Stampa questa pagina
Lunedì, 20 Gennaio 2020 11:17

Murata Gigotti: Comune dovrà sborsare 1 milione di euro per esproprio terreni

di 

Non bastassero i 450mila euro circa che il Comune dell'Aquila dovrà sborsare per acquisire a patrimonio i terreni occupati illegittimamente 26 anni fa per la realizzazione del Parco Beato Vincenzo e di Piazza Italia, nel quartiere di Santa Barbara, l'Ente si trova costretto a risarcire anche gli ex proprietari dell'area di Murata Gigotti per oltre 1 milione di euro. 

La Corte d'Appello, infatti, ha riconosciuto le ragioni della famiglia Gigotti e degli altri ex titolari di alcune particelle che avevano istruito opposizione alla stima fatta dal Comune dell'Aquila all'epoca della giunta di centrosinistra guidata da Massimo Cialente per l'acquisizione, tramite esproprio, dell'area nel cuore di Coppito. 

La controversia è stata avviata cinque anni fa; la richiesta dei ricorrenti era finalizzata ad ottenere dal Comune dell'Aquila la somma di 1 milione e 300 mila euro, oltre il doppio di quanto era stato stimato dall'Ente come indennità provvisoria allo scopo di realizzare nell'area un parco pubblico. Ebbene, le loro ragioni sono state riconosciute ed ora agli ex proprietari dovrà essere corrisposta la cifra intimata, escluse le somme già depositate in corso di procedura espropriativa, oltre agli interessi legali a partire dal 18 luglio 2013.

D'altra parte, "si tratta di un'area con ottima esposizione, situata nel centro di Coppito, completamente circondata da aree edificatorie a vocazione residenziale già densamente edificate", scrivono i giudici nella motivazione; "Coppito, infatti, è una frazione a poche centinaia di metri dal principale insediamento commerciale della città e adiacente all'ospedale regionale e alle strutture universitarie".

A quanto si apprende, l'ufficio espropri comunale ha avviato una proposta di riconoscimento di debito fuori bilancio che verrà portata all'attenzione del Consiglio comunale. 

 

 

 

Articoli correlati (da tag)