Stampa questa pagina
Giovedì, 04 Febbraio 2016 12:06

Sicurezza stradale, il gruppo consiliare Pd: "Tema centrale dell'azione politica"

di 

Avviare un percorso politico per realizzare un piano della sicurezza stradale.

E' l'obiettivo del gruppo consiliare del Partito Democratico aquilano che stamane, in conferenza stampa, ha delineato le iniziative politiche che si intendono porre in essere. "La sicurezza stradale è un tema che il gruppo consiliare ha sempre ritenuto centrale nella propria azione politica", ha spiegato il capogruppo Stefano Palumbo. "Per questo, abbiamo stimolato la discussione in seno alle Commissioni consiliari e in Consiglio comunale, ottenendo, nell'ambito dell'approvazione del bilancio di previsione, lo stanziamento di fondi finalizzati alla realizzazione di interventi da realizzare allo scopo sulla rete viaria cittadina".

Si tratta di 200 mila euro, destinati in parte alla manutenzione straordinaria delle strade e in parte ad interventi di sicurezza stradale. A queste risorse - "certamente insufficienti", ha riconosciuto Palumbo - si aggiungono altri 200 mila euro, stanziati per l'illuminazione delle vie cittadine, iniziativa che si iscrive nel più ampio ragionamento sulla sicurezza.

L'inizio di un percorso, appunto. "Il modello cui ci ispiriamo e che, meglio di altri, ha saputo operare in questo senso, è il 'Progetto David' di Firenze, capace di guardare alla sicurezza stradale non solo realizzando interventi di manutenzione delle strade e della segnaletica, pur importanti, ma allargando lo sguardo ad iniziative di sensibilizzazione, a partire dalle scuole, e partecipazione attiva dei cittadini".

Dunque, verranno coinvolti i Consigli territoriali di partecipazione che saranno chiamati a segnalare le principali criticità così da comporre una vera e propria mappa degli interventi necessari. Non solo. Verrà ripresa una delibera approvata nel 2012, la 118, che apre al mondo del volontariato per assicurare una maggiore sicurezza ai cittadini. In particolare, con il progetto 'Un nonno per amico' che vorrebbe stimolare la presenza di anziani in pensione in prossimità degli ingressi delle scuole, all'entrata e all'uscita degli studenti, così da liberare i Vigili urbani impegnati nel servizio che potrebbero così rispondere ad altre esigenze. "Per fare soltanto un esempio - ha aggiunto Palumbo - si potrebbero impiegare i Vigili in servizi di sicurezza serali, a tutela dei giovani che partecipano alle attività notturne".

Ovviamente, sarà necessario garantire continuità al percorso intrapreso "prevedendo - ha sottolineato il consigliere Antonio Nardantonio - una prosecuzione dell'impegno finanziario nell'ambito dell'approvazione dei prossimi bilanci".

Manutenzione delle strade, cura della segnaletica e dell'illuminazione, oltre a progetti di sensibilizzazione con l'ausilio del mondo dell'attivismo civico e del volontariato. E tra gli interventi prioritari, la discussa variante di Sassa che dovrebbe garantire una migliore viabilità nella frazione alla periferia ovest della città, esplosa, anche e soprattutto demograficamente, a seguito del terremoto. 

Non solo. "Stamane, doveva essere con noi anche Erina Panepucci, vice presidente dell'associazione vittime della strada Avisl Onlus: volevamo ribadirgli, e ribadire alla città, l'impegno del Pd locale a sostegno della battaglia nazionale per l'istituzione del reato di omicidio stradale", ha concluso Palumbo. "L'iter parlamentare, come noto, si è arrestato nell'ultimo passaggio alla Camera. Siamo accanto a loro, in questa battaglia, e sapranno di sicuro indicarci su come agire anche a livello politico".

Ultima modifica il Giovedì, 04 Febbraio 2016 12:32

Articoli correlati (da tag)