Stampa questa pagina
Lunedì, 09 Dicembre 2019 13:04

L'Aquila, rifiuti: inaugurate isole ecologiche informatizzate nei quartieri Torrione e San Domenico

di 

Al via a L'Aquila la sperimentazione delle isole ecologiche automatizzate per incrementare e migliorare il servizio di raccolta differenziata dei rifiuti.

L'iniziativa, promossa dall'assessorato all'ambiente del Comune dell'Aquila e dell'Asm, la società multiservizi impegnata nella raccolta dei rifiuti, ha l'obiettivo di consentire lo smaltimento dei rifiuti nelle zone della città dove il servizio "porta a porta" non è attivo.

In questa prima fase saranno sperimentate due isole, collocate al Torrione e in piazza San Domenico. Le postazioni automatizzate sono già attive e permettono di conferire 24 h le frazioni specifiche (organico, carte, plastica e alluminio, vetro, pile usate e medicinali) attraverso cinque bocchette che si aprono previa identificazione tramite tessera sanitaria e codice fiscale. La raccolta dei rifiuti da parte del personale dell'Asm seguirà lo stesso calendario del servizio porta a porta.

Per i prossimi due mesi le postazioni potranno essere utilizzati da tutti i cittadini aquilani. Successivamente, soltanto dai residenti dei due quartieri, attualmente non coperti dal servizio di raccolta differenziata. Il riconoscimento degli utenti tramite il codice fiscale permetterà anche di tenere traccia dei conferimenti dei rifiuti di ogni singolo fruitore.

L'obiettivo è di estendere il servizio entro la fine del 2020, installando le postazioni automatiche in tutte le aree non raggiunte dal porta a porta, frazioni comprese.

Il progetto è stato presentato questa mattina dal sindaco dell'Aquila Pierluigi Biondi, dall'assessore all'ambiente Fabrizio Taranta, e da Lanfranco Massimi, presidente dell'Asm che gestisce le due ecoisole.

"Si tratta di un progetto sperimentale che non sostituirà il "porta a porta" ma permetterà di avviare il sistema di raccolta differenziata nelle aree dove non è attivo il porta a porta - ha spiegato Lanfranco Massimi - Per adesso sono utilizzabili da tutti, da marzo solo a determinate utenze e in determinate zone limitrofe alle isole".

""La complessità e l'estensione del territorio comunale richiedono l'individuazione di azioni incisive per agevolare il conferimento e la raccolta dei rifiuti da affiancare al servizio porta a porta. - ha affermato il sindaco Biondi - E' necessario quindi ripensare le modalità di conferimento e di raccolta. Questa che presentiamo oggi è una sperimentazione che verrà estesa anche in altre parti della città".

"Il servizio di raccolta differenziata sta migliorando tanto - il commento dell'assessore Taranta - Abbiamo esteso il contratto di servizio tra Comune e Asm per dare maggiori potenzialità di sviluppo e permettere all'azienda di adeguare la programmazione a questo nuovo servizio che andrà ad integrare e migliorare quello porta a porta. Le due isole ecologiche installate, entrambe video sorvegliate, rappresentano la prima fase di sperimentazione che ci permetterà di rendere più efficiente il servizio e di estenderlo nell frazioni dove non c'è il porta a porta. Ovviamente - ha aggiunto Taranta - le istituzioni da sole possono poco, la collaborazione dei cittadini è fondamentale ma siamo sicuri che la cittadinanza darà un'ottima risposta".

La sperimentazione delle due isole ecologiche è stata avviata grazie ad un investimento, da parte dell'Asm e del Comune dell'Aquila, di circa quarantamila euro.

Ultima modifica il Lunedì, 09 Dicembre 2019 13:20

Articoli correlati (da tag)