzo Rivera che tutto sarebbe andato per il verso giusto. I dati, però, smentiscono e bocciano in maniera netta e incontrovertibile l'operato della Giunta e confermano…
Getta acqua sul fuoco l’Agenzia delle Entrate, a seguito della denuncia del sindaco dell'Aquila, Pierluigi Biondi che, martedì sera, aveva annunciato [qui] come il settore riscossione (ex Equitalia) avesse "inviato circa 7000 cartelle esattoriali, riferite agli anni 2009 e 2010, a società, artigiani, professionisti ma anche persone fisiche con cui si chiede il pagamento per intero, anziché con abbattimento del 60% come previsto dalla legge, di somme dovute all’erario, come Iva, Irpef e Ires". Biondi aveva parlato di un provvedimento…
E' iniziato stamane il secondo giro di consultazioni e il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, verrà edotto dalla leader di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, sulla problematica del pagamento delle tasse sospese e gli effetti negativi che ricadrebbero sul tessuto economico e produttivo dell'Aquila e del cratere. Almeno, Meloni l'ha promesso ieri, in conferenza stampa. Non solo. Il Capo dello Stato avrà sulla sua scrivania una lettera accorata, firmata dal vicepresidente della Regione Abruzzo, Giovanni Lolli, dal Sindaco dell'Aquila, Pierluigi Biondi…
Pagina 2 di 158
Chiudi