Domenica, 19 Marzo 2017 18:09

Rugby, Gran Sasso e L'Aquila prime in classifica. Tutti i risultati

di 
Gran Sasso - Capitolina Gran Sasso - Capitolina

Domenica da incorniciare per le due maggiori squadre abruzzesi, con la Gran Sasso che schiaccia la Capitolina e L'Aquila che espugna Parma. In B vince il Paganica ma perde l'Avezzano. Perdono tutte le abruzzesi di C1.

Qui Gran Sasso. Marca ancora il territorio la Gran Sasso contro l'UR Capitolina, vincendo e convincendo gli appassionati accorsi a Villa Sant'Angelo a sostenere il XV grigiorosso. Partono fortissimo gli uomini di Iannucci, Vaggi e Ciancarella e al 2' sono già a segno con Jess Du Toit, gli avanti portano pressione su calcio d'invio conquistando una touche e guadagnando quindici metri con un'organizzatissima maul, sull'avanzamento è la linea veloce a fare la differenza, Antonio Caione penetra ed inventa un offload per Du Toit che taglia dall'esterno all'interno e schiaccia tra i pali. Sette minuti dopo è ancora il sudafricano a finalizzare un contrattacco, scartando tre difensori, dopo un bel break di Francisco Vieira. La partita sembra mettersi su binari ottimali per i grigiorossi, ma al 31' e 32', complici due errori su palloni vacanti, è la Capitolina a trovare il pareggio con le mete di Budini e Varriale. La Gran Sasso è però ormai squadra solida, perfetta sulle fonti di gioco e precisa al piede è capace di riportarsi subito sotto e segnare ancora con Andrea Lofrese che pilota ancora una volta una maul inarrestabile.

La Capitolina non molla mai e parte fortissimo, segnando con Frezza al terzo minuto della ripresa, ben innescato da una serie di offload, ma con la solida consistenza di questi ultimi incontri, i grigiorossi rispondono colpo su colpo un minuto dopo. E' ancora la maul della Gran Sasso a mettere sotto i romani, questa volta è però Iezzi a spuntare dietro ai suoi e a schiacciare in meta per la trasformazione di Valdrappa, subentrato a Du Toit toccato duro all'inizio del primo tempo e precisissimo oggi al piede, 3 su 3 per lui. Poco dopo si chiude la partita, sotto pressione sui propri cinque metri, la Capitolina perde una touche, ben recuperata da Lofrese, palla a largo per Caione, che deborda il difensore diretto e marca la quinta meta grigiorossa.

Al 64' la Gran Sasso allunga ancora con un calcio di punizione di Mattia Valdrappa, prima di concedere a fine partita una meta tecnica ai romani che per gli uomini di Orsini vale un punto importante.

"Contenti del risultato – commenta capitan Daniele Giampietri – abbiamo preso cinque punti importanti e confermato l'imbattibilità in casa, cominciamo a vedere nel gioco i risultati del lavoro che stiamo facendo, dobbiamo soltanto stare attenti ai cali di tensione quando siamo in vantaggio, per il resto bene così".  Tra le note positive della giornata è da rimarcare il debutto del giovane Alessio Di Febo, da poco diciottenne, figlio del sodalizio sportivo Gran Sasso – Sambuceto e l'utilizzo, anche oggi, di tutti i giocatori a disposizione di Iannucci, segnale di grande confidenza nei propri mezzi di tutta la squadra. Domenica prossima sarà il Genova a scendere a Villa Sant'Angelo per la prima giornata di ritorno e c'è da scommettere che i grigiorossi ci terranno particolarmente a continuare la striscia positiva iniziata contro il Pesaro.

Gran Sasso Rugby – UR Capitolina 36-28 (19-14)
Marcatori:p.t. 2' mt. Du Toit tr. Du Toit. (7-0), 9' mt. Du Toit tr. Du Toit (14-0), 31' mt. Budini tr. Colitti (14-7), 32' mt. Varriale tr. Colitti (14-14), 38' mt. Lofrese (19-14); s.t. 43' mt. Frezza tr. Colitti (19-21), 44' mt. Iezzi tr. Valdrappa (26-21), 51' mt. Caione tr. Valdrappa (33-21), 64' cp. Valdrappa (36-21), 81' meta tecnica Capitolina tr. Rebecchini (36-28)
Gran Sasso Rugby: Du Toit (41' Valdrappa), Angelone, Caione, Giampietri (Cap.), Vieira, Lorenzetti (52' Feneziani), Fidanza (66' Anibaldi), Di Cicco, Lofrese, De Rubeis, Di Cesare (60' Suarez), Vaggi (60' Fiore), Guerriero (78' Di Febo), Iezzi (52' Cecchetti), Ciancarella (62' Mandolini) All. Iannucci
UR Capitolina: Marini (25' Rebecchini), Del Monaco (48' Piccinetti), Pianigiani, Varriale, Acquisti, Colitti (60' Del Monaco), Vannini, Budini, De Michelis (58' Gentile), Conti (58' Nardone) , Martire (52' Ricci), Belcastro (41' Frezza) , Montagna (73' Bitonte), Rampa (41' Polioni), Bitonte (58' Vacca) All. Orsini
Arb. Meconi
Cartellini: 44' cartellino giallo Fidanza (Gran Sasso)
Calciatori: Du Toit 2/3 (Gran Sasso Rugby), Valdrappa 3/3 (Gran Sasso Rugby); Colitti 3/3 (Capitolina), Rebecchini 1/1 (Capitolina)
Note: Cielo sereno, spettatori circa 350
Punti conquistati in classifica: Gran Sasso Rugby 5, U.R.C Capitolina 1.

Qui L'Aquila. Bella vittoria dell'Aquila Rugby Club nella quinta di poule promozione di A. Al "Lanfranchi" di Parma i neroverdi superano l'Accademia nazionale "Ivan Francescato", squadra delle giovani promesse del rugby nostrano. Il match termina 19-20 (1-4) con un punteggio che racconta bene quanto la partita sia stata equilibrata fino alla fine.

A sbloccare il tabellino è il centro dell'Accademia Alessandro Forcucci, che va in meta per i suoi. Risponde al 24' Giorgio Erbolini, uno dei metamen neroverdi, che schiaccia oltre i pali. Francesco Cozzi – in giornata di grazia con il suo quattro su quattro al piede – pareggia il 7-7. Nel primo tempo la mischia dell'Aquila si impone, ed è proprio da una maul che scaturisce il fallo che porta al sorpasso poco prima dell'intervallo, con Cozzi dal dischetto.

Si torna in campo e dopo 9 minuti Francesco Giorgini realizza la seconda meta neroverde, con gli ospiti che vanno per la prima volta sopra il break. Una situazione che dura undici minuti, perché al 60' Testa riporta sotto i federali, Biondelli trasforma e si va sul 14-17. A cinque minuti dal termine la svolta, con Cozzi che centra un preziosissimo piazzato. C'è spazio per una meta al 78' di Michelangelo Biondelli. Lo stesso tre quarti di scuola ferrarese fallisce però la trasformazione che avrebbe garantito la vittoria dei padroni di casa.

A fine gara il direttore tecnico Vincenzo Troiani è soddisfatto: "E' stata una partita molto tirata – afferma – abbiamo incontrato la squadra indubbiamente più preparata di tutte, soprattutto sul piano fisico. Nel primo tempo siamo stati bravi a fare pressione in mischia e touche, e abbiamo lavorato sui fianchi. Nella ripresa loro hanno reagito ma abbiamo retto bene, continuando a fare pressioni che si sono dimostrati vincenti".

Con la concomitante sconfitta dei Medicei nello scontro diretto a Recco, L'Aquila conquista la vetta del girone 1 a quota 18 punti, appaiata assieme ai toscani. Domenica 26 marzo, ci sarà la sfida tra le capoliste, al "Fattori" infatti arrivano proprio i Medicei: “Spero che domenica ci sia un bel pubblico allo stadio – auspica Troiani – ci dovrà essere la forza di tutta la città per darci lo spirito giusto del combattimento in campo, necessario a superare una grande squadra”. Sarà indetta la giornata neroverde.

ACCADEMIA NAZ "I. FRANCESCATO" – L'AQUILA RUGBY CLUB 19-20 (7-10)
Marcatori: p.t. 18' m. Forcucci tr. Crosato (7-0); 24' m. Erbolini tr. Cozzi (7-7); 35' cp Cozzi (7-10); s.t. 49' m. Giorgini tr. Cozzi (7-17); 60' m. Testa tr. Biondelli (14-17); 75' cp Cozzi (14-20); 78' m. Biondelli (19-20).
ACCADEMIA NAZ "I. FRANCESCATO": Bacchi (79' Fontana); Costella, De Masi, Forcucci, Moriconi (45' Arcadipane); Quintieri (45' Biondelli), Crosato (41' Casilio); Mordacci, Piantella, Canali; Blessano, Wrubl; Gavrilita (39' Mancini), Testa (61' Gavrilita), Romano (61' Braggie).
A disposizione non entrati: Pomaro.
All.: Roselli / Moretti
L'AQUILA RUGBY CLUB: Cozzi; Caiazzo (76' Palmisano), Erbolini, Angelini, Giorgini; Di Marco, Speranza (65' Carnicelli); Basha (49' Fusco), Gentile (49' Vaschi), Canulli (65' Grassi); Cerasoli, Cialone (75' temp. Basha); Montivero (45' Rossi), Rettagliata, Schiavon (61' Barducci).
A disposizione non entrati: Antonelli.
All.: Troiani / Rotilio
Arb. Chirnoaga (Roma)
Cartellini: -
Calciatori: Cozzi (L'Aquila) 4/4; Crosato (Accademia) 1/2; Biondelli (Accademia) 1/2.
Punti conquistati in classifica: Accademia Naz I Francescato 1; L'Aquila Rugby Club 4.

Serie B. Allo "Iovenitti" il Paganica conquista vittoria e bonus offensivo contro una Partenope coriacea e mai doma. Partono benissimo i rossoneri che vanno in meta al primo minuto con Matteo Andreucci dopo un’ottima azione di tutta la linea dei ¾, subito dopo replica sempre di Andreucci che finalizza un azione dei tre quarti, dopo un ottima fase di conquista.

Il Paganica allenta la concentrazione e permette alla Partenope di insediarsi nella metà campo rossonera: prima un calcio piazzato, poi una meta trasformata riportano la Partenope sotto break. Reagisce il Paganica e da una touche dentro i 22 organizza un drive che Jacopo Cinque finalizza in meta. Preciso il piede di Fabio Rotellini che dopo le prime due trasformazioni mette a segno anche la terza. Il Paganica insiste e realizza con Fabio Rotellini un calcio piazzato. Sul punteggio di 24-10 si chiude la prima frazione.

Alla ripresa il Paganica sembra appagato e ne approfitta la Partenope che con due calci piazzati si avvicina nel punteggio. Reagisce il Paganica e su un'azione di contrattacco realizza una meta con Lorenzo Zugaro. I partenopei non demordono e con una meta tecnica da touche trasformata  muovono ancora il tabellino. Il Paganica riordina le idee e dopo varie azioni da meta non finalizzate, riesce a violare la linea di meta partenopea con Ginofernando Giordani, la trasformazione di Fabio Rotellini è precisa e porta il Paganica sul 36-23.

La Partenope a caccia del punto di bonus difensivo si riversa nella metà campo rossonera e riesce a realizzare la meta che li riporta sotto break, ma è solo un attimo, sulla rimessa il Paganica mette sotto pressione la ricezione partenopea e conquista un calcio piazzato che Rotellini trasforma. Al fischio finale il risultato è di 39 a 30.

Non del tutto soddisfatto coach Sergio Rotellini: "Non abbiamo dato la giusta continuità, troppe volte ci siamo adeguati al loro gioco, abbiamo concesso un po’ troppo in difesa. Diversi sono gli aspetti da migliorare e ci lavoreremo in queste due settimane, ma abbiamo anche la consapevolezza che se rimaniamo ligi al nostro piano di gioco possiamo fare ottime cose. Da qui alla fine del campionato ci giocheremo ogni partita come fosse una finale: siamo consapevoli che l’obiettivo dei play off è perseguibile e ci proveremo fino alla fine". 

L'Avezzano sconta la lunga trasferta e una rosa ridotta a causa di diversi indisponibili e perde a Messina 44-14. Campo difficile per i marsicani e vento forte che ha alzato polvere per tutti gli ottanta minuti. Primo tempo che finisce 34-0 e chiude il match, con i padroni di casa che si impongono in mischia. Nella ripresa reazione dell'Avezzano che non basta: per i gialloneri segnano Andrea Gentile e Momo Traore. Trasformazioni di Marco Milani.

"La rosa ridotta non sminuisce l'impegno dei ragazzi, che hanno giocato in maniera serena - afferma il presidente Alessandro Seritti - tutto sommato è stata una buona prova. Pensiamo già a domenica prossima". Menzione speciale del numero uno giallonero anche per la under 16: "La squadra ha perso (a Roma) ma siamo passati comunque nella seconda fase come seconda classificata. Complimenti ai nostri".

Coppa Italia femminile. il Sambuceto vince tutte le partite della tappa all'Oasi di San Giovanni Teatino (Chieti) e conquista il primo posto assoluto. I risultati: Rugby Sambuceto v Valmetauro Titans 15-0; Rugby Sambuceto v Cus Camerino 6-1; Rugby Sambuceto v Cus Ancona 8-2.

Serie C1. Nella C nazionale perdono tutte le abruzzesi. Nella poule promozione la Polisportiva L'Aquila cede al Frascati 9-40. Nelle poule retrocessione la Gran Sasso cadetta perde a Faenza 30-19, mentre la Polisportiva Abruzzo perde 38-18 a Tivoli.

Serie C2. I risultati del campionato regionale: Pescara Rugby v Rugby Club Tortoreto 66-0; Amatori R. Fermo v Amatori R. Teramo 8-29; Rugby Sulmona v Falconara Dinamis 22-8; Rugby Fabriano v Vecchie Fiamme Old Rugby 13-32.

Under 18. Fermi i campionati under 18, gioca solo la Polisportiva L'Aquila nell'élite in un recupero a Roma contro il Villa Pamphili. Vincono i neroverdi 20-42.

Under 16. Nell'U16 élite Roma Legio Invicta v Polisportiva L'Aquila Rugby 35-17; UR Capitolina v Sambuceto Rugby 66-12. Nell'interregionale U16: Polisportiva Lazio Junior v Polisportiva Paganica Rugby 19-24; Avezzano Rugby v Primavera Rugby 15-17; Polisportiva Abruzzo v Pesaro Rugby 0-53; Adriatica Rugby Club v Rugby Jesi 16-118; Adriatica Rugby Club 2 v Legio Picena San Benedetto 17-12.

Ultima modifica il Domenica, 19 Marzo 2017 20:29

Articoli correlati (da tag)

Chiudi