Venerdì, 09 Luglio 2021 21:29

Scuola, concorso Stem: in Abruzzo promosso solo il 18% dei candidati

di 

Troppe bocciature e poca partecipazione.

Non sono molto confortanti i risultati che arrivano dal concorso Stem per l'inserimento in ruolo di docenti di materie scientifiche (Fisica, Matematica, Scienze, Tecnologie informatiche) per le scuole medie e superiori.

Dal concorso si attende la copertura di 6.129 posti, i candidati annunciati dal ministero dell'Istruzione erano sessantamila. Ma probabilmente non si arriverà ad arruolare tutti gli insegnanti che servirebbero a riempire le cattedre vacanti.

Le prove scritte - che per tutte le classi di concorso prevedeano un test a risposta multipla - si sono svolte dal 2 all'8 luglio ma i primi dati che arrivano dalle regioni dipingono un quadro abbastanza sconsolante, con un alto numero di defezioni e un altrettanto alto numero di bocciature.

Per quanto rigurda l'Abruzzo - dove i posti sono così suddivisi: 4 per Fisica, 9 per Matematica, 11 per Matematica e Fisica, 37 per Matematica e Scienze, 11 per Scienze e tecnologie informatiche - la prima cosa che salta all'occhio è proprio l'alto numero di rinunce: su 1351 iscritti, si sono effettivamente presentati a sostenere la prova 831 candidati, il 61%. Il 39% ha disertato.

Se poi si guarda ai risultati, non è esagerato parlare di ecatombe: i promossi - coloro, cioè, sono stati ammessi all'orale - sono stati solo 153 su 831, il 18% del totale.

La classe di concorso in cui ci sono stati in assoluto i risultati peggiori è Fisica, dove, su 44 partecipanti, è stato ammesso all'orale un solo candidato. Il che vuol dire che almeno tre posti rimarranno scoperti. Scorrendo la tabella, si legge che a Matematica e Fisica ci sono sttai 7 promossi su 81 partecipanti (anche in questo caso, dunque, anche se fossero promossi tutti gli ammessi, rimarrebbero 4 cattedre vacanti), a Matematica 10 su 100, a Scienze e tecnologie informatiche 36 su 89, a Matematica e Scienze 99 su 517.

Le cose non sembrano essere andate meglio nelle altre regioni.

In Liguria, ad esempio, su 175 candidati per la cattedra di Matematica (che prevede 38 posti) hanno superato il test prova solo in 23, uno ogni sette. La situazione è leggermente migliore se si guardano i risultati per la 'classe' in Scienze e Tecnologie informatiche, dove su 85 candidati risultano ammessi alla prova orale sempre in 23, ma solo sei posti per ora restano scoperti.

Spostandoci in Puglia, i dati sono ancora peggiori, come denunciato da Uil scuola: per la classe di concorso di Matematica, su 339 candidati soltanto 34 hanno superato la prova scritta, dunque 1 candidato su 10. Per Scienze e Informatica, invece, sono stati 96 i sopravvissuti (su 373 candidati totali). In Calabria e Sicilia invece i risultati tardano ad arrivare, ma i primi dati non ufficiali indicano addirittura un 90% di bocciati.

Ultima modifica il Sabato, 10 Luglio 2021 11:36
Chiudi