Stampa questa pagina
Venerdì, 19 Gennaio 2018 17:06

'Movimento giovanile della sinistra' (Art 1): odg di Silveri è una "vergognosa mancia elettorale"

di 

"Con l'avvicinarsi del 4 marzo, il centrodestra aquilano sembra accorgersi che esistono i giovani dai 18 ai 30 anni, dopo mesi di immobilismo e silenzio".

Così il 'Movimento giovanile della Sinistra L'Aquila' che fa riferimento ad Articolo 1 ha inteso replicare al capogruppo di Forza Italia in Consiglio comunale, Roberto Jr Silveri, che ha depositato un ordine del giorno per la "creazione di un bando comunale di contributi per nuove progetti giovanili" [qui].

Con l'odg si afferma, in sostanza, che "uno stanziamento di 100mila euro prelevati dal bilancio del Comune dell'Aquila, da dividere su una ristretta platea di persone (da 12 a 25 per un microfinanziamento da 4000 a 8000 euro a soggetto beneficiario), garantisca il rilancio imprenditoriale e l'occupazione giovanile, oltre che costituire una facilitazione di accesso al microcredito. Risulta del tutto evidente come questa affermazione sia una falsità", l'affondo del Movimento giovnanile della sinistra.

Che spiega: "A L'Aquila, l'impatto più forte sul tasso di abbandono della città sulla fascia di età produttiva non è dato dalla pur importante imprenditorialità giovanile, ma dall'attuale condizione dei percorsi formativi e del mercato del lavoro. Elementi su cui l'attuale giunta si è resa responsabile di promesse che non solo non ha mantenuto, ma che non può mantenere. La questione, già ampiamente affrontata all'interno dei fondi per il microcredito giovanile erogati sotto forma di prestito a tasso 0 per importi tra 5000 e 25000 euro da Garanzia Giovani, e poi nell'ambito della costruzione del bando "Fare Centro" è regolamentata proprio per costruire forme di sostegno all'imprenditorialità giovanile. Un sostegno che però risulta essere discontinuo e assolutamente non risolutivo delle problematiche strutturali del nostro tessuto produttivo ed economico".

Il Movimento ritiene, piuttosto, che per combattere l'abbandono del nostro territorio da parte dei giovani serva "ripensare complessivamente il ruolo che la nostra città riveste all'interno delle dinamiche industriali, terziarie, infrastrutturali e turistico-naturali del centro Italia, in modo che in futuro si possano garantire occupazione stabile e una economia florida. Su questo campo siamo pronti a costruire un confronto, anche serrato, con questa Giunta che ha fatto della sordità una prassi governativa".

Gli spot elettorali e i contentini "non servono a nessuno, tantomeno alla nostra generazione. Sono passati quasi sette mesi dall'insediamento della maggioranza di centrodestra al Comune dell'Aquila. Un tempo largamente sufficiente a immaginare una progettualità organica sulle politiche giovanili. Questo nuovo capitolo dimostra ulteriormente una sostanziale incapacità di questa giunta, che preferisce delegare a un odg farsa il compito di stanziare una vergognosa mancia dall'evidente sapore elettorale a giovamento di pochissime persone, piuttosto che lavorare su un orizzonte di attrazione di investimenti strutturali anche su base nazionale".

Ultima modifica il Venerdì, 19 Gennaio 2018 17:13

Articoli correlati (da tag)