Stampa questa pagina
Martedì, 06 Maggio 2014 14:20

Uaar L'Aquila presenta il libro "Abortire tra gli obiettori"

di 

Il Circolo dell'Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti (Uaar) della provincia dell'Aquila organizza per il prossimo 10 maggio (ore 17.30) la presentazione del libro "Abortire fra gli obiettori" (Tempesta ed., 2014) di Laura Fiore. L’incontro si terrà nei locali della saletta della Provincia in Via Mazara a Sulmona (L'Aquila).

"In Abruzzo è quasi impossibile abortire - si afferma in una nota dell'Uaar - l’80% dei ginecologi è obiettore di coscienza. Ma non se ne parla. Dati che non si rendono pubblici, e così torna a rivivere lo spettro dell’aborto clandestino. L’occasione per tornare a parlarne ci è data da un libro scritto sull’argomento che parla di una storia vera, e che servirà come spunto per tornare a parlare della legge 194, di autodeterminazione, di libertà di scelta".

Durante l'incontro interverranno Liana Moca (responsabile nazionale per la legge 194 dell'Uaar), Edoardo Facchini (coordinatore Abruzzo del Tribunale per i diritti del malato), Loredana Verticelli (ginecologa consultoriale della Asl L'Aquila-Avezzano-Sulmona) e l'autrice di "Abortire tra gli obiettori" Laura Fiore.

La sinossi del libro

Un tema difficile quello dell’aborto, un tema che coinvolge le coscienze delle persone. Checché ne dicano gli oppositori, che coinvolge e sconvolge profondamente ogni singola donna “costretta”a questa scelta. Sì, costretta: per motivi economici, di salute di lei o del bambino, per una vio-lenza subita oppure non è pronta in quel momento a essere genitore, a dare tutto quello di cui un figlio ha bisogno. Un percorso così difficile, tormentato e doloroso che la donna percorrendolo necessita a essere aiutata, accudita, sostenuta, consolata e curata. Le convinzioni personali devono restare fuori per quello che sono, personali appunto. Un’esperienza vera raccontata con lucidità e tristezza, un’esperienza che potrebbe capitare a tante altre donne in un Paese in cui è più importante tutelare molti medici che nascondono i propri interessi dietro il paravento dell’obiezione di coscienza che non i diritti femminili. Il libro contiene anche una ricca appendice di documenti informativi sulla Legge 194, con le con-siderazioni di alcune associazioni; altri quattro casi eclatanti e una breve, ma incisiva intervista a Carlo Flamigni, ginecologo e membro del Comitato Nazionale per la Bioetica.

Ultima modifica il Martedì, 06 Maggio 2014 14:38

Articoli correlati (da tag)