Venerdì, 12 Febbraio 2016 10:23

Oratorio Salesiani, chiesto il rinvio a giudizio per Riga e Mancini

di 
Roberto Riga Roberto Riga

Il pm della Procura del Tribunale dell'Aquila, David Mancini, ha chiesto il rinvio a giudizio per l'ex vice sindaco e assessore comunale Roberto Riga e per l'imprenditore Massimo Mancini, vice presidente dell'Aquila Calcio, nell'ambito dell'inchiesta su un presunto giro di tangenti conneso alla ristrutturazione dell'edificio dell'Oratorio Salesiano, un appalto da 30 milioni di euro.

A darne notizia è Il Messaggero.

Riga e Mancini, nel novembre scorso, erano finiti agli arresti domiciliari, in seguito alle indagini svolte dal nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza e dirette dal colonnello Sergio Aloia, con l'accusa, rispettivamente, di corruzione e concorso in corruzione.

Il pm ha chiesto il rinvio a giudizio anche per gli altri due imprenditori indagati, Sandro Martini e Simone Lorenzini (anche per loro l'accusa è quella di corruzione).

Escono di scena, invece, l'ex titolare dell'Usra (l'Ufficio speciale della ricostruzione dell'Aquila) Paolo Aielli e Vittorio Fabrizi, dirigente del settore ricostruzione privata del Comune dell'Aquila.

Secondo gli inquirenti, Riga avrebbe intascato da Mancini delle tangenti in cambio dell'affidamento dei lavori di riparazione dello stabile dei Salesiani. In particolare, le mazzette sarebbero state versate sottoforma di affitti gonfiati pagati dall'imprenditore all'ex vice sindaco per un appartamento di proprietà della moglie di quest'ultimo.

 

Ultima modifica il Venerdì, 12 Febbraio 2016 10:30

Articoli correlati (da tag)

Chiudi