Economia

Le norme previste dal contratto integrativo provinciale del settore dell'edilizia, poi recepite nell'Dpcm del Governo Monti lo scorso 4 Febbraio, ancora non vengono applicate. E' quanto denuncia la Cgil che quei provvedimenti in materia di sicurezza nei cantieri della ricostruzione, trasparenza e occupazione di qualità, li aveva chiesti, stimolati e ottenuti. "Vogliamo sapere in tempi brevi - afferma preoccupato il segretario provinciale della Cgil Umberto Trasatti - le modalità con cui daremo applicazione sia alle norme contrattuali che a quelle…
Quattromila persone (secondo gli organizzatori, in realtà molte meno) hanno preso parte, questa mattina, alla manifestazione regionale unitaria di Cgil, Cisl e Uil che si è tenuta all'Aquila. I sindacati confederali abruzzesi hanno scelto il centro storico del capoluogo, assurto a simbolo di un Paese in declino, per parlare di ricostruzione, lavoro e sociale. Gli stessi temi che saranno al centro della mobilitazione nazionale che ci sarà il 22 giugno a Roma.
Novanta milioni di euro, da restituire in dodici rate mensili senza interessi che verranno addebitate nelle bollette. A meno che non si decida di pagare in un’unica rata. A partire dal mese di giugno, l’Enel inizierà a riscuotere le somme relative ai consumi di luce e gas fatturati con tariffa agevolata dopo il 5 aprile 2012, giorno in cui sono scadute le condizioni agevolate stabilite dall’autorità per l’energia elettrica. Un vero e proprio salasso, per le famiglie del cratere. E’…
La filiale italiana delle multinazionale Usa riconosce alle Regioni poche decine di migliaia di euro in cambio dell'acqua che utilizza per produrre bevande, oltre 2.4 miliardi di litri. Una vicenda che ci riguarda da vicino: uno degli stabilimenti Coca Cola, infatti, è ad Oricola teatro, tra l’altro, di aspre battaglie del lavoratori per evitare i previsti esuberi. Altreconomia ha scoperto la “formula segreta” della Coca-Cola: la bevanda più famosa al mondo è fatta d'acqua, e questo ingrediente chiave costa quasi…
La sensazione è che, oramai, c’è davvero poco da fare: si sta lavorando per ottenere il più possibile quest’anno per poi tentare di reperire le risorse necessarie alla ricostruzione in sede di programmazione della Legge di stabilità. Le possibilità di riattivare un mutuo con la Cassa deposito e prestiti, infatti, sono svanite vista la bocciatura della Banca d'Italia del sistema contributivo agevolato. Un emendamento all'articolo 8 del Decreto emergenze in sede di conversione in queste settimane, presentato dalla senatrice Pezzopane,…
Chiudi