Cronaca

Una intera famiglia distrutta. E' il tragico bilancio della violentissima esplosione che ieri mattina, intono alle 10:15, ha devastato la collina di Villa Cipressi, a Città Sant'Angelo. Un boato terrificante, centinaia di chili di polvere pirica che hanno fatto saltare in aria la premiata fabbrica di fuochi d'artificio "Di Giacomo". Sarebbe stato il deposito giudiziario di botti illegali ad esplodere per primo. Testimoni e ipotesi d'indagine confermano che l'incidente ha avuto origine non nella fabbrica "Di Giacomo" ma nella casamatta…
E’ l’ennesima storia di una riconversione fallita. Siamo a Gissi, 3mila anime in provincia di Chieti: fino al novembre 2011, qui si producevano le calze del famoso marchio Golden Lady. Poi, all’improvviso, i cancelli si chiudono. I macchinari, portati via senza far troppo rumore, vengono spediti in Serbia. Lì la mano d’opera costa molto meno: un bel guadagno per la società di Nerino Grassi, che decide di lasciare a casa 400 tra lavoratrici, in grande maggioranza, e lavoratori. Quella appena…
All’Aquila la centrale a biomasse non s’ha da fare. E’ questa la posizione, da cui sono decisi a non fare un passo indietro, dei comitati del no alla centrale che sta per essere costruita dalla Futuris SpA nella zona industriale tra Bazzano e Monticchio. Alcuni abitanti dell'area dove dovrebbe sorgere l'impianto, si sono riuniti ieri pomeriggio a Casa Onna per dare nuovo slancio alla mobilitazione, che si era interrotta circa un anno e mezzo fa, contro quella che definiscono la…
C’è crisi anche di letti. Avete capito bene, non ci sono più letti su cui riposare, non per le persone qualunque, per i malati. Succede all’Ospedale San Salvatore dell’Aquila, che è ancora in uno stato d’emergenza. Se in città ne è stata decretata la fine, permanendo comunque lo stato di precarietà, il San Salvatore è ancora zona rossa. La mancanza di posti letto, da sempre e in tutti gli ospedali d’Italia, viene affrontata con la “poggiatura” dei pazienti in altri…
E se le strisce blu intorno alla zona rossa fossero illecite? Sta facendo molto discutere la decisione dell’amministrazione comunale di ripristinare i parcometri intorno alla Villa comunale e alla Fontana Luminosa, lungo viale Gran Sasso e viale Nizza fino a viale Duca degli Abruzzi: un ritorno alla normalità, come l’ha definito l’assessore Alfredo Moroni, che non piace affatto ai cittadini. Siamo davvero sicuri, però, che non ci sia nulla di irregolare? Per rispondere a questa domanda è necessario un salto…
Chiudi