Mercoledì, 08 Febbraio 2017 09:54

Piccinini, appello al centrodestra: "Anteporre l'unità alle ambizioni personali"

di 

"Davvero non riesco a capacitarmi della nostra vocazione a dilaniarci, dell’inspiegabile atteggiamento che ci porta, inevitabilmente, a segnare un destino che è già scritto, quello di perdenti".

A dirlo, in una nota, è il consigliere comunale di centrodestra Alessandro Piccinini che sottolinea come "perdenti che perdono, saremo, non per incapacità personali ma per l’autolesionistica tendenza a sbranarci tra noi, mentre gli altri - quegli altri che hanno amministrato la città in modo disastroso, quelli che hanno fallito ogni obiettivo e che oggi lasciano gli aquilani in una città il cui futuro è ben lungi dall’essere anche solo immaginato, saranno alla fine, per raggiungere il loro scopo, sempre compatti tra loro e pronti a darci addosso. Per citare qualche bella pagina di letteratura, 'anche la rivoluzione ha i suoi polli, a testa in giù, che si beccano ferocemente come i capponi in mano a Renzo'".

Sarebbe drammatico non dare un'alternativa agli aquilani, ribadisce, "non offrirgli la possibilità di poter scegliere un progetto che veda ogni espressione del centrodestra e non solo, lavorare in maniera coesa verso un’unica direzione, con un’unica espressione di voto".

Piccinini prende le distanze dal partito cui ha dato volto, il Nuovo Centro Destra, "una scelta personale che oggi posso definire inopportuna e sbagliata, aver offerto la mia credibilità ad un partito-cadavere che, a dispetto del nome, oggi, senza imbarazzo, a livello nazionale, si colloca nel centro sinistra e quindi ben lontano da quello che è sempre stato il mio personale percorso di coerenza e di appartenenza politica", e aggiunge che non vorrebbe ritrovarsi, tra qualche mese, "a dover assistere ad uno scenario tragico che veda da una parte il solo candidato del centro sinistra e dall’altra parte un centro destra diviso e spacchettato, ancor più delle precedenti elezioni amministrative".

Per questo, l'appello a Biondi e Silveri (coloro che fino ad oggi hanno manifestato la disponibilità ad una candidatura), e al gruppo di Noi con Salvini "di voler anteporre alle ambizioni personali, pur degne di rispetto e considerazione, l’unità di tutto il centro destra che unito può solo vincere, e che diviso – invece – 'faticherebbe' non poco nel convincere i già stremati cittadini aquilani".

 

 

Ultima modifica il Mercoledì, 08 Febbraio 2017 13:52

Articoli correlati (da tag)

 

Chiudi