Sabato, 16 Novembre 2019 12:43

Zalone paga, Herzog guarda il wrestling, Abruzzo FC in video

di 
Immagine dal manifesto del film Citizen Rosi Immagine dal manifesto del film Citizen Rosi

PANZALONE PAGA - Nei supermercati già circolano pandori e panettoni e anche sulla stampa specializzata, a questo punto dell’anno, inizia a delinearsi la riflessione sul cinepanettone. Piero Armocida, su Il Giornale, ci ricorda da dove veniamo, dal 1983 con il capostipite Vacanze di Natale e, dopo 26 anni, nel 2019 nessuno raccoglie il testimone di questa formula cinematografica. Il perché è spiegato nell’esaurirsi di un filone che non paga più. I favolosi incassi, il cui picco fu di oltre 28 milioni di euro per Natale sul Nilo, si sono affievoliti nel tempo, 8 milioni ha totalizzato l’uscita natalizia del 2018 con Boldi e De Sica riuniti in Amici come prima. Ma è ormai Checco Zalone a suscitare l’entusiasmo del pubblico delle feste, per questo dall’inizio di gennaio l’attesa è per il suo Tolo Tolo sul quale puntano i cinema per iniziare bene con gli incassi del 2020. Intanto in Italia i film più visti quest’anno, fino ad ora, sono Il re leone e Avengers Endgame, entrami si muovono oltre i 30 milioni di incasso al cinema, segue Joker con 28 milioni circa.

STAR WERNER - Zalone sì, ma anche il venerato Werner Herzog che dall’alto della sua carriera di riconosciuto autore cinematografico si ‘permette’ di recitare in The Mandalorian di Jon Favreau, serie tv in streaming con Disney+ e spin off di Guerre stellari. Il regista tedesco rivela però che non è detto che guarderà la serie. L’intervista è di Will Thorne su Variety e Herzog aggiunge che non ha neanche visto i film della saga di Guerre Stellari, vede tre o quattro film l’anno, non di più, mentre legge molto e si sofferma sulla tv e su programmi che, a suo dire, possono fargli capire cosa guardano molte altre persone: il wrestling o il reality sulla famiglia di modelle Kardashian: ‘Per quanto volgari possano essere, non ha molta importanza, ma bisogna trovare una specie di orientamento. Come dico sempre, il poeta non deve chiudere gli occhi, non deve distoglierli’. Herzog, 77 anni, nella vita non si è formato certo con programmi demenziali e tv spazzatura, basta scorrere la sua filmografia o le regie teatrali per farsi un’idea dei modelli che lo hanno ispirato, ma non si stanca di studiare e di capire il mondo, senza pregiudizi. Intanto il suo prossimo film sarà ‘un documentario sui meteoriti e le loro implicazioni culturali...sulla scia del film sul vulcano che ho realizzato, Into the Inferno, che è attualmente in streaming su Netflix’.

Quindi Disney+ è diventato realtà, il canale streaming è disponibile per ora negli Stati Uniti, in Canada e nei Paesi Bassi, in Italia dal marzo del 2020. Un canale che punta al pubblico delle famiglie, con un archivio di film, serie tv e contenuti originali di Disney, Pixar, Marvel, Star Wars e National Geographic, dice l'amministratore delegato Robert Iger.

GIRA IN ABRUZZO - È stato diffuso on line lo spot dell’Abruzzo Film Commission che ha accompagnato la presentazione della struttura a Los Angeles, come annunciato la scorsa settimana dalla regione Abruzzo, nell’ambito dell’American Film Market. Una carrellata di location nelle varie zone della regione dal mare alla montagna che si può vedere qui. L’occasione ha ufficializzato la nascita dell'Advisory Board dell’Abruzzo FC, nominati i primi componenti dell'organismo: la produttrice Angela Conti Page, Francesco Panzieri, curatore tra l'altro degli effetti speciali di Star Wars, e poi Victoria Fante, Nancy Fulton, Briella Tomassetti, Gianluca Di Medio, Marc Provisiero, Andrew De Angelis, Cristiano Donzelli, Dom Serafini ed Enzo Sisti, produttore operativo di Ladyhawke, The American e l'ultimo James Bond girato a Matera, riferisce l’Ansa. I fondi per sostenere le produzioni cinematografiche dovrebbero derivare dalla riprogrammazione delle attuali risorse disponibili legate al Por Fesr e dalla nuova programmazione di risorse comunitarie specifiche per il programma 2020-27. La presentazione è stata condotta dalla console d'Italia a Los Angeles, Silvia Chiave, con la responsabile Enit Emanuela Boni e Roberto Stabile, responsabile relazioni internazionali di ANICA e delle attività dell'ICE nel mondo per le attività dell'industria cinematografica, anche a nome della Direzione cinema del MIBACT e Italy for Movies, dell’assessore regionale Mauro Febbo e del dirigente promozione turistica e responsabile dell'Abruzzo Film Commission, Francesco Di Filippo.

IN SALA – Tra gli altri: Christian De Sica firma una commedia nera Sono solo fantasmi, lui protagonista insieme a Giammarco Tognazzi e Carlo Buccirosso, Le mans ’66 di James Mangold con Matt Damon e Christian Bale, in pista bolidi Ford contro Ferrari, Citizen Rosi di Didi Gnocchi e Carolina Rosi, in poche sale il documentario sul regista Francesco Rosi. Ancora amori e divorzi in Storia di un matrimonio di Noah Baumbach con Scarlett Johansson, Adam Driver e Laura Dern, The Bra - Il reggipetto di Veit Helmer, un reggiseno e la ricerca della sua proprietaria, una commedia sul precariato di Igor Biddau è invece Come se non ci fosse un domani. Per i giovani spettatori il documentario su un cucciolo di renna Ailo-Un'avventura tra i ghiacci di Guillaume Maidatchevsky e l'animazione Pupazzi alla riscossa di Robert Rodriguez e Kelly Asbury, in sala anche The Report di Scott Z. Burns con Adam Driver e Annette Bening, che a fine mese passerà su Netflix.

Tratto da: Hai letto di... #61 - frankenstein discrezionale di notizie di cinema, 10-15 novembre 2019 

Articoli correlati (da tag)

Chiudi