Domenica, 30 Aprile 2017 18:54

Rugby, i primi verdetti: L'Aquila in semifinale, Gran Sasso salva. Il quadro

di 
Rugby, i primi verdetti: L'Aquila in semifinale, Gran Sasso salva. Il quadro foto Emidio Carnicelli

Ultima giornata di stagione regolare per la Serie A maschile. L'Aquila perde in casa ma va alle semifinali promozione (domenica prossima al Fattori con Valsugana), la Gran Sasso fa il colpaccio a Roma e spedisce la Capitolina in B. Nella A femminile le Belve escono sconfitte ma prendono due punti, mentre sia Paganica che Avezzano perdono in B.

 

Qui L'Aquila. Esce dal campo sconfitta, dopo una partita non bella ma combattuta, L'Aquila Rugby Club, che cede di misura all'Accademia federale "Ivan Francescato". All'Aquila termina 24-28 (1-5) l'ultima della stagione regolare. Il "Fattori" si dovrà trasformare nell'inferno per i patavini del Valsugana, che forti del primato nella poule 2 (dieci vittorie su altrettante gare), affronteranno i neroverdi nelle semifinali promozione. 

 

La partita regala nel primo tempo un dominio netto nel possesso palla da parte dei neroverdi, che segnano la prima meta con Daniel Gentile, in superiorità numerica, a causa di un giallo a Bacchi per placcaggio pericoloso. Le squadre si equivalgono, i neroverdi non riescono a sfruttare le numerosi azioni in attacco, e l'Accademia trova la meta del pareggio poco dopo la mezz'ora, nella prima azione di fatto nella metà campo aquilana. Allo scadere, però, L'Aquila ristabilisce le distanze: touche ai ventidue, bel buco di Francesco Giorgini, che si invola e schiaccia sotto i pali. Si va negli spogliatoi sul 14-7.

 

 

Nella ripresa numerose le sostituzioni da una parte e dall'altra: tra i neroverdi entrano alcuni giocatori con più minutaggio in questa stagione, mentre tra i federali trovano spazio anche i giovani abruzzesi Casilio, Romano e Forcucci. Il vento contrario non favorisce i calci dell'Aquila, che subisce un po' la pressione avversaria: nei primi dieci minuti due mete di Canali e Bacchi – spezzate dal piazzato di Francesco Cozzi – portano per la prima volta in vantaggio l'Accademia. Nella seconda parte della ripresa c'è un sostanziale equilibrio, espresso nel tabellino dalla meta del bonus degli ospiti e dalla terza marcatura neroverde, allo scadere, con Francesco Palmisano. Da segnalare l'esordio assoluto in questa stagione per il tre quarti Andrea Ciofani, proveniente da un lungo infortunio al ginocchio e accompagnato all'uscita dagli applausi del "Fattori".

"Abbiamo concluso questa seconda fase che abbiamo giocato al meglio, con il grande risultato dell'accesso alle semifinali – afferma il direttore tecnico Vincenzo Troiani – ora mettiamo da parte le stanchezze e concentriamoci questa settimana per la partita di domenica prossima.

 

Voglio ringraziare i ragazzi e lo staff per quanto fatto, ma il bello viene ora: dobbiamo concretizzare il lavoro, per due settimane fondamentali".

"Stiamo studiando il nostro avversario alle semifinali – sottolinea il coach Pierpaolo Rotilio – adotteremo una strategia non diversa dal gioco che abbiamo espresso finora. La squadra percepisce un appuntamento sicuramente diverso, senza appelli. Dopo le prime due fasi della stagione, non possiamo accontentarci di nessun altro risultato, se non la vittoria".

 

L'AQUILA RUGBY CLUB v ACCADEMIA FIR "I. FRANCESCATO" 24-28 (14-7)

Marcatori: p.t. 12' m. Gentile tr. Di Marco (7-0); 38' m. D'Onofrio tr. Panunzi (7-7); 40' m. Giorgini tr. Palmisano (14-7); s.t. 42' m. Canali tr. Casilio (14-14); 47' cp Cozzi (17-14); 50' m. Bacchi tr. Casilio (17-21); 60' m. D'Onofrio tr. Casilio (17-28); 78' m. Palmisano tr. Cozzi (24-28).

L'AQUILA RUGBY CLUB: Palmisano; Ciofani (78' Di Marco), Erbolini, Laperuta (47' Antonelli), Giorgini; Di Marco (41' Cozzi), Carnicelli (58' Rettagliata G.); Gentile, Vaschi, Ponzi; Grassi (58' Canulli), Cialone (58' Cerasoli); Rossi (58' Montivero), Fusco (78' Rettagliata N.), Barducci (58' Schiavon).

All. Troiani / Rotilio

ACCADEMIA FIR "IVAN FRANCESCATO": Bacchi (51' Fontana); Arcadipane (47' Moriconi), De Masi (41' Forcucci), Costella, D'Onofrio; Quintieri, Panunzi (41' Casilio); Mordacci, Piantella, Bianchi (51' Blessano); Wrubl, Canali; Mancini Parri (59' Romano), Luccardi (58' Testa), Fischietti (51' Braggié).

All.: Roselli

Arbitro: Meconi (Roma)

Cartellini: 11' giallo Bacchi (Accademia)

Calciatori: Di Marco (L'Aquila) 1/1; Panunzi (Accademia) 1/1; Palmisano (L'Aquila) 1/1; Casilio (Accademia) 3/3; Cozzi (L'Aquila) 2/2.

Punti conquistati in classifica: L'Aquila Rugby Club 1; Accademia FIR "I. Francescato" 5.

Note: giornata soleggiata, temperatura mite. Spettatori 500 ca.

 

Qui Gran Sasso. "Abbiamo dimostrato che il vero valore di una squadra di rugby è il saper essere uniti fino alla fine". E' tutto nelle parole di capitan Daniele Giampietri l'incontro di oggi tra Gran Sasso e Capitolina, con una vittoria arrivata nei minuti finali grazie ad una meta proprio dello storico capitano.

 

Primo tempo difficilissimo per gli uomini di Iannucci, che subiscono la pressione della Capitolina, obbligata a conquistare il bonus offensivo per continuare a sperare di restare nella serie cadetta. I romani passano dopo pochi minuti con una meta da maul, i grigiorossi provano a riportarsi nei 22 avversari, ma troppi errori gli negano la segnatura. Complici tre cartellini gialli combinati a Lofrese, Vaggi e Guerriero la Gran Sasso si trova a giocare tutto il primo tempo in inferiorità numerica, difendendo per 40 minuti, alla fine dei quali i romani riescono a passare una seconda volta, soltanto per una meta tecnica concessa in seguito al crollo di una mischia chiusa.

 

Nel secondo tempo ci si aspetta una Capitolina arrembante, ma la Gran Sasso riesce a respingere colpo sul colpo, avanzando anche sui punti d'incontro difensivi. Al 51' è Lofrese ad aprire le marcature grigiorosse guidando una buona maul, non si arrendono i capitolini che continuano a premere, fino alla meta di Caione che al 73' buca la difesa romana e mette un punto fermo sull'incontro e sul campionato. C'è tempo ancora però per la segnatura di capitan Giampietri, alla fine di una buona azione a largo dei grigiorossi, che sancisce il 14-17 finale e mette la parola fine all'incontro, regalando alla Gran Sasso il secondo posto nella poule 3. A gioire con gli atleti in mezzo al campo c'è la presidente Loredana Micheli: "È la vittoria di un gruppo di ragazzi che ci ha creduto fino alla fine, lottando sempre con determinazione ed umiltà, dopo un anno difficile per tante ragioni".

 

Coach Francesco Iannucci, alla fine della sua prima stagione in serie A da capo allenatore è contento e sollevato e trova parole di elogio per i suoi e per gli avversari: "Dispiace per loro e per il loro allenatore Orsini, a cui porto stima e rispetto per il momento difficile che attraversa, d'altro canto sono davvero contento per la vittoria di oggi, che sancisce il lavoro di un grande gruppo di persone". 

 

UR CAPITOLINA v GRAN SASSO 14 – 17 (14 - 0)

CAPITOLINA: Molaioli, Scaramuzzino, Iacolucci, Bonini (38’ st), Aquisti (12’ st Rebecchini G.), Colitti (30’ st Pianigiani), Vannini, Budini (1' st Cerqua), De Michelis (1’ st Nardone), Contii (7’ st Iachizzi), Manozzii (1’ st Scoccini), Frezza, Bitonte, Rampa (7’ st Polioni) , Di Lullo (32 st Conte).

All.: Orsini-Luise.

GRAN SASSO: Du Toit, Angelone, Caione, Giampietri, Mistichelli, Feneziani, Gulmaraes (19’ st Fidanza), Di Cicco, Lofrese, De Rubeis (26’ st Suarez), Fiore, Vaggi (12’ st Di Febo R.), Guerriero, Cecchetti (9’ pt Iezzi), Mandolini. Non entrati: Paiola, Di Febo A., Di Cesare, Valdrappa.

All.: Iannucci-Ciancarella

Marcatori: 1t. 8’ mt Budini tr Vannini (7-0), 40’ mt di punizione Capitolina tr Vannini (14-0); 2t. 10’ mt Cesari nt (14-5), 33’ mt Caione nt (14-10), 42’ mt Giampietri tr De Toit (14-17).

Calciatori: Vannini 2/2; De Toit (1/3)

Punti: Capitolina 1 – Gran Sasso 4

Arbitro: Sig. Schipani (BN)

Note: Al 30’ 1t. cart. giallo Lofrese, 39’ 1t cart. giallo Guerriero

Man of the match: Luca Conti (Capitolina)

Serie A femminile. Escono sconfitte di misura le Belve Neroverdi sul campo delle Donne Etrusche: risultato finale 26-22, con le neroverdi che conquistano bonus difensivo e offensivo. Le mete delle ospiti sono state realizzate da Alessandra Dell'Orso - tre marcature - ed Elisa Cucchiella. Una trasformazione di Giovanna Fusella. Mischia aquilana superiore, con le Donne Etrusche più ciniche e convinte.

 

Serie B. Dopo la sconfitta esterna del Paganica nell'anticipo di ieri [leggi] perde in casa anche l'Avezzano contro l'Amatori Catania 13-40. I punti dei marsicani sono stati realizzati da Dario Pallotta, che va in meta due volte, e da un calcio piazzato di Roberto LanciottiL'Avezzano regge un tempo, che termina 13-21, durante il quale la partita è equilibrata. Nella ripresa la difesa cede e i siciliani si impongono sul sul ritmo dominando fisicamente.

Serie C1. Nella poule promozione 1 la Polisportiva L'Aquila perde 44-0 a Frascati. Nella poule salvezza la Gran Sasso cadetta si impone sul Faenza 36-7, vince anche la Polisportiva Abruzzo con l'Amatori Tivoli per 21-18.

Under 18. Nel girone laziale il Paganica soccombe in casa con Frascati 12-36. Nel girone marchigiano Baldi Rugby Jesi v Gran Sasso Rugby; Adriatica Rugby Club v Amatori Ascoli 7-17.

Ultima modifica il Domenica, 30 Aprile 2017 20:59

Articoli correlati (da tag)

Chiudi