Stampa questa pagina
Martedì, 24 Gennaio 2017 09:49

Campotosto, Delrio: "Nessun rischio alle dighe, ma controlli costanti"

di 

"Nessun rischio dalle dighe, ma controlli costanti".

A dirlo il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio, a margine del vertice convocato ieri pomeriggio, a Roma - con Regione, Protezione civile, Commissione Grandi Rischi e rappresentanti dei Concessionari Grandi Dighe, in particolare Enel produzione - per fare il punto sulla situazione dell'invaso di Campotosto e, in particolare, sulla tenuta delle tre dighe, di cui una costruita su una faglia attiva, a seguito degli allarmi lanciati (e poi ridimensionati) dalla Commissione Grandi Rischi su un possibile "effetto Vajont".

"Una frase totalmente fuori luogo che il presidente Bertolucci avrebbe potuto evitare", ha sottolineato Delrio. Che ha aggiunto: "Non ci sono criticità ma teniamo alta la guardia, aumentiamo l'attenzione vista la frequenza di eventi sismici. Di solito, le verifiche di legge vengono fatte ogni 2 anni, ma con le scosse vanno fatte molto più spesso".

D'altra parte, "dai gestori delle dighe non sono stati riferiti problemi rilevanti, la riunione è servita per aumentare il lavoro di monitoraggio e verifica che già stiamo facendo". Enel ha ribadito che "non è stato rilevato alcun danno alla diga di Campotosto", aggiungendo, però, che "alla luce della difficile situazione idrogeologica di questi giorni si è comunque deciso, come misura cautelare, estrema, di procedere ad una ulteriore progressiva riduzione del bacino", che ha il 40% del volume invasato.

 

Articoli correlati (da tag)