Economia

E' stato fissato il 2 dicembre, e durerà l'intera giornata, lo sciopero delle lavoratrici della società Coopservice, che operano nelle attività di pulizia, ausiliarato e piccola manutenzione nelle scuole nella provincia dell’Aquila. Lo sciopero previsto per il 23 novembre è stato infatti revocato dopo che la commissione di garanzia ha comunicato alla Filcams Cgil provinciale che non era possibile scioperare prima della fine del mese, dunque il sindacato ha deciso rinviare al 2 dicembre la protesta prevista per la prossima…
"I lavoratori dei servizi sociali della Comunità Montana Montagna dell'Aquila hanno percepito solo una settimana di stipendio negli ultimi 5 mesi pur continuando a lavorare per mantenere in piedi la rete di protezione sociale del territorio". A comunicarlo in una nota, il segretario comunale del Partito della Rifondazione comunista aquilano, Goffredo Juchich.  "Se, come sembra - continua Juchic - la Comunità Montana dispone delle risorse necessarie per permettere alla Cooperativa Verdeaqua di saldare le spettanze con il personale non si…
I Ricercatori del Laboratorio di Ricerca e Sviluppo ex-Italtel, acquisito nel 2011 da Intecs, sono stati convocati oggi dal Prefetto dell'Aquila in seguito all'invio da parte loro di una lettera indirizzata al Presidente della Repubblica per sensibilizzare la più alta carica dello Stato sulle proprie preoccupazioni per il futuro in vista della sua prossima presenza all'Aquila. A renderlo noto è il sindacato Fiom Cgil. "Il Prefetto - si legge nella nota - di concerto con la Presidenza della Repubblica, ha…
Il prezzo del latte fresco moltiplica quattro volte nel passaggio dalla stalla allo scaffale ma agli allevatori non rimangono neanche quei pochi centesimi necessari per dare da mangiare agli animali. Il rischio? La scomparsa delle stalle e del prodotto simbolo del settore caseario regionale: la scamorza. E' quanto denuncia la Coldiretti Abruzzo che questa mattina, per la guerra del latte "giusto" che sta dilagando in tutta Italia, con gli allevatori provenienti da tutte le province ha allestito un vero e…
Scandalo del Consiglio regionale del Lazio: l'allora Presidente del Consiglio, Mario Monti, fa approvare una legge che limita il compenso degli eletti regionali: tetto massimo di 11mila euro lordi mensili per la retribuzione onnicomprensiva dei consiglieri regionali e 13.800 euro per i governatori. E che succede? Succede che quasi tutte le Regioni italiane si adeguano agli importi massimi, o ci vanno molto vicino. Con un accorgimento che 'aggira' gli effetti della legge varata dal Governo: viene sforbiciato lo stipendio spingendo in…
Chiudi