Venerdì, 13 Aprile 2018 15:18

L'Aquila capitale italiana del rugby: festa al Fattori con le Zebre e i Dragons

di 
L'Aquila capitale italiana del rugby: festa al Fattori con le Zebre e i Dragons Foto Marco Molina

L'Aquila capitale italiana del rugby, almeno per un giorno.

Sale la febbre in città per l'evento sportivo dell'anno: nel pomeriggio, una doppia sfida accenderà lo stadio 'Tommaso Fattori'. Alle ore 14:30 via all'ottava giornata del campionato nazionale di Serie A, con il match tra L'Aquila Rugby Club e Cus Genova; a seguire, si giocherà per la prima volta in centro Italia una partita del torneo celtico Guinness PRO14, la competizione professionistica delle federazioni di Galles, Irlanda, Italia, Scozia e Sudafrica: la franchigia federale Zebre Rugby Club sfiderà i gallesi del Newsport Gwent Dragons.

Nella rosa delle Zebre, di cui fanno parte molti giocatori appartenenti al giro della nazionale, c'è anche Giovambattista Venditti, tre quarti ala nato e cresciuto ad Avezzano. La squadra è allenata, attualmente, dall'irlandese Michael Bradley ma nello staff tecnico ci sono anche Alessandro Troncon (allenatore dei tre quarti) e Andrea De Rossi (team manager).

Ha confermato la presenza per l'evento di domani il commissario tecnico della nazionale italiana rugby Conor O'Shea.

In città sono attesi tifosi, appassionati e rugbisti da diverse regioni italiane: giovedì sera, le prevendite avevano già sfondato quota 2.000 tagliandi venduti. All'esterno del Fattori, su viale Gran Sasso, sarà allestito il Peroni Village, un villaggio del III Tempo con street food, birra, animazione, gonfiabili e musica, dalle 12 a mezzanotte.

"L'idea di disputare all'Aquila l'incontro con i Dragons ci è venuta lo scorso settembre", ha spiegato l'amministratore unico delle Zebre Andrea Dalledonne. "Dall'anno scorso le Zebre sono tornate in pieno sotto l'egida della Fir e questo passaggio ci ha portato a ripensare il ruolo che deve avere una franchigia federale. Questa deve essere la squadra di tutta l'Italia, non solo del nord. E quando abbiamo riflettuto su dove poter giocare ci è venuto naturale scegliere L'Aquila, una città dove si vive e respira rugby, una delle capitali di questo sport. E' la prima volta che le Zebre scendono sotto il Po, vi assicuro che spostare un incontro di Pro14 non è una cosa facile dal punto di vista organizzativo. Mi piacerebbe che questo diventasse un appuntamento fisso, una consuetudine da ripetere anche negli anni a venire. Spero che potremo definire con il Comune un accordo".

Tra i 'registi' dell'evento Totò Perugini, bandiera delle Zebre e dell'Aqula Rugby (nella sua carriere ha vestito entrambe le maglie), attuale vice presidente della Federazione italiana rugby: "In questo momento di crisi è importante far capire ai ragazzi i principi che il rugby può trasmettere e L'Aquila, con la sua tradizione e la sua storia, si è sempre fatta portatrice, in Italia e in Europa, del vero spirito del nostro sport. Siamo felicissimi essere qui, speriamo possa esserci tanta gente".

La giornata avrà una madrina speciale: l’attrice Nicoletta Romanoff, una delle giovani attrici più amate dal pubblico italiano e grande appassionata di rugby.

Il fischio d'inizio del match tra Zebre Rugby Club e Newsport Gwent Dragons è fissato alle ore 17. Prima, come detto, scenderà in campo L'Aquila rugby club per l'ottava giornata del campionato di serie A: a sfidare i neroverdi il Cus Genova, la vera rivelazione del torneo, in testa alla classifica del girone 1 con sette vittorie in altrettante gare e ben 34 punti. "Vogliamo onorare questa grande giornata di rugby con un impegno adeguato all'occasione – ha affermato nel pre partita il direttore tecnico neroverde Vincenzo Troiani – sappiamo bene che abbiamo ancora tanti atleti con piccoli infortuni ma questo non sarà un limite alla nostra voglia di fare bene. Ci aspettiamo un folto pubblico, che sia il sedicesimo uomo in campo per noi e per le Zebre". 

 

Ultima modifica il Sabato, 14 Aprile 2018 00:25

Articoli correlati (da tag)

Chiudi