Stampa questa pagina
Venerdì, 08 Febbraio 2019 12:04

Regionali, il trionfo di Marsilio. Lega primo partito, flop M5S

di 

Vittoria netta del centrodestra alle elezioni regionali in Abruzzo.

Marco Marsilio trionfa sfiorando il 50%, trainato dalla Lega, primo partito con oltre il 25%.

Al candidato del centrosinistra, Giovanni Legnini, non riesce la rimonta: l'ex vice presidente del Csm si ferma sotto il 32%. Male, invece, i Cinque Stelle, con Sara Marcozzi che non va oltre un 20,2%. Appena un anno fa, alle politiche del 4 marzo, i pentastellati erano stati il primo partito con il 40% dei voti.

I risultati

Spoglio terminato, scrutinate 1633 sezioni su 1633. Marsilio vince con il 48,03%, Legnini si ferma al 31,2% e Marcozzi al 20,2%. Stefano Flajani, il candidato di Casa Pound, ottiene lo 0,47%.

Per quanto riguarda i voti di lista, all'interno del centrodestra è la Lega il primo partito, con il 27,52% dei voti. Segue Forza Italia con il 9,06%, FdI (il partito di Marsilio) con il 6,5%, Azione Politica con il 3,25% e l'Udc con il 2,88%.

Nel centrosinistra, il Partito democratico prende l'11,12%, Legnini Presidente il 5,55%, Abruzzo in comune il 3,87%, Progressisti per Legnini il 2,77%, Abruzzo insieme il 2,68%, +Abruzzo il 2,35%, Centristi per l'Europa 1,31% e Avanti Abruzzo l'0,93%.

I Cinque Stelle, che correvano con una sola lista, si fermano al 19,7% (lo 0,5% in meno rispetto a Sara Marcozzi) mentre Casa Pound allo 0,42%.

Il voto nelle province

Chieti

Candidati presidente

Marsilio 43,43%, Legnini 31,64%, Marcozzi 24,32%, Flajani 0,59%.

Liste

Centrodestra: Lega 25,9%, Forza Italia 8,7%, Fratelli d'Italia 5,03%, Azione Politica 3,14%, Udc 2,16.
Centrosinistra: Partito democratico 11,82%; Legnini Presidente 5,28%; +Abruzzo 3,25%; Progressisti per Legnini 3,22%; Abruzzo Insieme 2,89%; Abruzzo in Comune 2,47%; Centristi per l'Europa 0,93%; Avanti Abruzzo 0,63%.
Movimento 5 Stelle: 23,91%.
Casa Pound: 0,59%.

Pescara

Candidati presidente

Marsilio 45,28%, Legnini 31%, Marcozzi 23,5% e Flajani 0,17%-

Liste

Centrodestra: Lega 28,3%, Forza Italia 8,59%, Fratelli d'Italia 5,6%, Azione Politica 3,29%, Udc 0,5%.
Centrosinistra: Partito democratico 13,3%, Legnini Presidente 4,26%, Abruzzo Insieme 3,76%, Progressisti per Legnini 3,06%, Abruzzo in Comune 2,52%, Centrosti per l'europa 1,71%, +Abruzzo 1,43%, Avanti Abruzzo 0,69%.
Movimento 5 Stelle: 23,09%
Casa Pound: 0,17%.

Teramo

Candidati presidente

Marsilio 50,96%; Legnini 30,23%, Marcozzi 18,3%, Flajani 0,48%.

Liste

Centrodestra: Lega 33,16%, Forza Italia 10,83%, Fratelli d'Italia 3,98%, Azione Politica 2,07%Udc 1,8%.
Centrosinistra: Partito democratico 10,64%, Legnini Presidente 6,13%, Abruzzo in Comune 5,46%, Progressiti per Legnini 2,61%, +Abruzzo 1,74%, Abruzzo Insieme 1,63%, Avanti Abruzzo 1,11%, Centristi per l'Europa 0,53%.
Movimento 5 Stelle: 17,78%.
Casa Pound: 0,47%. 

L'Aquila

Candidati presidente

Marsilio 53,86%, Legnini 32,16%, Marcozzi 13,33%, Flajani 0,63%.

Liste

Centrodestra: Lega 23,03%, Fratelli d'Italia 11,71%, Forza Italia 8,26%, Udc 7,23%, Azione Politica con il 4,51%.
Centrosinistra: Partito democratico 8,80%%, Legnini Presidente 6,63%, Abruzzo in comune 5,40%, Progressisti per Legnini 2,08%, Abruzzo insieme 2,36%, +Abruzzo 2,81%, Centristi per l'Europa 2,15% e Avanti Abruzzo l'1,38%.
Movimento 5 Stelle: 12,96%
Casa Pound: 0,61%.

Affluenza

E' andato a votare poco più di un abruzzese su due: l'affluenza è stata del 53,1%, quasi dici punti in meno rispetto al 2014 (quando era stata del 61,55%). La provincia con l'affluenza più alta è stata Pescara (54,8%), seguita dall'Aquila (54,7%), Teramo (53,8%) e Chieti (50%).

Commenti

Marsilio: "Emozione fortissima, priorità ricostruzione"

Marsilio ha parlato intorno all'una dal suo comitato elettorale di Pescara. Accanto a lui, Giorgia Meloni: "È un'emozione fortissima, come coalizione abbiamo fatto un partito straordinario e abbiamo costruito una squadra per dare un futuro agli abruzzesi" ha affermato Marsilio "La ricostruzione sarà la nostra priorità assoluta. È rimasta ferma in questi ultimi tempi, è una vergogna che dobbiamo cancellare assolutamente. Il centrodestra ha già dimostrato con la ricostruzione del 2009 e torneremo a replicare quel modello. La mia assoluta priorità è rimettere in pochi mesi le persone nelle condizioni di rientrare nelle loro case".

Salvini: "Più forti delle bugie"

"Grazie Abruzzo! Grazie Italia. Più forti degli attacchi, delle bugie e delle polemiche: da domani al lavoro!": così il vicepremier Matteo Salvini su Twitter, in merito alle elezioni regionali abruzzesi che vedono la Lega primo partito in base ai risultati preliminari.

Legnini: "Ripartire da qui"

"Tutti i sondaggi ci davano terzi, siamo ampiamente secondi, con uno spostamento a destra dell'elettorato" ha commentato a caldo Legnini "Penso che il centrosinistra in Italia debba riaprire un canale di partecipazione, debba tendere verso un modello coalizionale aperto e largo come abbiamo fatto qui conseguendo un risultato molto superiore a 11 mesi fa, non sufficiente per vincere ma ciò era abbastanza prevedibile" ha concluso il candidato del centrosinistra.

Il buon risultato di Legnini non è stato accompagnato da un risultato altrettanto positivo del Pd, che diventa il terzo partito dietro la Lega e il M5s). I democratici non si discostano molto dalle percentuali dello scorso anno, anche se in questo caso i suoi consensi possono essere stati rosicchiati dalle liste civiche.

Marcozzi: "Sconfitta della democrazia"

Sara Marcozzi è arrivata solo a tarda notte al comitato elettorale M5s e ha parlato di "sconfitta della democrazia", rappresentata dall'avere "permesso di partecipare alle elezioni a otto liste create poco prima delle elezioni". La candidata pentastellata ha detto che i Cinque Stell hanno confermato il risultato del 201: "Mi aspettavo che gli abruzzesi non cedessero a un candidato neanche abruzzese" ha aggiunto "Noi abbiamo lavorato sui temi e non sulla propaganda, non abbiamo portatori di voti noi". La Marcozzi ha parlato di debacle solo riferendosi al Pd e a Forza Italia: "Dovrebbero farsi un esame di coscienza".

Intervista a Marco Marsilio

Biondi: "Risultato che premia l'offerta politica di Fratelli d'Italia"

“Se i numeri hanno, come hanno un valore, siamo difronte ad un risultato importante per il centrodestra che premia l’offerta politica della coalizione su cui Fratelli d’IItalia ha creduto fin dall’inizio e che investe Marsilio di un ruolo di grande rilievo”.

Il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, di Fratelli d’Italia, ha commentato così i primi dati delle elezioni abruzzesi. “Sono certo che Marsilio sarà in grado di gestire e assolvere al meglio il compito perché persone preparata, capace ed esperta, con una grande capaità di ascolto delle esigenze dei territori, soprattutto gli amministratori locali, che è un po' quello che è mancato negli anni di governo regionale di centrosinistra. A Marsilio chiederemo di assumere l’impegno che, una volta definito l’assetto di Giunta, è quello di lavorare al riequilibrio della aree interne, in particolare nei settori della Sanità, Mobilità e Infrastrutture”.

Lolli: "Dati dimostrano vittoria del centrodestra, profondissimo arretramento del M5S"

"Il dato dimostra che c'è una vittoria del centrodestra e un profondissimo arretramento del Movimento cinque stelle".

Così il presidente vicario della Regione Abruzzo, Giovanni Lolli, presente a palazzo Silone all'Aquila per assistere allo spoglio per le regionali, sui primi dati che stanno affluendo. "Per quanto riguarda noi del centrosinistra, siamo passanti dal 17 al 28 per cento, il che indica una chiara crescita ed anche il fatto che questa è la strada giusta e bisogna insistere e continuare sapendo che in Abruzzo, come in Italia, ci aspetta un periodo all'opposizione".

Ultima modifica il Lunedì, 11 Febbraio 2019 14:43

Articoli correlati (da tag)