Martedì, 01 Ottobre 2019 20:06

Ricostruzione scuole, il ministro Fioramonti a colloquio con delegazione aquilana. Soddisfatti i comitati

di 
Il tavolo che è svolto al Miur Il tavolo che è svolto al Miur

E' durato poco meno di due ore l'incontro che si è tenuto a Roma tra il ministro dell'Istruzione Lorenzo Fioramonti e la delegazione "mista" composta da rappresentanti istituzionali, comitati e responsabili dei due uffici speciali, in cui si è parlato della mancata ricostruzione delle scuole dell'Aquila e del Cratere.

"E' stato un incontro molto proficuo" ha detto, uscendo dalla sede del Miur il sindaco dell'Aquila Pierluigi Biondi "E' stata ribadita la necessità della ricostruzione delle scuole, ci è stato chiesto di presentare un pacchetto di emendamenti (ribattezzato SbloccaScuola, ndc) per semplificare le procedure e velocizzare gli appalti. Sono proposte che abbiamo pronte da tempo e che già domani consegneremo al ministro, come abbiamo fatto in passato con tutte le autorità che sono state chiamate a risolvere i problemi dell'Aquila. Ora aspettiamo solo che il Governo ci dia un interlocutore unico con cui parlare di tutti i vari aspetti legati alla ricostruzione".

Al tavolo erano presenti, oltre a Fioramonti e a Biondi, la direttrice della Direzione generale per lo studente, l'integrazione e la partecipazione del Miur Giovanna Boda, il presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio, il presidente della Provincia dell'Aquila Angelo Caruso, i responsabili dei due uffici speciali, Salvatore Provenzano (Usra) e Raffaello Fico (Usrc), la direttrice dell'Ufficio scolastico regionale Antonella Tozza, il rappresentante degli studenti dell'istituto Cotugno Tommaso Cotelessa, Massimo Prosperococco e Silvia Colacicchi del comitato ScuoleSicure, Silvia Frezza del comitato Oltre il musp, Valeria Baccante dell'associazione Mamme per L'Aquila.

Soddisfatti anche i comitati: "Il ministro si è dimostrato molto disponibile all’ascolto, facendo emergere la sua volontà di ottenere risultati concreti" affermano in una nota congiunta  "Al tavolo è risultato evidente che il problema della mancata ricostruzione delle scuole aquilane è da imputare più alle procedure che non alle risorse. I fondi stanziati per il terremoto del 2009 ci sono, ma è difficile attingervi. Le proposte avanzate sono state quelle di  agevolare le procedure con uno strumento più snello e contemporaneamente di assumere un maggior numero di tecnici con incarichi dedicati alla ricostruzione delle scuole, cosa che si potrà fare grazie ai 500mila euro già assicurati dal Miur.  Il prossimo appuntamento sarà un tavolo operativo e si terrà a L’Aquila,  prima di Natale, sempre alla presenza del Ministro. Siamo soddisfattI del riconoscimento e della considerazione ottenuta dal MInistro Fioramonti e dalla dott. ssa Boda per il nostro impegno decennale a favore della ricostruzione scolastica partecipata.  Continueremo a vigilare, sollecitare, monitorare, sostenere il processo di ricostruzione delle scuole a L’Aquila affinché sia rapido e corrispondente alle attese delle famiglie, degli insegnanti e degli studenti".

Ultima modifica il Mercoledì, 02 Ottobre 2019 15:45

Articoli correlati (da tag)

Chiudi