Interviste

“La musica parla in modo talvolta indiretto, è un potente mezzo per raccontare un disagio”. Prime file fuori controllo in un pogo sfrenato, coreografie che coinvolgono l'intero pubblico, ritmi movimentati ed uno “show” sul palco che regala sempre qualche risata. Sono i KuTso, che ieri sera hanno regalato una serata di musica e divertimento all'Irish Café, con il pienone di un pubblico oramai affezionato al gruppo romano che si è esibito già quattro volte in città. Scambiando qualche parola con…
“Concedetevi una vacanza intorno a un filo d'erba”. Si apre così l'ultimo libro di Franco Arminio, Geografia commossa dell'Italia interna (Bruno Mondadori), presentato ieri all'Aquila, alla presenza dell'autore, all'università, nell'aula magna del Dipartimento di Scienze Umane. Un incontro inserito nell'ambito della "Rassegna letteraria e studi sulla comunità", curata dalla professoressa Lina Calandra. Arminio, poeta prosatore, ma soprattutto paesologo, continua il viaggio, già affrontato tante volte, per i borghi della provincia montana e rurale dell'Italia meridionale. Nelle sue peregrinazioni, lo scrittore,…
La notte tra martedì e mercoledì, nella periferia Ovest di Atene, il rapper militante antifascista Killah P, al secolo Pavlos Fyssas, è stato brutalmente assassinato in un agguato da Giorgios Roupakias, affiliato al gruppo neo-fascista di Alba Dorata. L'uccisione del Rapper ha generato una fortissima reazione in tutte le maggiori città della penisola ellenica dove, dal pomeriggio di mercoledì, si sono svolte manifestazioni di piazza in solidarietà di #KillahP a cui hanno partecipato migliaia di persone. Molte sedi di Alba Dorata sono…
Ieri sera, presso l'auditorium Sericchi, nel complesso “Strinella 88”, è stato presentato il libro Diario proibito – L'Aquila anni Quaranta scritto da Mario Fratti, commediografo e drammaturgo di fama mondiale. Fratti, nato all'Aquila nel 1927, risiede dagli anni Sessanta negli USA, a New York. Da allora è diventato uno degli autori teatrali più amati di Broadway. Le sue oltre 90 opere, tradotte in 20 lingue, sono state rappresentate in 600 teatri di tutto il mondo. Dall'America all'Europa, dalla Russia al Giappone, dal…
Quella dei desaparecidos argentini è una tragedia per molti aspetti ancora avvolta nella nebbia. Nonostante il Paese, negli ultimi anni, abbia faticosamente intrapreso un percorso di verità e giustizia – culminato nelle condanne di molti responsabili di quella mattanza (che, tra il 1976 e il 1983, causò la morte di oltre 30 mila persone) - la ricerca non si è esaurita. L'Argentina rimane un paese che non ha ancora chiuso i conti con il proprio passato. Un passato dal quale…
Chiudi