Stampa questa pagina
Mercoledì, 02 Dicembre 2020 15:41

L'Aquila, al via screening di massa. Ecco come e dove fare il test

di 

L'Aquila si prepara allo screening di massa con test antigenici rapidi.

Si parte oggi, giovedì 3 dicembre, ma solo nei drive through (percorsi veloci con auto) e solo per determinate categorie: ultraottantenni, donne incinta, persone con gravi patologie, disabili.

Previste anche cliniche mobili che saranno attive per tutta la durata dello screening e raggiungeranno le frazioni più lontane dalle postazioni, a beneficio soprattutto degli anziani e di chi ha difficoltà a spostarsi.

Giovedì 3 dicembre i drive through di Preturo e Bazzano, gestiti dai carabinieri, saranno aperti solo nel pomeriggio, perché la mattina svolgeranno le attività tradizionali per la Asl. I drive through di Stadio Acquasanta, via ugo la malfa e Monticchio, invece, saranno aperti la mattina e il pomeriggio.

Le postazioni aperte il 3 dicembre sono le seguenti:

postazioni3dicembre

A partire da venerdì, si aprirà lo screening per il resto della cittadinanza.

Le scuole comunali saranno usate come postazioni per fare i test solo nel fine settimana (sabato e domenica), per evitare che gli studenti possano perdere altri giorni di lezione. Approfittando del ponte dell'Immacolata, gli immobili, una volta concluso lo screening, saranno sanificati per far rientrare i ragazzi in aula il 9 dicembre in tutta sicurezza.

Sul sito internet del Comune dell’Aquila e su www.vincilvirus.it, il portale dell’ente per l’emergenza coronavirus, sono riportate le postazioni in cui sarà effettuato il test. In particolare, nelle pagine web https://vincilvirus.it/punti-prelievo-screening-covid-19/ e https://www.comune.laquila.it/pagina1958_screening-di-massa-della-popolazione-dellaquila.html è possibile trovare il file con l’elenco di tutti i siti, con i rispettivi orari.

Sulle stesse pagine è stato inserito anche il modulo on line – oltre quello cartaceo – per il consenso informato. Si raccomanda, in proposito, di presentarsi alle postazioni con il modello già compilato, allo scopo di accelerare le operazioni del tampone. Oltre che sui siti in questione, il modello può essere reperito all’Infopoint di piazza Battaglione degli Alpini, al terminal di Collemaggio, nelle farmacie, nelle tabaccherie che si sono rese disponibili.

Da venerdì 4 dicebre i test saranno eseguiti dalle 8 alle 18 in queste postazioni:

postazioni

I test disponibili sono 40 mila.

Possono sottoporsi a tampone tutti i residenti o domiciliati sopra i 6 anni che non siano stati già inseriti nel programma di tracciamento Asl (positivi,  persone in isolamento fiduciario o domiciliare, persone che si siano sottoposte a test molecolari nei giorni scorsi). 

Il cittadino che dovesse risultare positivo entro 3 ore sarà informato con un sms, una telefonata o una mail; da quel momento partirа l'isolamento.

Per effettuare il test rapido si devono portare tessera sanitaria e modulo di consenso informato (già compilato), disponibile, oltre che sul sito del Comune dell’Aquila. in alcuni punti della città, segnalati sempre sul sito del Comune.

Scarica l'elenco delle tabaccherie dove sarà possibile ritirare il modulo necessario per partecipare ai test

Qui la mappa geolocalizzata con le postazioni dove sarà somministrato il tampone rapido. Qui l'elenco completo delle postazioni.

Scarica il modulo o compilalo online.  Al termine della compilazione online sarà suggerita la postazione presso cui eseguire il tampone.

Lo strappo con le associazioni di volontariato

In queste ore, non sono mancate le polemiche.

A quanto si è appreso, nella serata di martedì il comune, per voce del funzionario Carlo Bolino, avrebbe informato le associazioni di volontariato convenzionate con l'ente che avrebbero dovuto occuparsi del 'processo' dei tamponi, cioé di inserire i tamponi nella provetta con le gocce di liquido che distruggono il virus, laddove presente, lasciando integre le proteine che vanno poi trasferite su supporto solido per essere messe a contatto con un reagente con colorante nero che vi si lega per far apparire la sbarretta che vediamo qualora il test sia positivo.

Dinanzi a questa richiesta, però, le associazioni si sarebbero fatte indietro, sottolineando di non essere in grado di svolgere un compito così delicato.

Di qui la rottura con l'amministrazione: Bolino avrebbe chiuso la chat, minacciando di stracciare le convenzioni in essere. 

Il sindaco Pierluigi Biondi ha riconosciuto che, in effetti, c'è stato attrito con le associazioni, affermando, da parte sua, che il processo dei tamponi non sarebbe affatto un procedimento complesso e che, anzi, l'avrebbe visto svolgere proprio da volontari laddove si è già proceduto a screening di questo tipo. 

Sta di fatto che c'è un problema concreto nel reperire personale volontario per le linee che si intendono aprire da venerdì, e non è affatto detto che siano aperte tutte e che, comunque, si possano rispettare gli orari indicati: non è sfuggito l'invito a controllare comunque, giorno per giorno, orari e postazioni aperte.

Non solo. A quanto si è capito, sarebbe piuttosto complesso trovare anche medici e infermieri necessari a garantire l'operatività delle linee. 

Tant'è vero che serpeggia, in queste ore, un certo nervosismo, anche per l'atteggiamento della Asl 1 e della Regione che non starebbero offrendo collaborazione ai comuni impegnati nello screening, tantomeno al comune dell'Aquila.

Biondi: "Campagna di screening fondamentale"

“L’invito è a partecipare numerosi - ha affermato il primo cittadino Pierluigi Biondi - Ricordo che il tampone è gratuito e che più saremo a testarci, più avremo un quadro della situazione e riusciremo a individuare criticità. In questo modo riusciremo a raffreddare la curva dei contagio e a sperare nelle riaperture, per passare un Natale più tranquilli ma sempre nel rispetto rigoroso delle misure anti-contagio, cioè igiene delle mani mascherina e distanziamento”.

“Questa campagna di screening è fondamentale - ha ribadito Biondi - Medici, docenti e cittadini hanno fatto un appello alla partecipazione, che spero sarà massiccia. L’organizzazione ha richiesto un enorme sforzo economico, sostenuto dalla Regione e dai comuni della provincia dell’Aquila, oltre che logistico. A tal riguardo ringrazio i volontari, sanitari e non ,che si sono messi a disposizione e invito tutti a offrire il proprio contributo: un maggior numero di persone in supporto delle strutture comunali e dei sanitari ci darà possibilità di incrementare le linee e abbassare i tempi di attesa dei cittadini”. “Ovviamente - ha concluso il sindaco - saranno previste linee preferenziali per diversamente abili, gestanti e persone con patologie e persone anziane".

Vademecum

RIEMPIRE IL MODULO ONLINE O QUELLO CARTACEO 

Una volta riempito il modulo online, si riceverà una mail con allegato un pdf che contiene il documento compilato in precedenza con i propri dati. Il pdf va stampato, firmato e consegnato presso la sede dove avverrà lo screening.

Sull'ultima pagina del modulo verrà indicata la sede suggerita dove recarsi a fare il tampone in base alla residenza/domicilio. Si prega di recarsi presso la postazione screening suggerita per non creare assembramenti o lunghe file.

Se non si intende riempire il modulo online, si può trovare quello cartaceo in alcuni punti della città segnalati sul sito del Comune. In questo caso, la sede consigliata dove fare il tampone è la più vicina alla propria abitazione.

Col modulo compilato e la tessera sanitaria, ci si può presentare nella postazione consigliata o in altre del territorio negli orari indicati.

CHI PUO' PARTECIPARE ALLO SCREENING? Possono partecipare allo screening tutti i cittadini residenti o domiciliati di età superiore ai 6 anni incluso chi soggiorna stabilmente, per motivi di lavoro o studio. I minori devono essere accompagnati da un genitore.

NON PUO' PARTECIPARE ALLO SCREENING chi ha sintomi riconducibili al Covid-19, chi è in malattia, chi è stato recentemente testato con tampone molecolare ed è in attesa di risposta, chi è in quarantena o isolamento, i bimbi sotto i 6 anni, chi è ricoverato in ospedale, case di riposo e di cura.

 

 

 

Ultima modifica il Giovedì, 03 Dicembre 2020 11:57

Articoli correlati (da tag)