Politica

Aggiornamento 14:20. A quanto si apprende in questi minuti, la Ragioneria dello Stato non darà il via libera all’emendamento concordato con il governo che avrebbe dovuto stanziare 1miliardo e 200 milioni per la ricostruzione, spalmati fino al 2019. Staremo a vedere cosa succederà alle 16, quando in Consiglio comunale arriverà Carlo Trigilia. Evidentemente, il parere dell’Europa conta molto più di quello dell’esecutivo che, attraverso il presidente Letta, aveva lanciato ieri messaggi rassicuranti.
La polemica venutasi a creare tra Comune dell'Aquila e l'Ordine degli ingegneri sulla scheda parametrica non accenna a placarsi. Proprio nel giorno in cui scade il termine di 90giorni per presentare le schede per gli immobili fuori l'asse centrale del centro storico, l'assessore alla ricostruzione del Comune dell'Aquila Piero Di Stefano sbotta contro il presidente dell'Ordine degli ingegneri Paolo De Santis: "nel mentre si é impegnati con il Governo in un confronto, dalle modalità sempre più aspre, per poter avere risorse certe e…
E’ una settimana cruciale per la ricostruzione. L’ennesima settimana di incontri e battaglie in Parlamento. Nel primo pomeriggio, il sindaco Massimo Cialente incontrerà il Presidente del consiglio: è il primo appuntamento istituzionale da quando Enrico Letta è a capo dell’esecutivo. Sarà l’occasione per ricucire un rapporto logorato, nelle ultime settimane, dalle proteste clamorose inscenate dal primo cittadino: non è un mistero che Letta non abbia affatto apprezzato le iniziative del compagno di partito, a pochi giorni dall’insediamento del Governo. Si…
Via libera del Consiglio dei ministri all’abolizione del finanziamento pubblico dei partiti. A dare l’annuncio dell’approvazione del ddl è stato, all’ora di pranzo, il presidente del Consiglio, Enrico Letta, che in un tweet ha spiegato che con la nuova legge sul finanziamento ai partiti è abrogato il finanziamento pubblico e si passa "all’incentivazione fiscale dei contributi dei cittadini". Se il ddl verrà approvato senza modifiche dal Parlamento, l’abolizione del finanziamento entrerà a regime totale tra tre anni, nel 2017, quando…
La sensazione è che, oramai, c’è davvero poco da fare: si sta lavorando per ottenere il più possibile quest’anno per poi tentare di reperire le risorse necessarie alla ricostruzione in sede di programmazione della Legge di stabilità. Le possibilità di riattivare un mutuo con la Cassa deposito e prestiti, infatti, sono svanite vista la bocciatura della Banca d'Italia del sistema contributivo agevolato. Un emendamento all'articolo 8 del Decreto emergenze in sede di conversione in queste settimane, presentato dalla senatrice Pezzopane,…

 

Chiudi