Sabato, 14 Aprile 2018 19:15

L'Aquila Rugby Club, nulla da fare con il Cus Genova di fronte ai 6mila del Fattori

di 
L'Aquila Rugby Club, nulla da fare con il Cus Genova di fronte ai 6mila del Fattori Foto Marco Molina

Non è bastata la splendida cornice del Tommaso Fattori a spingere alla vittoria L'Aquila Rugby Club, che cede 26-47 (1-5) alla capolista del girone 1 di Poule Promozione Cus Genova.

Davanti ai 6mila di uno stadio in festa anche per l'arrivo del Guinness PRO14, il quindici neroverde di Vincenzo Troiani e Pierpaolo Rotilio ha lottato fino alla fine ma i genovesi sono stati più solidi in difesa e in attacco, dimostrando di essere la squadra da battere nel girone.

I tanti infortuni che hanno gravato l'organico nelle scorse settimane nella grinta e nella determinazione dei neroverdi oggi sembravano scomparsi. Il giovane XV aquilano si è battuto in campo, spinto dalle migliaia di tifosi sugli spalti. Tuttavia non è bastato a portare a casa la partita.

La prima mezzora il match è estremamente equilibrato con tre mete per parte, tutte trasformate, che portano il risultato sul 21 a 21. Alla fine del primo tempo è Ricca a rompere gli indugi, portando le squadre negli spogliatoi sul 21-28.

Nella ripresa emerge la maggiore solidità fisica del Cus Genova, che realizza tre mete nella prima mezzora e chiude il match. Consolazione all'ultima azione per il capitano Carlo Cerasoli, che marca la meta del bonus difensivo per il 26-47 finale.

“E' stata una buona partita giocata nonostante i nostri limiti di organico – afferma nella conferenza stampa post partita il direttore tecnico Vincenzo Troiani – i ragazzi hanno retto bene, fino a quando abbiamo avuto la possibilità di fare cambi. Ringrazio la squadra che ha dato tutto, anche oltre le proprie capacità fisiche. Terremo duro per le ultime due partite di campionato”.

Tra i giocatori presenti in conferenza stampa Dario Basha, autore della seconda meta neroverde e poi uscito per problemi fisici: “Ognuno di noi cercherà di dare tutto fino alla fine del campionato – ha affermato l'avanti toscano – io ho cercato di continuare a giocare ma non ce l'ho fatta, e non potevo lasciare la squadra con una pedina in meno. I miei compagni si sono battuti dall'inizio alla fine”.

Tabellini

L'AQUILA RUGBY CLUB v CUS GENOVA RUGBY 26-47 (21-28)

Marcatori: p.t. 13' m. Zini tr. Sandri (0-7); 16' m. Angelozzi G. tr. Viacava (7-7); 19' m. Zini tr. Sandri (7-14); 22' m. Basha tr. Viacava (14-14); 27' m. Taylor tr. Sandri (14-21); 32' m. Angelozzi tr. Viacava (21-21); 40' m. Ricca tr. Sandri (21-28); s.t. 53' m. Borzone (21-33); 67' m. Di Vietro tr. Sandri (21-40); 70' m. Migliorini tr. Sandri (21-47); 80' m. Cerasoli (26-47)

L'AQUILA RUGBY CLUB: Palmisano; Angelozzi G. (70' Ciofani), Sansone, Angelini (61' Angelozzi P.), Rettagliata G.; Viacava, Speranza; Cerasoli (c), Troiani (41' Ciaglia), Ponzi; Basha (26' Barducci), Grassi; Rossi (70' Tinari), Fusco, Grant. A disposizione: Vaschi, Rettagliata N. All.: Troiani / Rotilio.

CUS GENOVA RUGBY: Borzone (65' Migliorini); Salerno, Sandri, Ricca, Papini (74' Ciranni); Zini, Garaventa; Imperiale F. (c), Baldelli (52' Di Vietro), Pendola (65' Bertirotti); Imperiale P. (63' Torchia), Taylor; Cavallero (52' Barry), Perini (63' Bortoletto), Cattaneo (74' Rifi). All.: Askew

Punti conquistati in classifica: L'Aquila Rugby Club 1; Cus Genova Rugby 5

Ultima modifica il Sabato, 14 Aprile 2018 22:52

Articoli correlati (da tag)

Chiudi