Le foto del giorno

L'AQUILA - Come annunciato dalle previsioni meteo, è iniziata a scendere nel primo pomeriggio la neve sul capoluogo abruzzese, la prima del 2016. Alle 14.30, mentre scriviamo, nevica con una incidenza leggermente maggiore nelle frazioni ovest, rispetto al centro storico, dove una neve per ora leggera sta timidamente iniziando a posarsi sui tetti ricostruiti (e non).

Giovedì, 25 Febbraio 2016 10:58

La Passione

di

Lo aveva annunciato e alla fine lo ha fatto davvero: "Dal prossimo consiglio comunale e fino al suo scioglimento parteciperò tra il pubblico con un crocifisso di idonee dimensioni, semplicemente perché è giusto".

Celso Cioni, direttore regionale di Confcommercio, si è presentato questa mattina alla seduta del consiglio comunale, a Villa Gioia, con un grande crocifisso di legno - con tanto di scritta INRI che da "Iesus Nazarenus Rex Iudaeorum" è diventato l'acronimo di "Io non resto indifferente" - per protestare contro la decisione, presa dallo stesso consiglio qualche settimana fa, di bocciare una risoluzione del consigliere di centrodestra Roberto Tinari che proponeva di esporre il crocifisso nell'aula dell'assise civica.

"La mia non è una protesta ma una manifestazione di identità di fronte a quella che ritengo una decisione incomprensibile presa dal consiglio comunale" ha detto ai cronisti Cioni.

 

Mercoledì, 24 Febbraio 2016 11:53

Una piazza mondiale

di

L'AQUILA -  Foto panoramica di Piazza Duomo, affollatissima, ieri, per la cerimonia di inaugurazione dei mondiali studenteschi di sci, scattata dal campanile della cattedrale di S. Massimo.
Grazie a Luigi Baglione.

Martedì, 23 Febbraio 2016 14:36

Serge Latouche a L'Aquila

di

latouche

Un’affollatissima Aula Magna del Dipartimento di Scienze Umane dell'Università dell'Aquila, ha oggi accolto l’economista e filosofo francese Serge Latouche. Nel corso del convegno “Educare alla decrescita”, l’intellettuale di fama mondiale ha illustrato i fondamenti della sua teoria della decrescita, una filosofia di critica al produttivismo e al consumismo. “Decrescita non vuol dire recessione- ha spiegato Latouche- ma rallentare la globalizzazione. Ripensare un modello di società che si allontani dai precetti della teoria neoliberista e dall’obiettivo della crescita illimitata che porterà inevitabilmente al collasso”. Contro l’economicismo che ha plasmato la nostra società a livello anche politico e sociale, la ricetta di Latouche è la “decolonizzazione dell’immaginario” , una demondializzazione e rilocalizzazione che ristabilisca il senso di vivere bene localmente. (ele.fa.)

Lunedì, 22 Febbraio 2016 11:29

Vent'anni di gemellaggio con Zielona Gora

di

Stamane, nell'aula consiliare del Comune dell'Aquila, è stato festeggiato il ventennale del gemellaggio tra il capoluogo abruzzese e la città polacca di Zielona Gora.

Alla cerimonia, hanno presenziato il sindaco Massimo Cialente, il presidente del Consiglio Carlo Benedetti, alcuni consiglieri Comunali, l'assessore Mauriziol Capri che detiene proprio la delega ai gemellaggi, ed alcuni imprenditori che hanno salutato l'arrivo in città del sindaco di Zielona Gora, Janusz Kubiscki, del presidente del Consiglio comunale Adam Urbaniak e del capogabinetto Filip Czernicki.

Venerdì, 19 Febbraio 2016 21:56

Si accendono le luci sullo Skatepark

di

L'AQUILA - Dopo mesi di attesa e forti richieste, finalmente l'amministrazione comunale ha provveduto all'allaccio della luce sulla struttura costruita grazie all'impegno del gruppo ultras aquilano dei Red Blue Ealges, delle curve di mezza Italia e dell'associazione onlus San Gregorio Rinasce.

Uno skatepark frequentatissimo dai giovani che ora potranno fare sport anche dopo il tramonto, usufruendo ancor di più di uno dei pochi spazi sociali presenti in città.

 

E' la foto vincitrice del principale premio della 59esima edizione del World Press Photo (WPP), il più importante concorso di fotogiornalismo al mondo.

L'ha scattata il fotografo australiano Warren Richardson e e ritrae la grande migrazione in corso.

La foto è stata scattata la notte del 28 agosto del 2015 a Röszke, in Ungheria, alla frontiera con la Serbia.

E' un'immagine sporca di realtà che mostra un uomo che fa passare attraverso il confine feroce dell'Ungheria, fatto di filo sponato, "la cosa più preziosa che ha portato con sè: suo figlio" come ha dichiarato lo stesso Richardson.

"Impossibile usare il flash, quando la polizia ungherese non aspetta altro che prenderli sul fatto. Ho usato l'unica luce che avevo a disposizione: quella della luna".

"Io ho pensato solo: se fosse mio figlio?", ha detto Richardson, "e vedo in questa immagine almeno un po' di speranza per quel bambino".

CLICCA QUI PER VEDERE TUTTE LE ALTRE FOTO VINCITRICI

Mercoledì, 17 Febbraio 2016 17:02

La fermata bus fai da te

di

L'AQUILA - Su via Silone, nella strada di collegamento tra il quartiere Torrione e la zone delle scuole a Collesapone, qualcuno ha pensato di crearsi una seduta fai-da-te, sradicando una panchina dalla vicina area verde e ponendola alla fermata dei bus urbani Ama. Anche questo è un modo per far capire all'amministrazione quali sono le priorità sulla mobilità della città.

Sabato, 13 Febbraio 2016 11:01

L'Osservatorio ghiacciato

di

CAMPO IMPERATORE (L'AQUILA) - Incredibile lo spettacolo che stamane ha offerto il panorama ghiacchiato di Campo Imperatore. Alle 8 del mattino una delle webcam piazzate di fronte all'Osservatorio astronomico ha immortalato l'edificio completamente ricoperto di neve e ghiaccio. L'immagine è stata rilanciata sui social network dalla pagina Neve appennino.

Ancora più incredibile è pensare che Campo Imperatore sia di fatto una frazione dell'Aquila: si trova a pochi chilometri dal centro città e ricade nel territorio comunale del capoluogo abruzzese, dove, al contrario, dal mattino il tempo è sereno e il clima piuttosto mite. Una rarità, in Italia e in Europa, la presenza di una stazione sciistica "di città". (m. fo.)

Mercoledì, 03 Febbraio 2016 17:41

L'Italrugby mangia gli arrosticini

di

ROMA - Martin Castrogiovanni pubblica sulla sua pagina Facebook una foto con al centro i tipici arrosticini di pecora abruzzesi e il web impazzisce. Il pilone della nazionale italiana rugby, in raduno nella Capitale prima dell'esordio nel Six Nations 2016 a Parigi contro la Francia, ha reso omaggio alla terra natìa del suo capitano Sergio Parisse, da sempre terra di rugby e passione ovale.

Decine sono stati i commenti degli appassionati abruzzesi, che hanno anche ironicamente "redarguito" gli azzurri, perché gli arrosticini non andrebbero cotti alla griglia, ma sulla apposita "fornacella".

Chiudi