Martedì, 27 Novembre 2018 16:27

Ricostruzione, Centinaio a L'Aquila: "Turismo volano per l'Abruzzo"

di 
Ricostruzione, Centinaio a L'Aquila: "Turismo volano per l'Abruzzo" Foto Ansa

"Il turismo è un volano importante per tutti i territori, può e deve essere un asset centrale nello sviluppo dell'Abruzzo".

Così il ministro per le Politiche agricole e forestali e il Turismo Gian Marco Centinaio (Lega), a margine di un incontro all'Aquila per fare il punto sulle questioni economico-sociali legate a sviluppo e ricostruzione. "Spesso è proprio il turismo che serve per far ripartire determinati territori; penso che una politica sul turismo seria in questa regione possa permettere all'Abruzzo di ripartire" le parole del Ministro accolto in città dal presidente vicario di Regione Abruzzo Giovanni Lolli, dal sindaco Pierluigi Biondi, dai deputati Luigi D'Eramo e Stefania Pezzopane e dall'assessore comunale Emanuele Imprudente, coordinatore provinciale della Lega.

Sull’esigenza di unificare le norme nel doppio cratere manifestata a Centinaio, il ministro ha assicurato che si sta cercando di "costruire un tavolo con il commissario alla ricostruzione in modo da poter mettere insieme lo stesso commissario, i ministri interessati e i presidenti o gli assessori delle Regioni in modo da fare sintesi e cercare di risolvere le cose nel minor tempo possibile; mi rendo conto - ha aggiunto - che come sempre la burocrazia è il male di questo Paese".

Il ministro ha visitato la città, per poi raggiungere il monastero-fortezza Santo Spirito a Ocre (L'Aquila) dove ha incontrato i rappresentanti delle DMC, del Polo d'Innovazione, di Federparchi e delle associazioni di categoria e una delegazione delle associazioni dei balneatori sulla direttiva Bolkestein. "Il nostro obiettivo è da un lato uscire dalla Bolkenstein e preparare un documento da portare alla Commissione Europea, dall'altro permettere a breve termine ai balneari di poter beneficiare almeno di una proroga lunga che gli dia la possibilità di fare gli investimenti che meritano". 

Nel pomeriggio, la visita nel teramano

Occorre accelerare un cammino di ripristino del potenziale agricolo danneggiato e avviare subito un percorso di sviluppo; una ripresa, difficilissima, perché agricoltori e allevatori terremotati hanno perso molto in termini economici a causa del crollo delle produzioni e delle vendite senza contare i danni strutturali a stalle, case e fabbricati rurali. In questa direzione l'Abruzzo chiede un impegno concreto del Governo nazionale.

A testimonianza di ciò, il ministro dell'Agricoltura e del Turismo, Gian Marco Centinaio, nel pomeriggio ha fatto tappa a Isola del Gran Sasso, accompagnato dall'assessore regionale alle Politiche agricole Dino Pepe, nell'azienda agricola Farinelli di Cesa di Francia, tra le più colpite dall'ondata di maltempo e dal terremoto nel gennaio del 2017.

A seguire, il Ministro è stato al Santuario di San Gabriele, dove era in programma un incontro con le associazioni agricole e i sindaci del cratere sismico. "La visita del Ministro assume oggi un significato particolare - ha commentato l'assessore Pepe - di grande attenzione ai nostri territori colpiti che hanno sofferto per la neve caduta in abbondanza, il terremoto e la mancanza di energia elettrica. Abbiamo visitato un'azienda simbolo del dramma vissuto nel gennaio 2017. Per questo voglio ringraziare il Ministro Centinaio per la sua presenza e la sua vicinanza al territorio e alle tante sofferenze del comparto agricolo e zootecnico in particolare". Il ministro Centinaio ha sottolineato anche l'importanza della ricerca e dell'innovazione per rimanere al passo con i tempi ed ha posto l'accento sul fatto che le imprese condotte da giovani imprenditori agricoli rappresentino la componente più dinamica dell'agricoltura italiana ed europea e stanno dimostrando di essere in grado di contribuire in maniera importante allo sviluppo dell'economia del nostro Paese. Per questo il governo, oltre a un fondo di 70milioni di euro, ha messo in vendita 7.700 ettari di terreno per offrire opportunità ai giovani che vogliono intraprendere un'attività nel settore agricolo.

Ultima modifica il Martedì, 27 Novembre 2018 21:15

Articoli correlati (da tag)

Chiudi