Domenica, 07 Maggio 2017 19:26

Rugby, L'Aquila vince con bonus in semifinale. In B ok il Paganica

di 
Rugby, L'Aquila vince con bonus in semifinale. In B ok il Paganica foto Marcello Spimpolo

L'Aquila Rugby Club esce dal Fattori nel tripudio del pubblico di casa, che applaude la bella prestazione dei giovani neroverdi. E' questo l'epilogo sperato, e ottenuto, dal XV di Vincenzo Troiani e Pierpaolo Rotilio nella semifinale di andata nei play off per l'accesso al massimo campionato italiano. Il punteggio finale è 30-19 (5-0), con un bonus – frutto di quattro mete realizzate – importantissimo per L'Aquila in vista della partita di ritorno.

L'Aquila non inizia nel migliore dei modi: qualche errore di troppo in attacco e in difesa favorisce il Valsugana, che con il precisissimo piede di Luca Roden infilano due punizioni nei primi otto minuti. I neroverdi prendono le misure, soprattutto in mischia, e pareggiano con due piazzati del giovane estremo Francesco Cozzi. Alla mezz'ora la prima meta dei padroni di casa con Dario Basha, che sfrutta la superiorità numerica (giallo ad Andrea Paparone per falli in mischia), penetra sull'ala e schiaccia oltre i pali. Sul finale di tempo c'è spazio per un terzo calcio di Roden: si va negli spogliatoi sull'11-9.

Nella ripresa la gara mantiene ritmi alti: dopo tre minuti un'azione corale dell'attacco neroverde favorisce Nicola Rettagliata, che con un offload lancia Basha: seconda meta personale per il terza linea toscano. Tre minuti più tardi è il solito Roden a riportare sotto i suoi, ma al 48' Marcello Angelini si guadagna meritatamente il titolo di man of the match: intercetto del centro aquilano e corsa solitaria fin sotto i pali.

Cozzi trasforma e L'Aquila è sopra il break. I circa mille spettatori del Fattori – con una bella rappresentanza dei tifosi ospiti – incitano le squadre. Valsugana alza la testa, si porta in avanti e trova la prima meta con Luciano Lisciani: l'ala abruzzese schiaccia in meta sotto i fischi del pubblico, che protesta per un presunto avanti biancoazzurro. L'Aquila non si perde d'animo e si impone in mischia, conquistando a cinque minuti dal termine una fondamentale meta tecnica, quella del bonus offensivo.

"E' il risultato che avevamo sognato – sottolinea il direttore tecnico Vincenzo Troiani – credo che i ragazzi oggi abbiano dato davvero il massimo conquistando la vittoria con bonus. Non è finita, ovviamente, andremo a Padova a incontrare una squadra aggressiva e organizzata, perché dovranno fare loro il bonus. Sono fiducioso che sapremo comportarci bene anche domenica prossima".

"Sono contento per il risultato – afferma il terza linea Carlo Cerasoli – oggi abbiamo dimostrato di saper lottare e di avere un cuore immenso, oltre che di saperci ritrovare nei momenti di difficoltà. Siamo stati nettamente superiori in mischia, con una prima linea che fa invidia a molte squadre. Sappiamo che a Padova sarà una battaglia, e dovremo arrivarci con umiltà e rispetto per l'avversario. Nulla è ancora fatto".

"Ringrazio a nome di tutto il club la Cord-Net Srl di Bergamo per avere sponsorizzato il match di oggi. Ci auguriamo che la nostra collaborazione possa proseguire anche per il futuro", evidenzia infine il presidente neroverde Mauro Zaffiri.

L'Aquila Rugby Club v Valsugana Rugby Padova 30-19 (11-9)
Marcatori: p.t. 3' cp Roden (0-3); 8' cp Roden (0-6); 16' cp Cozzi (3-6); 22' cp Cozzi (6-6); 32' m. Basha (11-6); 37' cp Roden (11-9); s.t. 43' m. Basha (16-9); 46' cp Roden (16-12); 48' m. Angelini tr. Cozzi (23-12); 63' m. Lisciani tr. Roden (23-19); 75' m. tecnica tr. Cozzi (30-19).
L'Aquila Rugby Club: Cozzi; Palmisano, Erbolini, Angelini, Giorgini; Di Marco, Speranza (63' Carnicelli); Cerasoli, Basha, Canulli (60' Gentile); Vaschi, Cialone; Montivero, Rettagliata (75' Fusco), Schiavon (69' Barducci).
A disposizione: Grassi, Laperuta, Cialente, Rossi.
All.: Troiani / Rotilio
Valsugana Padova: Mamprin: Lisciani (16' temp. Paluello), Dell'Antonio, Calderan, Beraldin (75' Paluello); Roden, Piazza; Girardi, Chimera, Rizzo (69' Caldon); Sironi, Trevisan; Paparone (35' Varise), Pivetta (57' Sanavia), Caporello (60' Chapple).
A disposizione: Rampazzo, Sartor, Giallongo.
All.: Roux
Arb. Rizzo (Crema)
AA1 Meconi (Roma), AA2 Pier'Antoni (Roma)
Quarto uomo: Salvi (L'Aquila)
Cartellini: 25' giallo Paparone (Valsugana)
Calciatori: Roden (Valsugana) 5/5; Cozzi (L'Aquila) 4/7
Note: giornata nuvolosa, terreno in buone condizioni. Spettatori circa 1000.
Punti conquistati in classifica: L'Aquila Rugby Club 5; Valsugana Rugby Padova 0.
Man of the match: Marcello Angelini (L'Aquila)

Serie B. In campo anche la Serie B, con l'ultima giornata del girone 4. Allo "Iovenitti" 28-15 il Paganica conclude la stagione in bellezza con una vittoria 28-15 sulla Capitolina cadetta. Per i rossoneri due mete di Ginofernando Giordani, una di Matteo Andreucci e una di Antonello Anitori. Mete tutte trasformate da Stefano Rotellini. Ultima partita in carriera per Stefano Ciampa, prima linea classe 1979 e idolo di casa.

"Abbiamo giocato bene sotto tutti i punti di vista, sia nelle fasi di conquista che nel gioco a largo - afferma il coach rossonero Sergio Rotellini - la tanta gente sugli spalti e l'entusiasmo sono le cose da cui ripartire la prossima stagione".

Esce sconfitta dal campo di Civitavecchia l'Avezzano, che perde 47-24. Primo tempo disastroso per i gialloneri che soccombono 40-0. Nella ripresa rialza la testa l'Avezzano, e segnano quattro mete con Luca Venditti (2), Mohamed Traore e Riccardo Pietrantoni. Due le trasformazioni di Roberto Lanciotti. In campo diversi giovani, quattro classe 1998 e uno classe 1999.

"E' stata una partita di fine stagione per entrambe le squadre - il commento del presidente Alessandro Seritti - il nostro bilancio a fine stagione è assolutamente positivo, con l'obiettivo della salvezza tranquilla conquistata già nella prima parte di stagione. Terminiamo affrontando una fase poco stimolante e di stallo nell'ultimo periodo, ma gettando le basi per la prossima stagione".

Serie C1. Nell'ultima giornata delle poule promozione e salvezza vince la Polisportiva L'Aquila ad Anzio (18-21), mentre nei gironi salvezza perdono la Gran Sasso (19-14 a Castel San Pietro Terme) e la Polisportiva Abruzzo (17-12 a Latina).

Under 16. Nel girone 3 della seconda fase marchigiana l'Adriatica Rugby Club vince 0-29 in casa dell'Amatori Ascoli.

Ultima modifica il Domenica, 07 Maggio 2017 19:57

Articoli correlati (da tag)

Chiudi