Venerdì, 27 Gennaio 2017 16:09

L'Aquila, liceo Cotugno chiuso fino al 4 febbraio per prove di staticità

di 
Uno striscione all'esterno del Cotugno Uno striscione all'esterno del Cotugno

Al fine di effettuare le prove di carico e di laboratorio sugli elementi strutturali con presunte criticità, il liceo Cotugno dell'Aquila, al centro di proteste e polemiche da giorni, rimarrà chiuso da domani sabato 28 gennaio a sabato 4 febbraio.

La decisione è stata assunta in maniera condivisa questa mattina nel corso dell'incontro che si è tenuto nella sede della Provincia dell'Aquila, al quale hanno partecipato il presidente Antonio De Crescentiis (Pd), la dirigente scolastica dell'istituto Fiorenza Papale, la dirigente dell'ufficio scolastico provinciale Amalia Parisse, il capo di gabinetto del Comune dell'Aquila Mauro Marchetti e la dirigente comunale Enrica De Paulis, il dirigente Gennaro Di Maio con i tecnici del Provveditorato alle opere pubbliche, il funzionario dei Vigili del fuoco Enzo Albanese, il dirigente provinciale Tiziano Amorosi.

"Si tratta di un approfondimento che era già stato programmato lo scorso anno – ha sottolineato De Crescentiis – per ottenere ulteriori elementi di valutazione delle condizioni dell'edificio, ai fini del regolare svolgimento delle attività scolastiche, e nell'ottica della massima sicurezza possibile della struttura". Da domani l'impresa incaricata effettuerà le prove di staticità sul corpo F, che includono anche le rampe dell'edificio, e che dovrebbero essere concluse entro i prossimi dieci giorni.

"Inoltre - ha reso noto il numero uno della Provincia - d'intesa con i rappresentanti degli Enti presenti alla riunione e della dirigente scolastica del liceo Cotugno, abbiamo deciso, per fugare ogni eventuale perplessità sulla documentazione presente, e per assicurare il massimo livello di garanzia, di istituire, con effetto immediato, una commissione interistituzionale unica composta da Provincia e Comune dell'Aquila, Protezione Civile regionale, Direzione scolastica regionale e provinciale, Vigili del Fuoco, Regione Abruzzo e Consorzio ReLUIS, e ciascun Ente componente individuerà, a questo scopo, un proprio rappresentante tecnicio qualificato". Questo organismo sarà chiamato ad analizzare tutta la documentazione esistente e prodotta nel tempo su questa vicenda, sentendo, se necessario, il professionista che ha redatto la perizia di vulnerabilità sismica nel 2013 per i chiarimenti ritenuti necessari.

"Resta inteso – ha concluso il presidente della Provincia – che analoghe iniziative, finalizzate a una nuova verifica sulla vulnerabilità, verranno attivate anche negli altri plessi scolastici con il supporto di ReLUIS, così come stabilito con la Regione Abruzzo e con il Sindaco dell'Aquila".

Ultima modifica il Venerdì, 27 Gennaio 2017 16:26

Articoli correlati (da tag)

Chiudi