Domenica, 16 Febbraio 2014 18:08

Rugby. L'Aquila vince in rimonta, perde la Gran Sasso. I risultati di B e C

di 
Niccolò Speranza dell'Aquila Rugby Niccolò Speranza dell'Aquila Rugby Foto Colantoni

Il campionato nazionale della Serie A di Rugby è giunto alla quattordicesima giornata. Nel girone A, non si ferma il cammino vincente dell'Aquila Rugby, che sotto per quasi tutta la partita, vince a Padova contro il Rubano 19 a 15, dimostrandosi regina della classifica. Nel girone B, perde ancora la Gran Sasso, 15 a 6 a Vicenza contro i Rangers. In B l'Avezzano perde 21 a 0 con i romani del Primavera, mentre in Serie C spiccano la sconfitta casalinga del Cus L'Aquila contro la Polisportiva Abruzzo e la vittoria travolgente dell'Aquila Rugby Neroverde sul Capistrello.

SERIE A (GIRONE A). Al termine di una partita sofferta, vissuta in rimonta, L’Aquila supera il Rubano e difende l’imbattibilità, salda sul primo gradino della classifica. Dopo un primo tempo vissuto in penombra, sotto di 11 punti (meta di Borsetto e calci di Mercanzin per i padroni di casa), decisive nella ripresa le mete di Brancoli (per lui esordio in neroverde, entrato al 24’ del secondo tempo), Antonelli e Castle (queste ultime trasformate da Biasuzzi).Una vittoria al fotofinish che evidenzia come sia davvero l'anno dell'Aquila Rugby, che guida saldamente il girone con ben 12 punti sul Pro Recco.

Due gli esordi di oggi: oltre Brancoli, per la prima volta in campo in qualità di giocatore, il tecnico degli avanti Ulises Gamboa che commenta così al termine dell’incontro: "Ho vissuto l’esordio in neroverde con grande emozione, sentendo una grossa responsabilità visto il risultato a nostro sfavore; poi la vittoria allo scadere è stato il regalo migliore per coronare questo giorno. E' stata una partita combattuta, in cui abbiamo sofferto la grinta e l’aggressività dei nostri avversari perché siamo entrati in campo poco concentrati.

"Ma - continua il sudamericano - abbiamo combattuto fino alla fine e, grazie alla concentrazione ritrovata, siamo riusciti prima a recuperare e poi a vincere. Dopo aver sbagliato molto in touche e con pochi palloni di qualità siamo finalmente riusciti a ritrovare la nostra identità di gioco, sempre avanzante in mischia e in ogni punto di incontro, riuscendo così a portare a casa la partita".

Roccia Rubano v L’Aquila Rugby 14 – 19 (11 – 0)

Rubano: Borsetto; Sattin, Belluco, Ercolino, Russo; Mercanzin, Prati; Negriolli (30’ st Luchetti), Caldon, Baraldo (24’ st Ricardi); Cucchio, Viel; Bortoletti (16’ st Canova), Giovanni Marchetto, Giuriatti (36’ st Crozzoletto). A disp.: Gregorio Marchetto, Fiorita, Sandonà, Colleselli. All. Artuso

L'Aquila: Matzeu; Bonifazi, Castle, Mattoccia (26’ st Antonelli), Santillo (15’ st Biasuzzi); Forte, Speranza, Cialone, Di Cicco, Gorla; Fiore, Flammini (21’ st Brancoli); Iovenitti (28’ st Gamboa), Cocchiaro (25’ st Rettagliata), Colaiuda (6’ st Milani). A disp.: Di Roberto, Carnicelli. All. Raineri

Arbitro: Sgardiolo di Rovigo

Marcatori. Primo tempo: 22’ m. Borsetto, 35’ c.p. Mercanzin; Secondo tempo: 5’ c.p. Mercanzin, 20’ c.p. Mercanzin, 24’ m. Brancoli, 35’ m. Antonelli tr. Biasuzzi, 49’ m. Castle tr. Biasuzzi

Note. Parziale primo tempo: 11-0. Spettatori: 300 ca. Cartellini gialli: p.t. 35’ Speranza; s.t. 10’ Negriolli, 32’ Borsetto. Punti in classifica: 1-4

I risultati della XIV giornata: Rubano Rugby v L’Aquila 14 – 19 (1–4); Pro Recco v Lyons Piacenza 33 – 31 (4–1); Rugby Udine 1928 v Accademia FIR 16 – 10 ( –1); Franklin&Marshall Cus Verona v RC Valpolicella 20 – 3 (4–0); Firenze Rugby 1931 v Rugby Colorno rinviata per impraticabilità del campo; Romagna RFC v Rugby Brescia 23 – 32 (0–5).

La classifica: L’Aquila Rugby 1936 punti 60; Pro Recco punti 48; Lyons Piacenza punti 43; Accademia FIR* 42 punti; Valpolicella punti 39; Cus Verona punti 42; Rugby Colorno* punti 36; Banco di Brescia punti 28; Udine punti 22; Rubano* punti 15; Firenze* punti 14; Romagna punti 6. *una partita in meno

 

AAAvicenza gransassoSERIE A (GIRONE B). Sconfitta esterna per la Gran Sasso Rugby, alla BPVI Arena di Vicenza contro il Rangers. I veneti si impongono 15 a 6, conquistando quattro punti che valgono la vetta del girone. Grazie alla sconfitta interna del Cus Torino, infatti, il Vicenza è ora primo a quota 43 punti assieme al Valsugana Padova.

Inizio in salita per la Gran Sasso. I biancorossi vicentini sbloccano il punteggio al quarto d'ora, con una meta di mischia trasformata dall'estremo sudafricano Jan Strumpher. Alla mezz'ora è ancora un carrettino del Vicenza a mettere in difficoltà gli aquilani: Herenù schiaccia in meta, Strumpher non trasforma. Dopo l'uno-due la Gran Sasso non demorde e attacca, piazzando un calcio, prima dell'intervallo, con Andrea Banelli. Si va negli spogliatoi sul 12 a 3.
Nella ripresa i ragazzi di Rotilio scendono in campo determinati. Dopo undici minuti un altro piazzato di Banelli permette agli abruzzesi di scendere sotto il break. Poi, è solo Gran Sasso, che attacca e staziona nei ventidue avversari per tutto il secondo tempo. Alla mezz'ora, dopo un'azione molto lunga, un calcio furbo di Brandizzi lancia Pallotta che schiaccia in meta. Sarebbe stata la meta decisiva, ma nulla di fatto. L'arbitro, infatti, annulla per la sua stessa involontaria ostruzione a un giocatore del Vicenza. Sfumato il potenziale sorpasso, i veneti sul finale sono bravi a procurarsi una punizione nell'unica azione fuori dalla loro ventidue di tutto il secondo tempo: Strumpher piazza e fissa il punteggio finale sul 15 a 6.

"La partita è stata risolta solo negli ultimi minuti – dichiara a fine gara Pierpaolo Rotilio – Se non ci avessero annullato la meta, avremmo vinto noi e non avremmo rubato nulla. Ci abbiamo creduto fino alla fine, la squadra ha voglia di vincere e di confrontarsi con tutti. Onore al Vicenza che ha sfruttato i nostri unici due errori, dimostrando di essere una delle squadre più pronte al salto di categoria". "Oggi finalmente siamo riusciti a mettere in campo il nostro gioco – conclude il coach – i risultati arriveranno, i ragazzi hanno voglia di riprendersi le prime posizioni della classifica. I segnali che ho visto sono molto chiari. Nonostante il risultato, sono ottimista e fiducioso".

Rangers R. Vicenza v Gran Sasso Rugby 15-6 (12-3)

Rangers R. Vicenza: Strumpher, Gastaldo (38' pt Bonuomo), Herenù (32' st De Toni), Tonello, Iotti, Doglioli, Masi (38' st Boscolo), Torregiani, Santinello, Stanica (32' st Pelizzari), Fracca, Meggiolaro, Furegon (28' st Amura), Cenghialta, Pogni. A disp.: Bertuzzo, Barbato, Marchiori. All.: Serventi

Gran Sasso Rugby: Pallotta, Valdrappa (35' st Marchetti), Giampietri, Mancini R. (27' st Feneziani), Mistichelli, Banelli, Brandizzi, De Rubeis (13' st Giammaria), Santavenere (20' st Sacco), Suarez (25' st Pattuglia), Mercurio (13' st Parisse), Vaggi, Guerriero (20' st Ciancarella S.), Iezzi (32' st Rotilio M.), Mandolini. All.: Rotilio P.

Arbitro: Muscio (Prato)

Marcatori. Primo tempo: 17' m Torregiani tr Strumpher; 30' m Herenù nt; 39' cp Banelli. Secondo tempo: 3' cp Banelli; 30' cp Strumpher.

Note. Tempo sereno, terreno in ottime condizioni. Spettatori circa 300. Punti in classifica: 4-0. Man of the match: Herenù

I risultati XIV giornata: Zhermack Badia v Amatori Capoterra 32 – 17 (5-0); Novaco Alghero v Valsugana Padova 10 – 25 (0-4); Cus Torino v Cus Perugia 11 – 13 (1-4); UR PratoSesto v Banco di San Giorgio Cus Genova 29 – 05 (5-0); Rangers Vicenza v Gran Sasso Rugby 15 – 06 (4-0). Riposa Benevento.

La Classifica: Valsugana e Vicenza 43, Torino e Badia 41, Gran Sasso 32, Perugia e Prato Sesto 27, Capoterra 24, Alghero 22, Genova 18, Benevento 16.

 

SERIE B (GIRONE D). In Serie B l'Autosonia Avezzano perde 21 a 0 a Roma contro la Primavera. Un punteggio troppo severo, considerando che la prima frazione di gioco si è conclusa sullo 0 a 0 ed è stata dominata interamente dai marsicani. Nel primo tempo, infatti, due azioni (una con la tre quarti e una con la mischia) non sono arrivate alla finalizzazione, a cinque metri dalla linea di meta. Nella ripresa, l'inesperienza ha giocato a svantaggio dell'Avezzano, scesa in campo sottotono. Due mete nei primi minuti hanno piegato gli abruzzesi, aprendo la strada alla vittoria del Primavera. In classifica per l'Avezzano cambia poco: perdono nettamente anche Ragusa e Rieti, rispettivamente a Frascati e Messina.

I risultati XIV giornata: Primavera Rugby - Autosonia Avezzano 21 – 0 (4-0); Amatori Messina - Arieti Rieti 41 – 10 (5-0); Partenope Napoli Rugby - Cus Roma 13 – 21 (0-4); Rugby Città di Frascati - Ragusa Rugby Club Padua 26 – 03 (5-0); Svicat Rugby Lecce - Reggio Calabria 19 – 13 (4-1); Colleferro - Unione Viterbo 50 – 12 (5-0).

La classifica: Cus Roma punti 59; Città di Frascati punti 53; Amatori Messina punti 47; Colleferro punti 43; Primavera punti 42; Lecce punti 35; Viterbo punti 33; Reggio Calabria punti 32; Partenope Napoli punti 28; Rieti punti 12; Ragusa e Avezzano punti 11.

 

SERIE C. Nel campionato regionale ha riposato la capolista Paganica. Tortoreto, seconda in classifica, vince a tavolino contro Old Pescara, che non si presenta in campo per la seconda domenica consecutiva. Il Cus L'Aquila perde in casa 21 a 17 contro la Polisportiva Abruzzo (per gli universitari mete di D'Ovidio e Della Rocca) mentre L'Aquila Rugby Neroverde travolge Capistrello 83 a 0. Nell'anticipo di ieri, il Sambuceto / Gran Sasso ha battuto il Sulmona 60 a 7.

Ultima modifica il Domenica, 16 Febbraio 2014 19:45

Articoli correlati (da tag)

Chiudi