Stampa questa pagina
Domenica, 03 Gennaio 2016 18:54

Masterplan d'Abruzzo: 10 milioni per l'ex Ospedale psichiatrico di Collemaggio

di 

Dieci milioni di euro per la valorizzazione dell'ex ospedale psichiatrico di Collemaggio.

Già nel settembre 2014, il vice presidente della Giunta regionale, Giovanni Lolli, parlò, nel corso di un incontro convocato dal comitato 3e32 – da oramai sei anni presidio di socialità, arte e cultura nel cuore dell'ex ospedale psichiatrico – dell'impegno del presidente Luciano D'Alfonso a finanziare quattro importanti opere pubbliche nelle quattro città capoluogo di provincia con i fondi Fsc, gli ex fondi Fas per intenderci. E sottolineò che le risorse – 10 milioni, appunto –, a L'Aquila, sarebbero state investite per la valorizzazione del parco di Collemaggio.

E' passato un anno e mezzo. Dei fondi comunitari non si è più sentito parlare, ma rispunta la proposta di stanziare 10milioni di euro per l'ex ospedale psichiatrico. Un po' a sorpresa infatti, il Masterplan d'Abruzzo, che l'amministrazione regionale discuterà con il governo Renzi, in seno al piano del governo di rilancio delle aree del meridione presentato per la prima volta proprio qui a L'Aquila, contiene un intervento di valorizzazione dell'area del parco, prevedendo uno stanziamento, appunto, di 10milioni di euro.

Fondi che non serviranno ad acquistare gli immobili che sono, come noto, di proprietà dell'Azienda Sanitaria Locale.

Dunque, andrà trovato un accordo per assicurare gli edifici al patrimonio del Comune dell'Aquila che, solo a quel punto, potrà progettare i lavori. A quanto si apprende, si starebbe lavorando ad una cessione del diritto di superficie: una possibilità già designata dalle istituzioni che, nel settembre 2014, si ritrovarono sotto il tendone di CaseMatte. "La basilica di Santa Maria di Collemaggio, in corso di recupero, sarà uno dei fulcri della nuova città – ha spiegato a 'Il Messaggero' l’assessore alla Ricostruzione Pietro Di Stefano - anche nell’ottica di una ricandidatura della Perdonanza a patrimonio culturale immateriale dell’umanità dell’Unesco. In quell’area, si recupererà il Parco del Sole e ci sono i soldi per ricostruire l’ex Conservatorio. Non si può prescindere, dunque, da un serio ragionamento su ciò che si dovrà fare per l’ex ospedale psichiatrico. Ne va fatto un luogo di cultura perché quell’assetto urbano, bellissimo, non è modificabile".

In realtà, l'amministrazione comunale aveva già disegnato un progetto di recupero e valorizzazione dell'area, con un Palazzo della città destinato ad ospitare associazioni culturali e sociali, il Museo della Mente, l'Hotel via dei Matti n.0, un centro congressi, uno studentato, librerie, bistrot e foresterie. "Vanno recuperati i padiglioni – ha ribadito Di Stefano a Il Messaggero - per realizzare ricettività a basso costo, un luogo aperto ai giovani, il campus universitario. Tutte cose che hanno a che fare con la cultura, i ragazzi, la basilica".

Articoli correlati (da tag)