Martedì, 21 Marzo 2017 15:17

Turismo, il più grande consorzio di tour operator europei arriva a L'Aquila

di 
Turismo, il più grande consorzio di tour operator europei arriva a L'Aquila Claudio Ucci e Giovanni Lolli

Il più grande consorzio di tour operator europei, il tedesco RTK con sedi operative sparse in tutta Europa e che raccoglie 6mila tra operatori e agenzie di viaggio, ha scelto l'Abruzzo aquilano per l'educational che svolge, ogni anno, in un diverso paese del mondo.

Ad annunciarlo, il vice presidente della Giunta regionale con delega al turismo Giovanni Lolli e il rappresentante delle DMC regionali Claudio Ucci.

"Quest'anno, RTK ha deciso di svolgere il suo incontro annuale in Italia - ha spiegato Lolli - e, grazie al lavoro importante dei tanti operatori abruzzesi e, credo, al mio ruolo di coordinatore nazionale degli assessori al Turismo, ha scelto la nostra Regione. Di solito, si muovono su località che possano mettere a disposizione un grande albergo a 5 Stelle e una sala riunioni capace di ospitare almeno 250 persone; per questo, si era pensato - in un primo momento - a Montesilvano: mi sono limitato a mostrargli L'Aquila e le bellezze del suo territorio, e ne sono rimasti colpiti".

Così "per la prima volta nella loro storia hanno accettato di svolgere l'educational in modo diffuso", ha aggiunto il vice presidente della Giunta regionale, e dal 30 marzo al 2 aprile, dunque, almeno 200 tra i migliori tour operator di RTK che, per farsi un'idea, muove un terzo dei viaggiatori che partono dalla Germania, saranno a L'Aquila, 'ospiti' delle strutture alberghiere della città.

"E' un'occasione straordinaria - ha sottolineato Lolli - da anni, infatti, l'Abruzzo è fuori dai cataloghi internazionali dei principali tour operator, soltanto qualche struttura della costa riesce a farsi promozione legandosi, però, alle proposte delle Marche".

L'evento avrà inizio il 30 marzo, come detto,  con una escursione ad Alba Fucens, in territorio marsicano; poi l'arrivo all'Aquila, con visita del centro storico della città e, a seguire, un aperitivo all'Auditorium di Renzo Piano con l'accoglienza e un primo momento di incontro e confronto. In serata, cena e serata con musica della tradizione abruzzese e italiana al Palazzetto dei Nobili.

L'indomani, il trasferimento a Santo Stefano di Sessanio, con gli incontri one-to-one che si terranno tra le strutture del borgo, nelle diverse location dell'albergo diffuso e delle altre attività ricettive; il 1° aprile, invece, sono previste delle escursioni, a prenotazione, su itinerari definiti che potrebbero già prefigurare pacchetti da inserire nei cataloghi: dunque, gli operatori tedeschi potranno scegliere tra una visita che toccherà Scanno, Gole del Sagittario e Sulmona e un itinerario lungo la Costa dei Trabocchi, tra le colline teramane e le bellezze di Bominaco e Capestrano, ospiti delle cooperative dello zafferano, oppure cimentarsi con un trekking tra Castel del Monte e Calascio. Alla sera, gran galà finale al ristorante Villa Giulia dell'Aquila.

Il 2 aprile sono previste le prime partenze, ma c'è chi rimarrà per godersi le bellezze di Campo Imperatore, ciaspolando e visitando lo snow park.

"Sia chiaro, la convention di RTK non risolve certo i problemi della nostra Regione: siamo alle prese con una situazione drammatica - ha riconosciuto Lolli - ulteriormente peggiorata dagli ultimi avvenimenti di gennaio che hanno azzerato presenze e prenotazioni. Proviamo a far fronte però con diverse azioni che stiamo mettendo in campo, non è il caso di dilungarci ora ma ci saranno presto delle novità interessanti", ha assicurato. Il vice presidente della Giunta regionale ha inteso ribadire, comunque, l'importanza dell'iniziativa presentata: "Un educational del genere, a questo livello, non si è mai fatta in Abruzzo e, tra l'altro, è la prima volta che l'iniziativa viene ospitata in Italia. Lavoreremo affinché l'impressione che i tour operator avranno dell'Abruzzo sia la migliore possibile".

Anche così, si costruisce - d'altra parte - un profilo definito al turismo in Abruzzo: "Stiamo definendo la direzione da seguire, ed è il turismo attivo: in Italia, siamo vocati naturalmente a definirci come Regione in cui è possibile fare turismo attivo, non legato, solo e soltanto, all'attività sportiva, ma alla costruzione di un'esperienza di viaggio capace di coniugare autenticità e natura, di offrire esperienze dinamiche tra green e wellness; esperienze che rendano viva una vacanza, dal mare alla montagna, dai borghi all'enogastronomia, dalle colline alle città d'arte".

Con i tour operator, arriveranno a L'Aquila anche gli inviati delle tre principali testate giornalistiche tedesche dedicate al turismo.

"Alcuni degli itinerari che presentermo verranno inseriti nei cataloghi di RTK - ha aggiunto a margine Claudio Ucci - un primo passo che ci metterà in grande evidenza sui mercati nord-europei e che rappresenterà un primo passo, seguito, poi, dalla Borsa degli Appennini che si terrà in settembre, in Abruzzo, e che vedrà arrivare tour operator del mercato tedesco interessati all'acquisto di viaggi e pacchetti. Ad una forte azione di tipo promozionale, insomma, associeremo una iniziativa di profilo commerciale".

Articoli correlati (da tag)

Chiudi