Inchieste

Nell'angusto e disordinato ufficio che in quel tempo serviva da redazione, direzione ed amministrazione a "La Voce d'Italia", uno dei giornali in lingua italiana che escono a Caracas, il direttore Attilio M. Cecchini, un giornalista che sembra piuttosto, grazie al suo fisico, un rubacuori del cinema italiano, prese a cura personalmente la misteriosa scomparsa dei suoi sette compatrioti. Dopo una riunione non ufficiale col suo capo di redazione, Gaetano Bafile, decise di indagare a fondo per conto del giornale e…
A cinque anni dal terremoto, decine di cittadini aquilani sono costretti a vivere ancora in abitazioni di fatto inagibili. Dal 2009, circa 120 residenti delle case comunali di S. Gregorio stanno combattendo una battaglia con il Comune dell'Aquila per vedersi riconosciuti alcuni diritti fondamentali: essere trattati al pari di tutti gli altri cittadini e, soprattutto, abitare in una casa sicura, confortevole e antisismica. NewsTown si era occupato del caso già la scorsa settimana, in seguito a una segnalazione/denuncia del presidente…
Negli ultimi venti anni, dopo la chiusura degli storici stabilimenti dell'Italtel, diverse società si sono avvicendate nell'area del polo elettronico dell'Aquila: Flextronics, Finmek, Cnx Siemens, Compel e Intecs le principali. Nomi che rimbalzano ormai da anni sui media locali per le vertenze che vedono protagonisti lavoratori, sindacati e aziende. Nella maggior parte dei casi, infatti, le imprese si sono insediate ma, dopo pochi anni, sono andate via. Negli ultimi mesi, come è noto, è in corso la trattativa per l'insediamento…
L'indagine condotta dalla Sezione Criminalità Organizzata della Questura dell'Aquila e contenuta in una informativa inviata alla Procura Distretturale agli inizi del giugno 2011, non ipotizzava soltanto che l'allora assessore alle Opere pubbliche della Giunta Cialente, Ermanno Lisi, si fosse adoperato per far si che i contributi elargiti dallo Stato per la ricostruzione lievitassero considerevolmente. Anzi. Talvolta, scrivono gli inquirenti, Ermanno Lisi avrebbe proposto ai suoi 'clienti' delle soluzioni alternative o degli escamotage per superare ostacoli legislativi. In particolare, per quel…
'Mazzette'. A parlarne apertamente è l'allora assessore alle Opere pubbliche del Comune dell'Aquila, Ermanno Lisi. Mazzette che dirigenti della nostra amministrazione avrebbero ricevuto da un importante imprenditore della città. E' il 14 ottobre del 2010. Sono le 17:48. L'assessore Lisi è in macchina con l'architetto Ciccone. Ermanno: "... ha fatto 8 milioni di euro di lavori di puntellamento... dimmi che cazzo di cose che ci stanno tra quissi... " Pio: "quindi..." Ermanno: "ma... no, è pericoloso... Ciccò... questo è quello…

 

Chiudi