Stampa questa pagina
Lunedì, 20 Luglio 2020 15:59

Sirente-Velino, continua la mobilitazione: venerdì 24 sit-in a Rocca di Mezzo

di 

Non scende l’attenzione verso la mobilitazione messa in atto da un ampio fronte di associazioni contro la riduzione del Parco regionale Sirente Velino: le firme sulla petizione on-line crescono ogni giorno e hanno superato le 77mila.

Un risultato davvero eccezionale che non può lasciare indifferenti chi nell’Amministrazione regionale è chiamato a valutare e a prendere decisioni sulle sorti dell’unico Parco regionale d’Abruzzo.

Come più volte ricordato, "l’obiettivo della mobilitazione non è solo quello di bloccare la proposta di riduzione di 8.000 ettari dal perimetro del Parco, ma anche di chiedere un rilancio dell’area protetta attraverso investimenti, fondi dedicati, ricostituzione della struttura di gestione con l’uscita dal commissariamento, la nomina di un presidente, l’approvazione del piano" scrivono le associazioni ambientaliste.

Tali richieste sono avanzate anche da un comitato spontaneo di cittadini “Salviamo il Parco regionale Sirente Velino” che si è costituito dopo la pubblicazione della delibera di proposta del progetto di legge che contempla la riperimetrazione del parco regionale. Al comitato aderiscono gli abitanti del territorio del Parco e della Valle Subequana che non vogliono vedere ridotta l’area protetta, sono pronti a difenderla dall’ennesima aggressione visto che, in passato, il Parco Regionale Sirente Velino ha già subito altri tagli, e ne chiedono un rilancio affinché possa finalmente svolgere la funzione per cui era nato e cioè porsi come strumento di tutela, conservazione, valorizzazione, promozione della storia e della vita di quel meraviglioso lembo di territorio abruzzese.

Il comitato promuove un sit-in di protesta per venerdì 24 luglio, dalle 17:30 alle 19:30, davanti la sede del Parco regionale, a Rocca di Mezzo. Il fronte delle Associazioni che ha sostenuto la movimentazione e la petizione on-line è stato chiamato a partecipare "e certamente raccoglie l’invito a supporto di chi ha a cuore il Parco regionale e la natura abruzzese", la presa di posizione di WWF Abruzzo, Italia Nostra - Consiglio delle Sezioni d’Abruzzo, CAI Abruzzo, LIPU, Salviamo l’Orso, Ambiente e/è Vita, Mountain Wilderness, ENPA, Altura, Fare Verde Abruzzo, FederTrek, Federazione Nazionale Pro Natura, Cooperativa Ecotur, Orso and Friends, GUFI - Gruppo Unitario per le Foreste Italiane, Dalla Parte dell’Orso, Appennino ecosistema, Co.n.al.pa. Onlus Abruzzo.

Articoli correlati (da tag)