Stampa questa pagina
Venerdì, 18 Marzo 2016 10:13

'Febbre suina' a Sulmona, altra vittima: è la sorella della donna deceduta qualche giorno fa

di 

E' deceduta anche Sonia Ferrante, 50 anni, sorella di Maria Lucia, 53 anni, che se ne era andata qualche giorno fa. 

Le donne, residenti nella frazione della Badia di Sulmona, non ce l’hanno fatta a superare la gravissima infezione causata dal virus A/H1N1, la così detta febbre suina, da cui sono rimaste contagiate. Sonia Ferrante è morta al policlinico Umberto I di Roma dove era stata trasferita a seguito del peggioramento del suo quadro clinico. Ed ora a Sulmona e, in particolare, nella frazione di Badia, la preoccupazione è palpabile.

Già nei giorni scorsi, i medici avevano spiegato che "il virus oramai è pandemico" e le due sorelle sarebbero rimaste contagiate perché non erano vaccinate e avevano difese immunitarie molto basse. Nessun allarmismo, però. "Il virus è contagioso e si trasmette per via aerea ma abbiamo già eseguito un’indagine epidemiologica sulla zona e possiamo ritenere che il pericolo di un contagio diffuso o di un nuovo ceppo del virus contro cui l’uomo non ha anticorpi sia da scartare".

L’azienda sanitaria ha escluso, insomma, ispezioni e la messa in quarantena dei parenti delle due sorelle. "Abbiamo dato prontamente comunicazione al Ministero, all’Istituto superiore di sanità e all’assessorato alla Salute della Regione Abruzzo, così come previsto - ha chiarito la Asl in un comunicato - mentre non sono previste per conviventi specifiche misure di profilassi (quarantena o isolamento). Non è prevista, altresì, la segnalazione ai Nas, né al sindaco, in quanto tale malattia non rientra tra quelle per cui sono necessarie, per l’appunto, misure di isolamento, chiusura ambienti e disinfezione locali".

Sta di fatto che il Tribunale per i diritti del malato è intervenuto sulla vicenda chiedendo al commissario prefettizio e alla Procura di accertare se siano state adottate tutte le misure di prevenzione.

Non si tratta dei primi casi di febbre suina, in Abruzzo. Nel mese di febbraio 2015, erano morte due persone all'Ospedale di Popoli. 

 

 

 

Articoli correlati (da tag)