Cronaca

Atti sessuali su minore. E' l'ipotesi di reato formulata dalla procura della Repubblica di Avezzano per sette ragazzi, tra loro ci sono due maggiorenni, che avrebbero abusato di una ragazza di 14 anni, originaria della Marsica. L'inchiesta, scattata a seguito della denuncia della madre della minore, è coordinata dai sostituti procuratori Maurizio Maria Cerrato e Guido Cocco. Gli inquirenti - che hanno già perquisito alcune abitazioni degli indagati, a Balsorano, Civitella val Roveto, Capistrello e Morino - stanno cercando foto…
"Per tutta la recente crisi, pur auspicando una forte discontinuità nei programmi, nella metodologia e nella professionalità delle persone, ci siamo imposti sobrietà e consegnati a religioso silenzio. Confindustria non crede ci sia bisogno di provocazioni, soprattutto da parte del massimo rappresentante delle istituzioni cittadine, in una città tanto martoriata e, tanto più, non intende alimentare polemiche su un argomento di secondo piano, se non insignificante, come quello dell’aeroporto che rischia di trasformare, questo si, l’opera ciclopica a cui è…
Una legge del 1998 stabilisce che i Comuni debbano dare ai cittadini che ne facciano richiesta, stante la presenza di determinati requisiti, la possibilità di trasformare in diritto di proprietà le aree comprese nei Piani di Edilizia Economica e Popolare (i cosiddetti P.E.E.P.) assegnate dagli stessi Comuni in diritto di superficie. Secondo il consigliere comunale dell'Idv-L'Aquila Oggi Angelo Mancini, il Comune dell'Aquila sarebbe in netto e colpevole ritardo nella normazione di questo complicato settore. Mancini, in una conferenza stampa, ha…
Il destino dei 180 lavoratori della Madar (ex Otefal) è appeso a un filo più sottile delle lastre di alluminio prodotte nello stabilimento aquilano e usate per vari impieghi, tra cui la fabbricazione di tapparelle e avvolgibili.L'azienda, rilevata appena un anno fa dal gruppo siriano Madar, è praticamente sull'orlo del fallimento. Se entro il 27 marzo, data in cui dovrebbe svolgersi l'asta indetta dal curatore fallimentare Omero Martella, non si faranno avanti nuovi acquirenti, c'è il rischio che i dipendenti,…
"Ho un contratto che scade il 28 febbraio. Se resterò ancora anche dopo quella data? Non dovete chiederlo a me ma al Ministero". Il direttore regionale dei Beni culturali d'Abruzzo, Fabrizio Magani, non si sbottona sul proprio futuro. Nominato a dicembre scorso dal ministro Massimo Bray vicedirettore vicario del Progetto Pompei (a cui è stato affidato il compito di mettere in sicurezza e riqualificare il sito archeologico, tra i più importanti del mondo), Magani, ufficialmente ancora in carica all'Aquila, è…
Chiudi