Playtime

Playtime

PANZALONE PAGA - Nei supermercati già circolano pandori e panettoni e anche sulla stampa specializzata, a questo punto dell’anno, inizia a delinearsi la riflessione sul cinepanettone. Piero Armocida, su Il Giornale, ci ricorda da dove veniamo, dal 1983 con il capostipite Vacanze di Natale e, dopo 26 anni, nel 2019 nessuno raccoglie il testimone di questa formula cinematografica. Il perché è spiegato nell’esaurirsi di un filone che non paga più. I favolosi incassi, il cui picco fu di oltre 28…
SIGNORA MIA, IL CINEMA NON È PIÙ QUELLO DI UNA VOLTA - Le scorse settimane ci siamo attardati (qui e qui) sull’attacco degli ‘autori’ contro il film di supereroi Marvel. Pensavamo che il furore si fosse placato e invece Martin Scorsese, nei giorni dell’uscita del suo film Irishman, prodotto e distribuito da Netflix, torna a precisare il suo punto di vista, con un intervento sul New York Times, anche per replicare a Bob Iger, CEO Disney che lo aveva bacchettato:…
Giovedì, 31 Ottobre 2019 12:32

Lezioni di cinema e poi Tik Tok

di
LA DITTATURA DEL CINEMERCATO – Lezioni di cinema. Questa volta le dà Bertrand Tavernier, regista e critico, in occasione della sua presenza alla Festa del Cinema di Roma, interviene con una riflessione che fotografa la situazione attuale della produzione cinematografica, a proposito della polemica sui ‘film – hamburger’ di Marvel. “Penso che Scorsese e Coppola – dice il regista – abbiano detto cose molto intelligenti e sensate. Occorre essere attenti ai termini, ma c’è sempre stata una differenza tra un…
Giovedì, 24 Ottobre 2019 18:05

Film hamburger e contadini visivi

di
LEZIONI DI CINEMA – Dalla festa del cinema di Roma è un profluvio di dichiarazioni, proiezioni, incontri, da Wes Anderson a Fanny Ardant, passando per John Travolta, Bill Muray, Lucia Bosè, Olivier Assayas, Ron Howard, Kore-Eda Hirokazu, Edward Norton, Viola Davis e molti altri. Tra i tanti scegliamo di segnalare le dichiarazioni del ‘venerato maestro’ Martin Scorsese e il suo Irishman per avere un oracolo sui tempi moderni, visto che il film glielo ha prodotto Netflix: ‘Le condizioni erano chiare:…
MILIONI - Walt Disney ha rinunciato a 13 milioni di dollari di pubblicità da Netflix destinati ad  investimenti sui canali della società di Burbank che però sta per lanciare entro l’anno il suo servizio streaming e non vuole favorire la concorrenza. La spesa in pubblicità annuale di Netflix è di quasi 100 milioni di dollari, scrive Italia Oggi, ma Warner Media arriva fino a 300 milioni di Warner Media. Quindi tutto questo circolar di milioni dovrebbe investire anche l’Italia dove…
JOKER, L’IMPORTANTE È INCASSARE - ‘Come si vende un film su un solitario malato di mente con una pistola in un paese dove le sparatorie di massa sono sempre più comuni?’si chiedono Rebecca Keegan e Ryan Parker su Hollywood Reporter in una settimana dominata da Joker, fuori e dentro lo schermo. Il ‘la’ lo avevano dato una decina di giorni fa un gruppo di famigliari delle vittime della strage del 2012 nella multisala di Aurora in Colorado, chiedendo alla Warner…
LA PECORA SPIEGATA AI CINEFILI - «Ho immaginato la casa di Berlusconi come un luogo freddo e ostile. Fa freddo perché l’aria condizionata è troppo alta e le pecore muoiono. Ma la pecora è mostrata mentre guarda la tv, e in tv c’è un gioco televisivo, e ovviamente Berlusconi è noto per aver sviluppato questo tipo di programma televisivo che è stato criticato per essere molto superficiale. Quindi, alla fine, ci troviamo a chiederci se la pecora sia morta a…
SEGUI IL DENARO - In questa settimana abbiamo capito che se porti un’influencer al cinema, lei sbanca. Chiara Ferragni è protagonista di un documentario o meglio di un esperimento che ha mescolato il massimo della popolarità social con il minimo dell’appeal commerciale cinematografico, il risultato è il film di Elisa Amoruso, Chiara Ferragni: unposted, che nel primo dei soli tre giorni di programmazione nelle sale italiane, ha incassato 513.543 euro, con 51.219 presenze in sala (dati Cinetel). Il documentario ha…
SASSI ASSICURATI - Le cronache cinematografiche del dopo estate e del dopo Mostra del Cinema di Venezia sono proiettate verso le uscite del prossimo autunno/inverno, con un occhio ai botteghini che si sperano più danarosi dello scorso anno. Il film di Checco Zalone in uscita a gennaio 2020 dovrebbe essere determinante per far aumentare le medie degli incassi per tutti i cinema. Intanto film e serie si continuano a girare e a Matera le riprese del nuovo film dedicato a…
SOFFICI CORTI - Una notizia uscita qualche mese fa che però torna utile nei tempi magri delle cronache cinematografiche estive, ricche di interviste e di anticipazioni per l’autunno e dal Festival di Venezia. La notizia era che Pixar arruovala nuovi narratori, animatori, artisti, film-maker nel programma SparkShorts https://www.pixar.com/sparkshorts, parola del presidente Jim Morris. Nel frattempo per far capire il tipo di lavoro svolto dalle nuove leve sono usciti i primi cortometraggi di animazione prodotti da Pixar Animation Studios e anche…
Pagina 1 di 10
Chiudi