Stampa questa pagina
Mercoledì, 10 Marzo 2021 09:28

Asl 1, Di Benedetto a Marsilio: "Basta attaccare la nostra sanità"

di 

"La sanità aquilana sembra essere diventata l’argomento di primaria importanza ed attenzione del presidente Marco Marsilio".

A denunciarlo è il consigliere regionale e comunale Americo Di Benedetto che parla di un "profluvio epistolare in vigilando, prodromico non si sa a quale buona volontà amministrativa; in realtà, non è altro che un'attenzione politica verso la nostra azienda sanitaria, rea di azioni di indisciplina e irriverenza, se non addirittura di lesa maestà. Orbene, pur se non mai accettabile un tale stillicidio, poco nobile amministrativamente, basti solo valutare la 'buona causa' che lo muove, ancor più non lo è in un momento delicato per la salute delle persone come questo dove le migliori energie sarebbero da dedicare a tutt’altro che ai capricci politici. Ma purtroppo non è così".

Di Benedetto fa esplicito riferimento alle lettere che Marsilio sta inviando, in queste settimane, al manager della Asl Roberto Testa sottolineando le mancanze e le criticità della gestione dell'azienda; lettere che sono pervenute in azienda a seguito della decisione del direttore generale di nominare Alfonso Mascitelli come direttore sanitario. 

Il problema non è altro che il suo paradosso, spiega Di Benedetto: "si attribuisce a L’Aquila inefficienza di assistenza ospedaliera mettendo addirittura in discussione l’impianto ricettivo covid senza considerare che il nostro presidio ospedaliero presta tale assistenza a tutto il territorio regionale e lo fa con grande spirito di servizio e solidarietà, ancor più in questa terza ondata. Posti letto certi messi a disposizione di tutti, piuttosto che posti letto non matematicamente controllabili e controllati, come avviene altrove, il cui utilizzo (mai numericamente riscontrabile) è di diretto riferimento del territorio di appartenenza e giammai fuori le mura".

Dunque, Di Benedetto si rivolge al governatore: "Vede Presidente Marsilio, noi qui abbiamo altre priorità: vaccinare tutti e subito, anziani, disabili, immunodepressi categorie a rischio; abbiamo l’esigenza di tutelare la salute dei nostri cittadini, ora più che mai. Abbiamo anche l’ambizione di far ripartire le nostre strutture sanitarie alzando il livello professionale dell’offerta ospedaliera e universitaria: la nostra ambizione, pur non avendo i numeri per carenza demografica, è quella di aumentare i numeri per qualità, per l’appunto. Tutto questo lo si può fare solo rispettando il lavoro e la perseveranza di tutto il personale medico, sanitario e amministrativo, lo stesso personale che ci ha difesi e garantititi in quest’ultimo triste e difficile anno. Sicuramente non lo si può fare indisponendolo continuamente. Presidente Marsilio non provochi la nostra educazione politica e relazionale, la prego. Faccia il presidente della nostra (non a caso) Regione e lo faccia per bene. In fin dei conti è stato accolto e votato per questo".

Ultima modifica il Mercoledì, 10 Marzo 2021 13:03

Articoli correlati (da tag)