Stampa questa pagina
Mercoledì, 09 Maggio 2018 15:41

Crisi di maggioranza, centrodestra fa quadrato: "Attacchi ci rendono forti"

di 

Ed ora, il centrodestra prova a ricompattarsi: a seguito della riunione di maggioranza convocata ieri, d'urgenza, per pacificare gli animi surriscaldati dal voto indigesto di Forza Italia e L'Aquila futura all'ordine del giorno delle minoranze sull'allargamento del progetto Sprar ai minori non accompagnati, con il duro scambio d'accusa tra i forzisti e la Lega, è stato diffuso un comunicato stampa firmato dai capigruppo che, di fatto, chiariscono come "gli attacchi dell'opposizione, spesso con futili motivi, hanno reso ancora più forte la maggioranza stessa e più solidi i rapporti tra le componenti della coalizione di governo".

Parole di circostanza, evidentemente. In realtà, il vertice di ieri ha vissuto momenti di altissima tensione, sono volate urla e accuse tra gli esponenti del centrodestra cittadino, e si è assistito anche ad una litigata furente tra l'assessore Sabrina Di Cosimo e il capogruppo di Benvenuto presente Daniele D'Angelo; tuttavia, il centrodestra ha deciso di fare quadrato intorno al sindaco Pierluigi Biondi, almeno per il momento. 

Tra l'altro, il documento è stato firmato da tutti i capigruppo, compreso Roberto Jr Silveri di Forza Italia che alcuni organi di stampa avevano dato per dimissionario. "Il centro sinistra, nel devastante decennio di governo che ci ha preceduto, è stato abituato a vertici di maggioranza che terminavano rasentando lo scontro fisico", scrivono; "noi, al contrario, abbiamo uno stile diverso, improntato al dialogo costruttivo, e anche la città se n'è accorta. Ci vediamo due volte al mese e se in una (in una) occasione ci sono stati dei momenti di tensione, questi accadono in tutte le famiglie. Momenti durati un batter d'occhio visto che l'intesa è stata presto ritrovata senza che il clima si deteriorasse".

Dunque, il centrodestra ha inteso rivendicare i risultati ottenuti nei primi dieci mesi di legislatura: "Siamo consapevoli che il nuovo clima che si respira in Comune da dieci mesi a questa parte sia diverso rispetto a quello che è stato vissuto per dieci anni e che ciò dia fastidio a qualcuno. Ma è stato proprio grazie a questo rinnovato modo di fare che in meno di un anno l'amministrazione del Sindaco Pierluigi Biondi è riuscita a centrare degli obiettivi impensabili nel decennio precedente: gli investimenti sulle opere pubbliche, il recupero dei fondi per L'Aquila in base alla legge regionale 41, i nuovi disciplinari che hanno messo ordine a tante materie a cominciare dal regolamento sullo Sport, il reperimento di decine di milioni di euro per interventi sul Gran Sasso di cui sarà fornito il dettaglio a breve. In poche parole - l'affondo - al nulla dei due lustri che ci hanno preceduto abbiamo sostituito, in meno di un anno, una serie di iniziative concrete e utili per L'Aquila; alcune di queste iniziative sono in fase embrionale, non c'è dubbio, e ciò per il poco tempo che finora abbiamo avuto a disposizione. Ma presto sarà tangibile il loro sviluppo".

Forse, "l'opposizione ancora non digerisce il ruolo cui è stata relegata dalla città nel giugno dello scorso anno, ma deve arrendersi all'oggettività dei fatti, al fallimento del suo decennale governo e ai risultati che il Sindaco Biondi e la maggioranza di centrodestra che lo sostiene stanno ottenendo e che sono sotto gli occhi di tutti". Firmato Giorgio De Matteis (Fratelli d'Italia), Roberto Junior Silveri (Forza Italia), Daniele Ferella (Noi con Salvini), Daniele D'Angelo (Benvenuto Presente), Roberto Santangelo (L'Aquila Futura) e Raffaele Daniele (Udc)

Ultima modifica il Mercoledì, 09 Maggio 2018 16:40

Articoli correlati (da tag)