Stampa questa pagina
Giovedì, 22 Ottobre 2020 20:13

Avezzano: sospese le lezioni in presenza negli ultimi tre anni delle superiori

di 

Didattica in presenza sospesa nelle scuole superiori di Avezzano, almeno per gli studenti frequentanti le classi del secondo biennio (terzo e quarto) e dell’ultimo anno.

Il sindaco Gianni Di Pangrazio, con ordinanza, ha disposto "la sospensione, presso tutti gli Istituti scolastici superiori del territorio comunale di Avezzano, dal 24 ottobre al 13 novembre 2020 (data di cessazione dell’efficacia del DPCM del 18 ottobre 2020), delle attività didattiche in presenza, con consequenziale passaggio per le classi del secondo biennio (terzo e quarto) e dell’ultimo anno alla didattica a distanza (DAD), al fine di garantire la continuità scolastica in modo strutturato e organizzato".

Sono escluse le classi terze degli Istituti professionali che, durante il periodo di vigenza della presente ordinanza, dovranno sostenere l’esame di qualifica professionale".

Il motivo è presto detto: nel territorio comunale si sta registrando un numero rilevantissimo di contagi da COVID-19, la maggior parte dei quali asintomatici, con i gravissimi rischi connessi alla diffusione del contagio negli ambienti scolastici. "Nonostante le misure di prevenzione finora adottate abbiano permesso un controllo efficace dell’infezione da COVID-19 - si legge nel provvedimento - allo stato l’esame dei dati epidemiologici dimostra che persiste ed è in progressivo aumento la diffusione del virus; il fenomeno sta coinvolgendo gli istituti scolastici di ogni ordine e grado del territorio, dove numerose classi, al fine di evitare il propagarsi del contagio, sono state messe in quarantena a seguito della positività al virus di docenti, alunni/studenti e altro personale, con gravi disagi per le famiglie interessate".

Stando all'amministrazione, allo stato "sussiste l’urgenza di tutelare con tempestività la salute della popolazione, vista la situazione eccezionale e straordinaria dell’emergenza sanitaria in atto, suscettibile di evoluzione negativa".

Nell’ottica delle misure di contenimento del contagio, dovuto anche al sovraffollamento dei mezzi pubblici, con nota del 19 ottobre 2020 il Sindaco del Comune di Avezzano, anche in nome e per conto degli altri sindaci della Marsica aveva interessato il Presidente di TUA, quale gestore pubblico del servizio di trasporto, per un incremento dell’offerta di mezzi pubblici, al fine di garantire ai pendolari condizioni di trasporto più agevoli e più sicure; "la suddetta richiesta non ha ancora avuto riscontro - sottolinea Di Pangrazio - per cui, nel frattempo, stante l’assoluta criticità della situazione e al fine di evitare l’assembramento degli studenti presso le fermate automobilistiche e ferroviarie e sui mezzi di trasporto, si rende necessario e improcrastinabile porre in essere, a tutela della salute pubblica, ulteriori misure temporanee, idonee e proporzionate all’evolversi dell’epidemia, che consentano di limitare il pregiudizio per la collettività".

Ultima modifica il Giovedì, 22 Ottobre 2020 20:24

Articoli correlati (da tag)