Le foto del giorno

Lunedì, 19 Ottobre 2015 15:47

ASSOLTO

di

Il tribunale di Torino ha assolto lo scrittore Erri De Luca per le sue frasi contro la linea ferroviaria ad alta velocità TAV "perché il fatto non sussiste". De Luca era accu­sato di isti­ga­zione al sabotaggio per avere affer­mato in un'intervista del settembre del 2013 all'Huffington Post che "la TAV va sabotata. Ecco perché le cesoie servivano: sono utili a tagliare le reti».

Lo scorso 21 settembre i pubblici ministeri Andrea Padalino e Antonio Rinaudo avevano chiesto una condanna a otto mesi con le attenuanti generiche perché lo scrittore "con la forza delle sue parole ha sicuramente incitato a commettere reati".

Oggi prima della sentenza lo scrittore di origine napoletana ha rilasciato una dichiarazione spontanea in cui ha ribadito: "la TAV va sabotata". Questa la dichiarazione integrale:

"Sarei presente in quest'aula anche se non fossi io lo scrittore incriminato per istigazione. Aldilà del mio trascurabile caso personale, considero l'imputazione contestata un esperimento, il tentativo di mettere a tacere le parole contrarie.

Perciò considero quest'aula un avamposto affacciato sul presente immediato del nostro paese. Svolgo l'attività di scrittore e mi ritengo parte lesa di ogni volontà di censura.
 Sono incriminato per un articolo del codice penale che risale al 1930 e a quel periodo della storia d'Italia.

Considero quell'articolo superato dalla successiva stesura della Costituzione della Repubblica. Sono in quest'aula per sapere se quel testo è in vigore e prevalente o se il capo di accusa avrà potere di sospendere e invalidare l'articolo 21 della Costituzione.

Ho impedito ai miei difensori di presentare istanza di incostituzionalità del capo di accusa. Se accolta, avrebbe fermato questo processo, trasferito gli atti nelle stanze di una Corte Costituzionale sovraccarica di lavoro, che si sarebbe pronunciata nell'arco di anni.

Se accolta, l'istanza avrebbe scavalcato quest'aula e questo tempo prezioso. 
Ciò che è costituzionale credo che si decida e si difenda in posti pubblici come questo, come anche in un commissariato, in un'aula scolastica, in una prigione, in un ospedale, su un posto di lavoro, alle frontiere attraversate dai richiedenti asilo. Ciò che è costituzionale si misura al pianoterra della società.

Inapplicabile al mio caso le attenuanti generiche,se quello che ho detto è reato, l'ho ripetuto e continuerò a ripeterlo.

Sono incriminato per avere usato il verbo sabotare. Lo considero nobile e democratico. Nobile perché pronunciato e praticato da valorose figure come Gandhi e Mandela, con enormi risultati politici.
Democratico perché appartiene fin dall'origine al movimento operaio e alle sue lotte. Per esempio uno sciopero sabota la produzione. Difendo l'uso legittimo del verbo sabotare nel suo significato più efficace e ampio. Sono disposto a subire condanna penale per il suo impiego, ma non a farmi censurare o ridurre la lingua italiana.

"A questo servivano le cesoie" : a cosa? A sabotare un'opera colossale quanto nociva con delle cesoie? Non risultano altri insidiosi articoli di ferramenta agli atti della mia conversazione telefonica. Allora si incrimina il sostegno verbale a un'azione simbolica? Non voglio sconfinare nel campo di competenza dei miei difensori.
Concludo confermando la mia convinzione che la linea di sedicente alta velocità in Val di Susa va ostacolata, impedita, intralciata, dunque sabotata per la legittima difesa della salute, del suolo, dell'aria, dell'acqua di una comunità minacciata.
La mia parola contraria sussiste e aspetto di sapere se costituisce reato".

Sabato, 17 Ottobre 2015 09:21

Monumento a Piazza d'Armi

di

Oggi, la messa in posa del monumento che 'decorerà' la rotonda di Santanza, nei pressi di Piazza d'Armi. 

Si tratta di un'installazione in bronzo dell'artista aquilano Adolfo Giusti, realizzata con il finanziamento dell'Associazione nazionale costruttori edili (Ance) dell'Aquila, per il settantesimo anniversario della sua fondazione. E' alta 8 metri e pesa circa 25 quintali.

Venerdì, 16 Ottobre 2015 16:29

Un 'murales' tematico contro il razzismo

di

"Come da impegni presi, questa mattina gli operai del comune hanno rimosso la scritta fatta sul muro di cinta della scuola di Roio".

A dirlo è il capogruppo del Pd in Consiglio comunale, Stefano Palumbo. "La scritta non c'è più, ma il gesto rimane e apre ad alcune riflessioni. Siamo ormai una società che va avanti a slogan e di questo dovremmo iniziare a preoccuparci seriamente soprattutto se a farne le spese, come spesso accade, sono i giovani, proprio quelli da cui una società civile dovrebbe pretendere sete di approfondimento, curiosità, nuove idee. Nel merito dello slogan in questione poi, ritengo sia stato davvero di pessimo gusto ancor più perché fatto davanti una scuola, luogo di integrazione per eccellenza dove ogni bambino è semplicemente un bambino".

Dunque, Palumbo lancia una proposta che, spiega, è già stata accolta dalla nuova direttrice dell'istituto Rodari e dalla sezione territoriale di ActionAid. "L'idea è quella di coinvolgere i bambini della scuola di Roio in un progetto incentrato sul tema dell'integrazione che culmini a fine anno scolastico nella realizzazione di un murales 'tematico'. Per costruire una società migliore non basta un secchio di vernice nera, ce ne vogliono molti di più e di tutti i colori".

Una gran bella idea.

Giovedì, 15 Ottobre 2015 16:43

L'automobile appesa

di

L'AQUILA - Un'automobile "appesa" che fa capolino sulla rotonda. E' successo ieri nel capoluogo abruzzese, alla rotonda sulla Statale 80, nei pressi del centro commerciale Amiternum. La Fiat 500 sarebbe stata lasciata sfrenata e quindi si sarebbe mossa all'indietro dal parcheggio che sovrasta la rotonda, per poi finire sulla recinzione. Il mezzo è stato poi rimosso dai Vigili del Fuoco.

Lunedì, 12 Ottobre 2015 16:52

La partecipazione non ha età

di

L'Aquila, elezioni per i consigli territoriali di partecipazione. Arcangela Taddei, classe 1917, mentre deposita la scheda per l'elezione dei rappresentanti del decimo consiglio, quello di Paganica, Tempera, Onna, S. Gregorio e Bazzano. A votare, domenica 10 ottobre, sono andati circa il 15% degli aventi diritto, un'affluenza che gli organizzatori hanno gudicato buona. Ai seggi, come si vede da questa foto, si sono recati elettori di tutte le età. 

Venerdì, 09 Ottobre 2015 12:56

Pecore a Collemaggio

di

L'AQUILA - Spettacolo insolito, almeno per i tempi moderni, sul prato antistante la Basilica di Collemaggio all'Aquila. Qualche giorno fa un gregge di pecore ha pascolato di fronte uno dei simboli del capoluogo d'Abruzzo, in occasione della IX edizione del Tratturo Magno [leggi l'articolo].

La foto è gentilmente concessa da Luca Cardarelli.

Martedì, 06 Ottobre 2015 18:54

Nasceva 70 anni fa

di

Ivan Graziani nacque a Teramo il 6 ottobre del 1945. E' morto circa 20anni fa dopo aver cantato brani come "Firenze" "monnalisa", Lugano Addio" che lo hanno reso celebre e fatto apprezzare in tutta Italia. 

Oggi sul web lo ricordano anche Il Corriere della Sera  e Radio due. 

 

Lunedì, 05 Ottobre 2015 17:01

Sottoservizi e simmetria

di

L'Aquila 5/10/2015 - Cartolina da Via Sallustio dove sono in corso da alcuni mesi i lavori per il primo lotto dei sottorvizi del centro storico di L'Aquila.

Fin'ora sono stati portati a temrini 350metri di cunicolo, costituiti da tanti conci in cemento come quello che si vede in foto, posato di fronte l'ex isituto delle suore prima di finire sotto terra.

Sabato, 26 Settembre 2015 11:34

Esplosione di luci

di

L'Aquila. Sharper 2015: esplosione di luci a S. Massimo. Grande successo per la Notte dei Ricercatori: sono state più di ventimila le persone accorse in centro storico. 

Sharper 2015, a L'Aquila è arrivata la Delorean. 

Pronti per un salto indietro nel tempo?

Chiudi